I lettori del Giornale finanziano il primo reportage: Fausto Biloslavo parte per l’Afghanistan

L'altro reportage, quello sulla Libia promosso da Gian Micalessin, ha già raggiunto più del 60 % della quota necessaria per la realizzazione. Ma la raccolta fondi è ancora aperta. SOSTIENI IL TUO REPORTAGE

Ad una settimana esatta dal lancio dell'iniziativa Gli Occhi della Guerra, è stata coperta l'intera somma per finanziare il primo reportage. Grazie al sostegno dei lettori Fausto Biloslavo andrà in Afghanistan e da lì ci racconterà in presa diretta questo tormentato paese al crocevia dell'Asia.
Attraverso il sito dedicato www.gliocchidellaguerra.it i lettori hanno scelto e sostenuto economicamente un reportage: il sistema è quello del crowdfunding ed è la prima volta che viene usato in Italia da una testata nazionale. Il risultato raggiunto è al di sopra delle aspettative stesse del Giornale: “Siamo proprio contenti– afferma Andrea Pontini, amministratore delegato de ilGiornale.it. - Quella de Gli Occhi della Guerra è una sfida molto coraggiosa in questo momento di generale appiattimento dell'informazione e di sfiducia nel sistema. Si tratta di una notizia molto incoraggiante non solo per il Giornale ma per il tutto il giornalismo italiano. E’ la testimonianza che si può fare giornalismo di qualità, si può fare grazie ai lettori e soprattutto che i lettori ci chiedono questo e sono disposti a sostenerci”.
Contattato telefonicamente, Fausto Biloslavo ha ringraziato tutti i lettori che hanno scelto e sostenuto Afghanistan Goodbye. “Partirò per l’Afganistan prima delle elezioni presidenziali del 5 aprile, una svolta per il Paese. Per capire cosa resterà dell’Italia in Afghanistan in vista del ritiro delle truppe dopo dieci anni di sangue e sudore. Tutto grazie a voi, lettori e sostenitori”.
L'altro reportage, quello sulla Libia promosso da Gian Micalessin, ha già raggiunto il 52% della quota necessaria per la realizzazione. Libia, il nostro petrolio è in pericolo rimarrà aperto e continuerà a raccogliere i finanziamenti. A giorni a questo reportage se ne aggiungerà un altro che verrà sponsorizzato da un altro reporter e che potrà essere votato e sostenuto dai lettori.
Commenti

eso71

Gio, 12/12/2013 - 14:24

Se viene rapito chi paga?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 12/12/2013 - 15:41

Ecco altri 52 Euro, così coprite il 52% mancante.

hal54

Gio, 12/12/2013 - 17:39

caro gzorzi i tuoi soldi devolvili per ripagare , almeno in piccola parte, la provincia di milano. ti viene in mente qualcosa se dico Serravalle o Penati ???? avete bisogno di fosforo....ed anche tanto

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 12/12/2013 - 17:41

Italiani pieni di soldi .... altro che "non si arriva a fine mese" he he questo lo dimostra

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 12/12/2013 - 17:42

i quotidiani ricevono MILIONI DI EURO DALLA STATO COME CONTRIBUTO, MENTRE I CITTADINI VENGONO TARTASSATI E SPREMUTI COME LIMONI.

Bilo

Gio, 12/12/2013 - 23:51

Il Giornale non vive con i contributi pubblici e nemmeno noi. Preferiamo rivolgerci a lettori e sponsor per scegliere e sostenere i reportage di guerra. Fausto Biloslavo

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 13/12/2013 - 17:32

Anche quest’anno lo Stato italiano finanzierà con 95 milioni di denaro pubblico l’editoria. Lo ha stabilito il sottosegretario di Stato con delega per l’informazione e l’editoria, Cons. Paolo Peluffo, che ha firmato il provvedimento con il quale vengono preventivamente rese note le risorse complessive destinate alla liquidazione dei contributi 2012 diretti alle imprese editoriali.