Siria, l'Iran minaccia Israele Obama: "Intervento limitato" Navi Usa nel Mediterraneo

Russia e Iran contrari all'attacco. Teheran: "Israele brucerà". Lanciamissili e incrociatori statunitensi verso le coste siriane. Gb: "L'attacco è legale anche senza l'Onu"

Mentre da Washington Barack Obama frena i venti di guerra e parla di un "intervento limitato", una nave da guerra statunitense, con 4 elicotteri ed equipaggiamenti per sottomarini, ha attraversato il canale di Suez, diretta verso le coste siriane. Verso la Siria si sta dirigendo anche la fregata antiaerea francese Chevalier Paul, una delle più avanzate in dotazione all’esercito transalpino, a quanto riferiscono solo per difesa da eventuali attacchi verso l'Europa.

Ieri gli Stati uniti hanno affermato di aver avuto prove concrete dell'uso di armi chimiche da parte del regime di Assad, ma di non aver ancora preso una decisione su un possibile attacco. "Non vogliamo un nuovo un altro Iraq. In Siria possiamo usare un approccio che non ci faccia ripiombare in un lungo conflitto", ha detto il presidente Usa, secondo cui bisogna inviare al governo siriano "un messaggio forte, perché c’è una legge internazionale che vieta le armi chimiche".

Prove che "sono sotto i nostri occhi", secondo il premier britannico David Cameron. Londra potrebbe non aspettare una risoluzione Onu: secondo il governo britannico, infatti, un’azione militare in Siria sarebbe "giustificabile legalmente" su "basi umanitarie" anche senza l'Onu. Anche se, come sottolinea Cameron, un’azione militare in Siria sarebbe "impensabile" in caso di "vasta opposizione" al consiglio di sicurezza.

Un intervento militare potrebbe però minare i delicati rapporti con la Russia, alleato storico di Assad. Il ministro degli Esteri russo ha parlato di "una sfida alle disposizioni della Carta dell’Onu e ad altre norme di diritto internazionale". Dal canto suo, anche Mosca sta rafforzando la sua squadriglia navale nel Mediterraneo, dove saranno inviati una nave anti sommergibile della flotta del Nord e l’incrociatore lanciamissile Moskva della flotta del Mar Nero.

Anche l'Iran minaccia ritorsioni. "Israele brucerà", ha detto il vice capo di stato maggiore dell’esercito, il generale Masoud Jazayeri, parlando delle conseguenze di un attacco.

Continua intanto la missione degli ispettori Onu impegnati nell’indagine sull’impiego di armi chimiche in Siria. Le indagino proseguiranno fino a venerdì e lasceranno Damasco da sabato mattina, come ha detto il segretario generale dell’Onu Ban ki moon. 

Commenti

benny.manocchia

Gio, 29/08/2013 - 11:42

Tremate:la Siria squagliera' il mondo...Non abbiamo molto tempo a disposizione.Al massimo potremo passare il Natale in qualche rifugio sottoterra.Con la Siria si unisce l'Iran che continua a ripetere:Israele brucera'.Mettetevi d'accordo:sara'la Siria o ;'Iran a farci ridere da matti? Un italiano in USA

Ritratto di tethans

tethans

Gio, 29/08/2013 - 12:17

ISRAELE CINANDA IL MONDO .. Io preferisco la Siria agli USA ..

cecilia nizza

Gio, 29/08/2013 - 12:21

Non mi sembra normale che si registrino quotidianamente le minacce di distruzione di Israele, lanciate da questo o quel paese, senza che nessuno, governanti, politici, ministri, italiani, europei, americani, ritengano di esprimere una loro sanzione. Israele sarà anche "forte", ma qualcuno ha dato un'occhiata alla carta geografica per rendersi conto delle sue dimensioni e e del contesto in cui si trova ? A quasi settant'anni dalla fine della guerra, ancora una volta gli ebrei, (ma anche gli arabi, i cristiani, e tutte le varie etnie che ci vivono) corrono un pericolo mortale, senza che questo susciti il dovuto sdegno.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 29/08/2013 - 12:27

S.P.Q.A. Sono Pazzi Questi Americani! E il loro capo è il più insano di tutti. Lui, il premio nobel... per che cosa? Per l'astuzia? Stanno disperatamente cercando prove di un attacco con armi chimiche, come fecero in Iraq senza peraltro mai trovarle. E poi, che differenza c'è fra ammazzare qualcuno in un modo o in un altro? E' una guerra intestina fra dittatori e dittatori-terroristi e noi non ci dobbiamo entrare! Lo stanno urlando a pieni polmoni tutti quelli che non sono animati da interessi economici come i furbetti francesi, che vogliono farci lo sgambetto qui come fecero in Libia, e gli americani, che devono pur smaltire la loro sovraproduzione di armi. Spero che i nostri governanti tengano duro sulla linea della Bonino, ma temo il peggio.

agosvac

Gio, 29/08/2013 - 13:09

Per quanto riguarda la Russia, credo che difficilmente Putin metterà a rischio la pace nel mondo per difendere un misero dittatore di un piccolo paese del medioriente. Per quanto riguarda l'Iran, se solo osasse attaccare Israele a difesa della Siria si ritroverebbe distrutto in men che non si dica dalla potenza bellica d'Israele che non aspetta altro che un attacco di questo tipo.Infatti se anche fosse vero che l'Iran avesse un deterrente atomico, è anche vero che Israele lo ha pure e da molto più tempo e con ben altri mezzi di offesa e di difesa.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 29/08/2013 - 13:46

Obama è un pazzo e pazzi sono gli americani che gli vanno dietro a questo sinistroide islamico. Ha già combinato sufficienti disastri in Medio Oriente, inutile citare la Libia, l'Egitto, la Tunisia dove ha favorito l'ascesa dei fondamentalisti. Vuole fare lo stesso con la Siria, solo che questa volta non gioca sul sicuro ma sull'arrischiato, senza contare che gli USA non hanno alcun motivo per intervenire in Siria, tranne l'ipocrita salvezza umanitaria e dei gas che non si sa di chi siano e se siano stati usati veramente. Qualcuno fa assurdamente il parallelo con l'intervento in Iraq ma in quel caso gli USA diretti da Bush erano nel loro pieno diritto. L'Iraq era una nazione in guerra con gli USA e i suoi alleati, vi era solo un patto di tregua spesso violato da Saddam. Fu utilizzata l'errata informazione di armi di sterminio di massa, seppure missili con armi chimiche furono trovate alla fine, ma il vero motivo non solo era la violazione continua dei trattati di tregua ma anche il fatto che Saddam e l'Iraq continuavano a finanziare il terrorismo internazionale, cosa del tutto inammissibile dopo quello che era accaduto l'11 settembre 2001. In quel caso gli USA avevano ampi moitivi d'intervenire e interferire ma nel caso siriano non ne hanno nessuno tranne questo rigurgito moralista su ipotetiche uso di armi di sterminio di massa fatto per di più a casa loro e per risolvere un aggressione manovrata dagli stessi USAcon manovalanza locale e dei confinanti piena di fondamentalisti armati dagli USA. L'Iran si è già posta l'obiettivo d'Israele da colpire in caso d'intervento USA in Siria e chissà se qualche missile partirà pure per l'Europa. La Siria potrebbe essere tentata di attaccare la nazione che alloggia le basi americane, cioè l'Italia, e poco valgono le morbide dichiarazioni politiche della Bonino e di Letta come se avessero a che fare con una questione di lotta con il fioretto politico mentre qui si parla di guerra feroce senza troppi distinguo. I nostri governanti avrebbero dovuto prendere una linea netta di condanna dell'azione USA fatta a gran voce e con dialettiche sofistiche buone per i cretini di casa nostra. Un grave errore che ci può costare caro se qualcuno dei belligeranti ci dovesse prendere di mira. Infine c'è la presenza massiccia dei russi, che non sono da scartare perchè dalla guerra fredda sono apparentemente più deboli. Possono ancora distruggere tutto, se gli gira il ghiribizzo. Cosa pensano gli USA, che i russi si limiteranno a guardare mentre loro tirano i missili contro Assad? Oltre all'incidente fra le loro navi potrebbe venirgli in testa l'idea di tirare, a loro volta, missili contro coloro che gli USA dicono di voler difendere. La Siria diventerebbe un bel cimitero comune. Dato che noi italiani non possiamo fare niente in merito alle decisioni USA e russe, e degli altri belligeranti, almeno si strilli forte e chiaro che non daremo alcun appoggio a nessuno e non con la voce flebile attuale e facendo dichiarazioni contrastanti contro la Siria, che possono essere interpretate come atto di guerra implicita.

Demy

Gio, 29/08/2013 - 14:03

Ormai hanno deciso tutto. Le risorse energetiche scoperte nel Mediterraneo devono essere conquistate dai nuovi paladini della pace, una pace a suon di missili, e non una piccola bomba chimica.Forse ne uccide meno un missile,oppure un bombardamento indiscriminato per colpire Assad?Ci saranno morti di classe A e morti di classe B, ma l'importante è esportare la democrazia a migliaia di Kilometri dalle coste degli USA, e non ha importanza se migliaia di profughi invaderanno l'Italia tanto,a noi tocca mantenerli mentre loro,i pacifisti bombaroli si arriccheranno come hanno fatto in Iraq e Libia, e tutto questo per un fattore commerciale non umano : esportare la democrazia.Quante guerre hanno voluto e causato gli USA? Quante di queste guerre hanno portato libertà,benessere,democrazia? Nessuna, e lo vediamo anche in Afganistan,Libia,Iraq,Algeria,Egitto....tutto il Nord Africa è una polveriera causata dagli USA & Company.Non ci indigniamo se poi qualche kamikaze si fà saltare in aria nella metropolitana,su di un aereo,in una stazione.La colpa sarà degli estremisti musulmani,estremisti addestrati ed armati da chi,oggi,parla di democrazia,di civiltà,di pulizia dai dittatori, e questo in nome di un premio Nobel immeritato, e per tutelare le lobby del potere che si annidano negli USA.A quando un'Agenzia di rating Europea per classificare le banche USA? Forse arriveranno prima I Russi che,guarda caso,stanno già pensando ad un secondo FMI per i Paesi del Pacifico che fanno parte dell'APEC escludendo gli USA & Amici.A chi venderanno i prodotti energetici che stanno conquistando in tutto il mondo se,volutamente,stanno impoverendo sempre di più l'Europa? Questo è il motivo delle loro continue guerre: prendersi con la forza quello che non riuscirebbero mai ad avere in modo democratico e libero.Bravo Obama, adesso aspettati un'altro Nobel, quello della distruzione di Paesi sovrani in nome delle Tua democrazia.

Simostufo

Gio, 29/08/2013 - 14:23

@Demy CHAPEAU!!

andrea24

Gio, 29/08/2013 - 15:09

Devono essere definite guerre democratiche come giustamente vengono definite tutte le guerre della cosiddetta "Democrazia".Senza una propaganda democratista(oggi c'è il "capitalismo bolscevico") non ci sarebbe neppure chi "ad infinitum" va esaltando questo concetto. .La stessa libertà di quelli che ammazzavano costruendo poi gli "Alberi della Libertà" di fronte alle chiese per dispregio.Lo stesso dicasi riguardo alla massonica "Statua della Libertà".La stessa propaganda fu quella che etichettava la Russia zarista "antisemita",prima dell'arrivo dei bolscevichi,e sempre in relazione a tale famosa rivoluzione che interessò all'epoca quel Paese,è cosa oramai riconosciuta,che vi fu proprio ed in effetti una propaganda anti-russa e pre-rivoluzionaria.

Fracescodel

Gio, 29/08/2013 - 16:55

@cecilia nizza: lei e' ebrea o filo sionista? Glielo chiedo perche' il suo commento e' bizzarro. Certo, a leggere certi media propagandistici puo' sembrare che Israele sia minacciato...ma la verita' e' un'altra! Israele e gli ebrei comandano l'Occidente, DIFATTO! Le guerre in Medioriente e N.Africa possono essere state fatte anche per scopo di lucro per i ricchi industriali e potenti banchieri (peraltro la maggior parte di questi e' comunque ebrea), ma a comandare in regia e' Israele, l'unico a guadagnarci in un conflitto tra Occidente ed Islam! Gli USA sono il braccio di Israele. GB e Francia entrano in gioco per avere una fetta della torta. L'Italia ha gia' perso molto ed ha tutto da perdere. L'Iran non ha mai minacciato Israele...questo e' un falso storico! L'Iran ha sempre detto che se loro o i loro alleati venissero attaccati direttamente o indirettamente da Israele, questo ne pagherebbe le conseguenze. Ricordo che la nazione Iran non ha mai iniziato un conflitto da quando esiste...ma e' stata colpevolizzata, demonizzata, e continuamente minacciata di invasione da Israele e la NATO. Ora, che lei non abbia tempo di informarsi e si e' bevuta le propagande, ci sta...ma prego di informarsi perche' le sue visioni sono panzane inaccettabili. Io sono di destra, non sono ne pacifista ne guerrafondaio, non amo la cultura araba e non voglio stranieri di diversa cultura in Italia con il nostro passaporto...ma rispetto le idiosincrasie altrui a casa loro, la loro sovranita' e diritto all'autodeterminazione. Non posso che constatare che fino ad oggi e' stato Israele e la NATO a fare guerre e istigare conflitti...l'Iran ha subito molto fango, ma fino ad oggi e' stato civile, e non ha rotto nessuna regola! Israele e' in contravvenzione di 125 risoluzioni ONU, invade territori non suoi illegalmente, costruendoci ivi insediamenti e sloggiando i palestinesi a piacimento. La NATO, giusto per stare nel recente, ha perpetrato guerre illegali in Iraq, Lybia, e continua azioni con droni in paesi sovrani uccidendo spesso civili; ora vuole bombardare la Syria con pretesti falsi (e lo dico per certo..solo uno stupido crede all'uso del gas da parte di Assad), e probabilmente vogliono implicare nel conflitto anche l'Iran. L'Iran sa bene che e' Israele a tirare le fila del gioco, e senza ipocrisie o vigliaccaggini, dicono che se attaccati risponderanno duramente. Come ho detto non amo la cultura araba...ma ancor meno l'ingiustizia, soprattutto se vigliacca, ipocrita e che mi rende complice. Se ci fosse giustizia nel mondo e vera democrazia non plagiata dai media, oggi a subire sanzioni ed interventi sarebbe Israele, e gli USA sarebbero scevri da essere burattini di una potenza stranierea e di cittadini ebrei fedeli ad Israele!

Fracescodel

Gio, 29/08/2013 - 17:16

@stock47 d'accordo eccetto su Obama sinsistroide o islamico. Obama come tutti i politici USA sono burattini...showmen. Dietro di loro c'e' il potere bancario e dietro al potere bancario gli ebrei ed Israele. Gli USA sono il braccio armato di Israele. Obama non prende decisioni...lui riceve ordini, che poi spieghera' al pubblico come idee del suo governo. A dirigere Obama c'e' un cabinetto e l'apparato militare...questi sono a loro volta diretti dai banchieri e lobbies corporative (che fanno capo comunque a un'elite ristrettissima a maggioranza ebrea). Se Obama facesse una sola cosa in vero contrasto con gli interessi israeliani subirebbe una campagna di fango e poi sarebbe fatto protagonista di qualche scandalo per intimorirlo e poi se non basta toglierlo di mezzo. Il medioriente sta subendo una radicalizzazione come strategia di Israele; poi tra qualche anno, quando abbastanza nazioni saranno islamiche teocratiche e si ergeranno in ribellione contro gli interessi occidentali, si fara' una guerra tra Islam ed Occidente...ed Israele si fara distruggere i nemici da noi occidentali, a spese nostre, e con molto da perdere da parte nostra.

Fracescodel

Gio, 29/08/2013 - 17:30

Ecco i 3 commenti piu' votati sul sito BBC...che rappresentano l'opnione pubblica britannica: Comment number 10. Fed up "humanitarian intervention" = Regime Change. Plain and simple. We've seen it all before. We, the British public do not consent to this. Comment number 151. FrankSydney Have we ever seen Tony Blair and David Cameron in the same room? It's as if Blair has shape-shifted into Cameron. It's the exact same dictatorial diatribe. Warmongers out to line their pockets. Comment number 21. Rather_Be_Cycling Nothing is more nauseating than hearing "leaders" like Obama and Cameron in utter defiance of the voice of the people and against the best interest of their countries talking like 8-year-olds about "shots across bows" like they just finished watching "Hornblower" or something. Grow up, calm down and keep us out. (dal sito della BBC).

franco@Trier -DE

Gio, 29/08/2013 - 17:53

si quelle armi che avete venduto voi come quelle in Iraq.Manocchia cretino hai dimenticato chi appoggia la Siria, la Russia e la Cina coglionazzo.Tutto dipende da cosa decidono queste due superpotenze,poi vedo che a stare in USA sei diventato un rimbecillito anche te come loro.Comunque quando sarà il momento giusto sarà la Russia a farvi piangere è bastato un paese di contadini come il Viet Nam a farvi piangere, io li ho visti in USA quando sono ritornati mentre scendevano dalla scaletta dell'aereo come piangevano i grandeur amera-cani

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Gio, 29/08/2013 - 19:46

Lo avevo già scritto, non ci piove o sarà la fine di un'epoca.>>> Ciccio Baciccio: Mar, 27/08/2013 - 15:39 ***Non ci sarà nessuna guerra! Israele è li accanto, potrebbe essere la sua fine. Non credo che questa volta la siria, l'iran ecc non facciano casamiccio e... morisse Sansone con tutti i Filistei. D'altronde la storia insegna. Non certo agli stolti idioti rossi.*

Ritratto di Riky65

Riky65

Gio, 29/08/2013 - 20:07

Abbiamo prove che gli inglesi fanno uso di sostanze allucinogene! e mi sono limitato!

angriff

Gio, 29/08/2013 - 20:08

"Prove che "sono sotto i nostri occhi", secondo il premier britannico David Cameron". Comincia ad esibire le prove delle armi di distruzione di massa che possedeva Saddam Hussein.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 29/08/2013 - 20:46

Israele ha sconfitto i Faraoni 4.000 anni fa figuriamoci se ha paura dell'Iran attuale tana del Diavolo sul pianeta Terra. Ipopolo Ebreo è un punto fermo nello spazio e nel tempo.

Ritratto di Riky65

Riky65

Gio, 29/08/2013 - 22:12

a be se lo dicono gli inglesi che è legale allora! ognuno in europa fa un po come caspita gli pare ! che serietà !Qualcuno può dire agli inglesi che non sono più i padroni di mezzo mondo!

DonatoDS

Ven, 30/08/2013 - 00:22

Dalla colonna di questi commenti sgorga putrido e incontrollato il fetore nausebondo dell'antisemitismo fine a se stesso, fetido e vomitevole come la bocca che lo emette. Una società matura e democratica si prepara, tenendo il profilo più basso possibile, alle minacce inconsulte di regimi dittatoriali. La stessa società democratica saprà reagire con equa fermezza ad ogni azione che attenti all'integrità della sua popolazione. Alcuni commentatori, non tornerebbero puliti neanche dopo un bel giro di lavatrice. Spero vivamente che il moderatore di questa colonna abbia avvertito lo stesso odore irrespirabile che ho sentito io e consenta la pubblicazione di questa protesta. P.S.@Cecilia Nizza, è scritto "...sarai un popolo che dimorerà solo.." ma questo non toglie che il suo commento allarghi il cuore e generi fiducia nell'intelligenza delle persone di buona volontà: GRAZIE a nome del Popolo di Israele!

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Ven, 30/08/2013 - 00:28

Non so chi sia più pazzo, se gli americani con il loro codazzo inglese e francese o il governo di Teheran che per difendere la Siria vuole distruggere Israele.

mila

Ven, 30/08/2013 - 02:41

@ Francescodel -Mi sembra proprio difficile che i potenti USA siano il braccio armato di Israele. A meno che gli Americani siano tutti rincretiniti.

paolonardi

Ven, 30/08/2013 - 04:26

@Francescodel. Quali sono le sue fonti? Al di la di un insieme di luoghi comuni triti e ritriti di repubblicana origine, quindi assurdi, non c'è, nei suoi scritti un barlume di raziocinio. Manca solo l'accenno alle torri gemelle e all'assenza di ebrei fra le vittime e poi saremo al completo.

Duka

Ven, 30/08/2013 - 07:52

Guerra si guerra no ma il problema è il presidente americano NON HA PALLE

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 30/08/2013 - 08:31

A me questo Medio Oriente mi ha proprio stufato. Soo stanto di Irak,di Iran, di Siria, per non parlare poi del Nord Africa. Ma lasciamo che si scannino ta di loro, basta con gli interventi esterni,di soldati morti per la tasca di petrolieri ce ne sono stati fin troppi. Perché poi , si tratta solo di petrolio, altro che diritti umani e democrazia Di BUSH figlio ne abbamo un trite ricordo e delle ancor più tristi conseguenze. I mussulmani ? Ma che siscannino tra di loro, perché tanto sono uno peggio dell'altro, lo ediamo in Europa, non si integrano e pretendono d'imporci, usi e costumi loro e, quel che é peggio anche la loro religione. Ma che se ne vadano tutti da Allah !

Ritratto di indi

indi

Ven, 30/08/2013 - 08:44

È giunta l'ora che ognuno pensi a casa propria. Inglesi e Americani, paladini delle crociate della libertà, con o senza permesso dell'ONU, non hanno ancora perso, i primi l'istinto colonialista e i secondi la propensione al dominio cachetizzante. "Abbiano le prove dell'uso di armi chimiche". Sono le stesse prove che vantava Bush per invadere l'Iraq. È ora di finirla di seguire come pecoroni, gli anglosassoni, che siano essi gli indigeni dell'isola madre che i deportati nelle colonie d'oltre atlantico.

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 30/08/2013 - 09:20

Trovare prove ? Basta cercarle coi metodi di certi giudici nostrani.....