Zhang Yimou costretto a pagare 900mila euro: ha più di un figlio

Il regista di La foresta dei pugnali volanti condannato dalle autorità di Pechino per avere violato la politica di pianificazione famigliare

Il regista cinese Zhang Yimou è stato condannato a pagare 7 milioni e mezzo di yuan (circa 900mila euro) per avere disobbidito alla politica di pianificazione famigliare che vige nel Paese.

Zhang Yimou, noto all'estero per film come La foresta dei pugnali volanti e Lanterne rosse, ha avuto con la moglie tre figli prima del matrimonio. I due si sono sposati soltanto nel 2011. 

Le autorità cinesi hanno aperto un'inchiesta sulla coppia, accusata di avere avuto almeno sette figli. I legali che rappresentano il regista hanno confermato che ha avuto due maschi e una femmina, ma negato che abbia avuto altri figli da amanti. Le indagini si sono chiuse dopo sette mesi, con una sanzione calcolata sul reddito della coppia.

Solo di recente la Cina ha ammorbidito le proprie politiche, concedendo alle famiglie in cui un membro della coppia era figlio unico di avere un secondo bambino. In precedenza era permesso soltanto alle minoranze etniche, alle coppie formate da due figli unici e alle famiglie rurali che avessero avuto una femmina come prima figlia.