Licenziato consigliere di Erdogan che prese a calci un manifestante

Dopo i fatti rimase assente dal lavoro per malattia per una settimana

Yusuf Yerkel, consigliere del premier turco Recep Tayyip Erdogan, che fu immortalato mentre prendeva a calci un manifestante a Soma, città dove di recente centinaia di persone sono morte in un grave incidente minerario, è stato licenziato.

Yerkel, direttore del gabinetto del primo ministro, era finito sui giornali di tutto il montaggio per una sequenza fotografica in cui lo si vede infierire su un uomo bloccato a terra. Mercoledì è stato rimosso dal suo incarico.

Nei giorni successivi ai fatti, il consigliere era rimasto assente dal lavoro per malattia. In ospedale gli era stato diagnosticato un trauma ai tessuti molli.