Kenya, attacco a turisti italiani

Un commando di sei persone incappucciate ha assaltato con pistole e machete un gruppo di ville private per rapinarle

Ancora un attacco a turisti italiani a Malindi, in Kenya. Un commando di sei persone incappucciate ha assaltato con pistole e machete un gruppo di ville private per rapinarle. Un italiano è stato ferito a colpi d’arma da fuoco: trasportato in ospedale sarebbe fuori pericolo.

Un altro è stato accoltellato a una mano. La Farnesina ha confermato la notizia. Il rappresentante consolare di Malindi Roberto Macrì sta seguendo la vicenda sul posto. Secondo fonti vicine alla polizia locale, l'assalto potrebbe essere opera della stessa banda che la notte tra il 3 e 4 febbraio ferì alla nuca una giovane donna bresciana ospite di un resort a Watamu Bay. Appena due settimane fa in un resort di Mayungu, Paola Boglio era sopravvissuta per miracolo a un colpo di pistola che l’aveva ferita alla nuca. Dopo 48 ore di ricovero nell’ospedale di Malindi, ha fatto rientro in Italia in buone condizioni di salute.

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Mer, 20/02/2013 - 10:32

e poi dicono che in italia vi è il razzismo..ma quello che fanno i negri nelle loro lande contro gli stranieri?? è sempre "terrorismo"..??

unclesam1

Mer, 20/02/2013 - 10:41

Non c'è pace in questo mondo. E qui vogliamo aumentare l'immigrazione, così saremo stranieri a casa nostra.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 20/02/2013 - 11:17

@abj14... che cuore grande gli africani hahahah ma è sicuramente colpa di pigiapia che ha tolto i militari dalle strade! hahahah

fabiotiziano

Mer, 20/02/2013 - 11:19

a rapax: Ma tu lo conosci il significato della parola razzismo? Quelli che tu chiami negri eseguono delle rapine nei confronti dei ricchi che, guarda un po', casualmente sono visi smorti... l'obiettivo sono i soldi, come accade in qualsiasi altra parte del mondo, nulla a che vedere con il razzismo.

Ritratto di 62faina38

62faina38

Mer, 20/02/2013 - 11:33

x fabiotiziano, da come ai scritto devi essere abbronzato (non dico negro) come li chiami quelli che rubano ai ricchi dalla faccia smorta.

fabiotiziano

Mer, 20/02/2013 - 11:51

a 62faina38: prima di tutto "ai scritto" si scrive con l'acca, secondo, non sono "abbronzato", quelli che rubano li chiamo criminali, non razzisti. Inquadrare le persone in base al colore della pelle o al paese di origine, sport peraltro molto praticato da voi benpensanti, non mi appartiene. Un delinquente è un delinquente a prescindere dal colore o dalla nazionalità.

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 20/02/2013 - 11:52

sharm el sheikh, no, là mi espropriano, a malindi no, mi rapinano. Tanto vale restare a casa.

Mario-64

Mer, 20/02/2013 - 12:02

Mi sa' che torneremo a fare le vacanze a Rimini...

Nadia Vouch

Mer, 20/02/2013 - 13:39

Già più di venti anni fa mi furono fatti dei racconti su quanto fosse difficile la convivenza in Kenja tra europei e locali. Le frasi, che più persone che là vivevano o avevano vissuto, in diverse occasioni mi dissero, e che ancora mi colpiscono, furono: "Non girare mai loro le spalle. Mai fidarsi" o anche "Puoi credere di avere accanto a te un fratello, qualcuno che conosci fin da piccolo, cui hai dato tutto. Ma, appena giri le spalle, ti può ammazzare. Per prenderti anche solo un orologio" oppure "Persone che si credevano amiche, come fratelli, hanno ucciso...io mi sono salvato per caso. Tutto per rubare due cose" oppure "Ti ammazzano per rubare qualunque cosa". E avanti così. Questi i racconti di diverse persone in tempi diversi. Oggi, credo che la situazione sarà ancora peggiore rispetto a venti o dieci anni fa.

Gianca59

Mer, 20/02/2013 - 14:01

Un bel posticino...da cui stare alla larga.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 20/02/2013 - 14:17

E' tanto bella l'Italia, che ci vanno a fare in Africa a farsi ammazzare da quella gente?

Marcello.Oltolina

Mer, 20/02/2013 - 14:49

In Kenya come in tane altre nazioni africane il razzismo lo praticano giornalmente su scala industriale gli stessi indigeni tra di loro dove si vedono contrapporre a colpi di macete bande di delinquenti, ed il fenomeno si sta allargando agli stranieri.

rinaldo

Mer, 20/02/2013 - 15:08

Ma da sempre in Kenya è così. Anche le spiagge sono sempre sorvegliate giorno e notte da uomini armati ingaggiati dai resorts. X me è una polveriera pronta ad espolodere. C'è ancora un grande abisso tra i ceti della popolazione. Sono troppo poveri e troppo ricchi. Quindi !!!!!

Nadia Vouch

Mer, 20/02/2013 - 15:45

Inutile stare a sofisticare: Essi, così come tante altre popolazioni in territori sparsi nel mondo, ci vedono come colonialisti. Fingono di esserci amici, ma in realtà ci odiano. Ciò è ingiusto in tantissimi casi, poiché noi andiamo da Loro per aiutarLi. Ma Essi ci percepiscono come invasori e approfittatori.

Ritratto di Idiris

Idiris

Mer, 20/02/2013 - 15:51

Non mi stupisce che gli africani fuggono in massa verso L'europa. Per molti significa salvare la pelle. Africa e diventato u pericolo per tutti. Meglio non andarci laggiu.

Ritratto di Idiris

Idiris

Mer, 20/02/2013 - 15:52

Non mi stupisce che gli africani fuggono in massa verso L'europa. Per molti significa salvare la pelle. Africa è diventato u pericolo per tutti. Meglio non andarci laggiu.

gian carlo galli

Mer, 20/02/2013 - 17:02

turisti italiani lasciate il Kenia. troppe bande armate fanno quello che vogliono mettendo a rischio la vostra vita. e' il nostro ministero degli esteri, fara' o dira' pur qualcosa ...... ????

mila

Mer, 20/02/2013 - 17:14

Chi fa investimenti e compera in case in quei luoghi e' almeno ingenuo e imprudente.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 20/02/2013 - 18:30

Primavera africana.....

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 21/02/2013 - 09:21

Non so se avete notato ma sui media, dopo l'arrivo della flotta russa sulle coste della Siria, non escono più notizie su quella nazione, sugli "ipotetici" ribelli e sulle "misteriose" forze che li stanno aiutando. Neanche una riga sui "massacri" siriani. Improvvisamente l'urgenza in Siria è sparita dalle prime pagine, così come la lotta del popolo "ribelle" al dittatore. Come si vede è cessata l'urgenza di soffiare sul fuoco della "libertà" e della "democrazia". Passi che lo facciano le nazioni interessate ma non trovate strano che lo facciano tutti i nostri media? E' comprensibile che un quotidiano segua la sua linea politica, cancellando notizie o modificandole nell'aspetto e nel giudizio ma è incredibile, anzi, stranissimo che lo facciano tutti i quotidiani, non trovate?

mbotawy'

Gio, 21/02/2013 - 15:00

Perche' questi assalti nel Kenya Coast sono rivolti solo agli italiani? La ragione e' dovuta,al contrario degli altri stranieri,inglesi in particolare,per la nostra infantile dabbenaggine verso questi kenyoti. i quali essendone da tempo a conoscenza, ne approfittano.Non lo dico per sentito dire,ms perche'ho esperienza per aver vissuto in Kenya per ben 15 anni, particolarmente nella North Coast (Mombasa-Mambrui).