India, 17enne impiccata dai suoi due fratelli: era fuggita con un paria

La ragazza era innamorata di un dalit, non considerato degno dai familiari. Arrestati gli assassini

Donne indiane protestano contro l'ondata di stupri

Impiccata perché innamorata di un ragazzo non degno di lei. È quello che è successo a Tirunerveli nel Talminadu, sud dell’India, dove una 17enne è stata uccisa da due fratelli per essere  fuggita con un giovane paria, appartetente alla casta più bassa dei dalit. Lo scrive l’edizione online del Times of India.

La polizia ha arrestato i due fratelli, Murugan (24 anni) e Sodalamuthu (20). "I due hanno confessato l’assassinio", ha affermato un ufficiale di polizia. Secondo gli inquirenti, Gomathi, figlia di un contadino di Seevalaperi, lavorava in una società che produceva pesce dove si era innamorata di un dalit. Quando la famiglia, che appartiene ad una casta intermedia, è venuta a saperlo ha immediatamente intimato alla ragazza di rinunciare al suo sogno d’amore, organizzandole nel frattempo un matrimonio con un giovane giudicato "degno". Ma Gomathi per sottrarsi ad un destino di sicura infelicità, ha deciso di fuggire con il suo amato. Rintracciata dal padre e dai fratelli, la ragazza si è fatta convincere a fare ritorno a casa. Rientrata in famiglia, i fratelli l'hanno picchiata e impiccata, tentando di far passare il vile omicidio per un suicidio.

Commenti
Ritratto di stegalas

stegalas

Sab, 14/09/2013 - 13:37

Come diceva giorni fa Palermitano, "culture inarrivabili, autentici pozzi di conoscenza". Facciamoli entrare! Ne vogliamo di più! Portino le loro ricchezze morali qui da noi, a lenire la nostra barbarie!

Nadia Vouch

Sab, 14/09/2013 - 14:37

Con la mentalità di certi luoghi, alla quale anche in Italia spesso assistiamo, si dovrebbero edificare più prigioni che case.

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 14/09/2013 - 14:39

Ore 11, esco di casa e trovo un corteo di circa 5000 femministe, mi sono chiesto il motivo, ora leggendo l'articolo l'ho capito. Buona giornata.

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 14/09/2013 - 14:41

Bisogna ammettere che nascere donna in molti paesi culturalmente inferiori è una grande disgrazia. BRRRRRRR

la pittima

Sab, 14/09/2013 - 15:01

Noi non abbiamo la pena di morte. Ma se esaminate l'accaduto c'è un omicidio (magari preterintenzionale ma se quattro persone prendono ripetutamente a calci una poveretta non c'è un dolo eventuale?) una violenza carnale di gruppo, un sequestro di persona data la partecipazione dell'autista dell'autobus che evidentemente non l'ha fatta scendere... Quindi? Vi pare strana una condanna a morte in un sistema che la prevede? A me NO

Mario-64

Sab, 14/09/2013 - 15:26

la pittima ,credo che abbia sbagliato articolo...

CALISESI MAURO

Sab, 14/09/2013 - 16:28

stegalas: non toccatemi il palermitano, lui e' il fondo scala dell'ig....za. Serviamo tutti al mondo.... lui serve a questo, a rincuorare tutti noi sulla nostra sanita' mentale che e' quella dei comuni mortali:)) Poi e' anche simpatico .. o no?

graffias

Dom, 15/09/2013 - 01:08

Sapere che in India saranno processati due nostri concittadini ....palesemente innocenti , fa venire i brividi. Un tempo si gridò allo scandalo perché Berlusconi disse che in India si aveva a che fare con una civiltà inferiore, beh che ne dite ?

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 15/09/2013 - 13:54

Anche in India , e soprattuto li , la casta e´casta.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 15/09/2013 - 13:58

xgraffias- Questa civilta se vogliamo bene o male e gia di importazione in Italia.Dal fine Guerra ad oggi abbiamo una sottocultura che li supera .

franco@Trier -DE

Mer, 02/10/2013 - 13:57

come al vostro Sud..