Infanta di Spagna nei guai col Fisco per 700mila euro

Un altro duro colpo alla monarchia spagnola. Secondo l'Agenzia delle entrate, la secondogenita del re di Spagna, Cristina, e il marito, Inaki Urdangarin hanno usato per scopi personali 698.800 euro della società «Aizoon», della quale sono soci . I soldi sarebbero serviti per ristrutturare il palazzo di Pedralbes, la loro residenza di Barcellona, e per altre spese , dalle feste di compleanno ai viaggi . L'informativa è stata rimessa al giudice che indaga sulla Fondazione Noos. Il magistrato aveva già chiesto alle parti di decidere, entro 5 giorni, se la figlia del Re debba essere citata in giudizio per frode e riciclaggio di denaro.

Commenti

Mario-64

Mar, 10/12/2013 - 10:24

Infanta , che mi combini?? Certo che se si riduce a frodare il fisco la figlia del re...