India, centinai di minatori intrappolati dal blackout

Un guasto della rete elettrica di Delhi ha causato un blackout che ha coinvolto metà dell'India lasciando 600 milioni di persone senza luce. Si tratta del peggiore incidente elettrico dell'ultimo decennio

Una serie di blackout di proporzioni epiche hanno messo in ginocchio l’India. Il peggior incidente dell'ultimo decennio. Se ieri un primo blackout aveva lasciato al buio 350 milioni di persone nel subcontinente, oggi, secondo quanto riporta la prima pagina di Times of India, sarebbero 600 di milioni le persone rimaste senza elettricità in 19
stati, praticamente metà dell’intero paese.

Si sono bloccate le reti negli stati orientali e settentrionali e sono bloccati oltre 500 treni, compresa la metropolitana di New Delhi dove gli addetti stanno cercando di evacuare i treni. Dopo che ieri sera le compagnie elettriche erano riuscite a ripristinare la rete nel nord del paese, oggi poco dopo le 13 locali è avvenuto il nuovo blackout, che questa volta ha coinvolto anche la rete che rifornisce gli stati orientali.

Centinaia di minatori sono rimasti intrappolati sottoterra nell'India orientale, in alcune cave di carbone, dopo il nuovo blackout che ha colpito il Paese. "Stiamo cercando di soccorrerli, tutti i nostri sforzi sono concentrati sul ripristino dell'energia elettrica", ha spiegato il governatore dello Stato del Bengala, Mamata Banerjee. Le miniere bloccate sono quelle di Burdwan, a circa 180 chilometri da Calcutta.Secondo le autorità, tra le cause che hanno provocato il blackout ci sarebbe l'impennata della domanda per via della stagione calda, che sta favorendo l'uso massiccio di condizionatori e irrigatori.