L'accusa: «Sono salite sul palco prive del visto per le attività commerciali»

Sono salite sul palco sprovviste di un visto adeguato per le «attività commerciali». Vladimir Putin punta il dito contro le pop star Madonna e Lady Gaga, che ora rischiano problemi legali nel paese per aver tenuto i loro concerti munite solo di un visto turistico e, quindi, per aver contravvenuto alle leggi esistenti che richiedono visti ad hoc per lavorare ed esibirsi.
L'accusa mossa alle regine del pop rischia di alimentare gli attriti già esistenti fra Stati Uniti e Russia: da Edward Snowden, la «talpa del Datagate, al divieto per le famiglie americane di adottare bambini russi, passando per il bando imposto alla «propaganda omosessuale» a rischio di accuse penali.
Un tema, quest'ultimo, che ha fatto ipotizzare da più parti il possibile boicottaggio delle Olimpiadi invernali in programma a Sochi nel 2014 dopo che il ministro dello sport russo, Vitaly Mutko, ha precisato che la normativa che vieta la «propaganda delle relazioni sessuali non tradizionali» nelle vicinanze di minori dovrà essere rispettata anche dagli atleti stranieri. Dimostrazioni d'affetto pubbliche da parte di gay, incluso il tenersi per mano o mostrare simboli come la bandiera arcobaleno, sono ora illegali: a chi viola la norma saranno imposte multe e anche periodi di carcere. Gli stranieri si trovano a far fronte alle stesse penalità, oltre che alla deportazione.
Proprio Madonna e Lady Gaga sono già state accusate nel 2012 dal politico russo Vitaly Milonov di aver promosso l'omosessualità presso i minori durante i loro show. Madonna, infatti, ha usato il suo spettacolo di Mosca per esprimere il proprio appoggio alle Pussy Riot, finite in carcere per commenti contro Vladimir Putin.

Commenti

fcf

Mar, 06/08/2013 - 11:11

E' veramente esilarante rilevare che nella ex URSS ci sia più attenzione alla morale comune e più rispetto verso la religione cristiana che nei Paesi occidentali che si definiscono progressisti. (quale progresso? )

nino47

Mer, 07/08/2013 - 10:52

Putin ha semplicemente ragione, anche se per noi bizantini del tutto non è chiaro: Primo, se le leggi esistono , esistono per tutti, Madonna e Gaga comprese. Secondo, dare in adozione i propri figli al nemico di sempre equivale ad allevarsi le serpi in seno. Terzo, per detti "eroi" tipo Snowden che normalmente dovrebbero essere considerati dei semplici "traditori" e che invece come tali da noi vengono molto apprezzati, conceder un anno di asilo a patto che stia zitto è anche troppo! Quarto, in quanto ai mutanti del sesso ognuno può esserne orgoglioso come vuole..però c'è anche chi preferisce stenderci sopra un velo di silenzio anziché sbatterseli in faccia di proposito. E questo è quanto!

nalegior63

Mer, 07/08/2013 - 21:32

GRANDE PUTIN o meglio la mediocrita della setta BILDERBERG/GAS/petrolio innalza il presidente RUSSO orA paladino della democrazia e del rispetto delle culture dei popoli SOVRANI in casa loro...grazie SILVIO grazie PUTIN riposa in pace GHEDDAFI