IN INGHILTERRA I Lord approvano: anche una femmina erede al trono

Anche la camera dei Lord ha detto sì. La camera alta del parlamento britannico ha approvato ieri le modifiche alla legge di successione al trono che cancellano la discriminazione a svantaggio delle eredi femmine. Si conclude così l'iter previsto e il testo potrebbe diventare legge già a giorni, manca solo il sigillo reale, una formalità. Le nuove regole permetteranno al bebè di William e Kate, la cui nascita è attesa per luglio, se sarà femmina di diventare regina anche in presenza di fratelli minori maschi. Fino ad ora una donna non poteva salire al trono se non in assenza di fratelli, come fu per Elisabetta II. Per essere sottoposto al voto, tutti i 16 paesi del Commonwealth devono essersi trovati d'accordo sui contenuti del documento.