Los Roques, trovato in fondo al mare l'aereo scomparso con otto italiani

Cinque anni dopo, il mistero dell'aereo scomparso a Los Roques il 4 gennaio del 2008 sembra risolto: il velivolo, sul quale viaggiavano otto italiani, è stato localizzato in fondo al mare, a nove chilometri dall'arcipelago venezuelano. Con il ritrovamento si riaccende anche la speranza di individuare anche l'aereo, scomparso sempre a Los Roques il 4 gennaio scorso, a bordo del quale si trovavano quattro italiani, fra cui Vittorio Missoni.
L'aereo localizzato è un bimotore turboelica L410. Era sparito il 4 gennaio 2008, quando stava per atterrare nell'arcipelago venezuelano, dopo neanche mezz'ora di volo da Caracas. A bordo c'erano in tutto 14 persone. Le ricerche partirono subito e durarono per mesi ma non furono mai trovati neanche i corpi dei passeggeri (tranne quello del copilota venezuelano). Poco prima che il velivolo scomparisse dai radar, il pilota aveva segnalato un guasto ai motori. A bordo c'erano una famiglia del Trevigiano, Paolo Durante, la moglie Bruna e le due figlie; una coppia romana, Stefano Fragione e Fabiola Napoli; due amiche bolognesi, Annalisa Montanari e Rita Calanni Rindina.
Il mistero è stato risolto grazie alla nave oceanografica statunitense SeaScout, dotata di sofisticate apparecchiature per i rilevamenti marini. Per Giancarlo Naldi, zio di Annalisa Montanari, «è una buona notizia» perché si potrà «far luce» sulle cause dell'incidente. Ma il ritrovamento «riapre una piaga che si vorrebbe tenere definitivamente chiusa».