Maltempo in Europa centrale: scatta l'emergenza Danubio

Il livello dei fiumi Danubio, Reno e Neckar è altissimo. Evacuazioni in Germania e Austria. Tre morti nella Repubblica ceca: allerta a Praga

L'allarme maltempo torna a spaventare il Vecchio Continente. L'Europa centrale è stata colpita da una violentissima ondata di piogge, insolita per questo periodo dell’anno. In Germania il Danubio è a rischio esondazione. L’allerta è stata lanciato nell’ovest del Paese. Anche in Repubblica Ceca, Austria e Svizzera la soglia dell'attenzione è piuttosto elevata.

Allerta maltempo in Europa

Preoccupa la situazione dei tre principali fiumi, Danubio, Reno e Neckar che continuano a salire mentre i meteorologi prevedono piogge anche nei prossimi giorni. Già domani il Danubio potrebbe arrivare a raddoppiare il livello delle acque. In Germania la pioggia cade ormai incessantemente da quattro settimane e, secondo i metereologi, almeno due persone sono morte a causa del maltempo. L’allerta per le inondazioni è stata lanciata anche in Repubblica Ceca, Austria e Svizzera dove le autorità hanno rafforzato le misure lungo i fiumi per possibile esondazioni: il livello di molti fiumi e laghi - tra cui l’Aare a Berna, del Reno a Basilea e del lago di Bienne - resta infatti vicino ai livelli d’allarme, soprattutto a causa delle precipitazioni della scorsa notte. La morsa del maltempo, si sta allentando invece, nella Svizzera tedesca dove soprattutto a ovest e a est la situazione dovrebbe migliorare grazie a un fronte di alta pressione centrato sulla Gran Bretagna, con la cessazione delle precipitazioni.

Inondazioni, morti e dispersi in Repubblica Ceca

Due persone sono morte e tre risultano disperse a Praga colpita da violente inondazioni. Una donna, invece, è morta nel crollo del suo chalet a Trebenice, a una trentina di chilometri a sud di Praga, in seguito alle inondazioni causate dalle piogge torrenziali. "Un’altra persona è rimasta intrappolata nelle macerie dello stesso chalet", ha fatto sapere il portavoce della polizia, Zdenek Chalupa precisando che i lavori di salvataggio sono "estremamente complicati". Due uomini che si trovavano su un gommone risultano dispersi nella stessa regione, mentre un’altra persona risulta dispersa nella regione di Pilsen. A causa delle inondazioni le autorità hanno dichiarato lo stato di emergenza in una cinquantina di località della Boemia, nella parte occidentale della Repubblica Ceca.

Un morto e due dispersi in Austria

Una persona è morta ed altre due risultano disperse in Austria a causa delle frane innescate dalle violente piogge che si stanno abbattendo su mezza Europa.
Le autorità hanno riferito anche che più di 300 persone sono state evacuate dalle loro abitazioni minacciate dai fiumi in piena. Lo stato di allerta è stato decretato in gran parte delle province occidentali del Vorarlberg, del Tirolo e di Salisburgo, così come nella provincia dell’Alta Austria.

Le Ferrovie Federali Austriache hanno annunciato che il traffico ferroviario è stato interrotto a causa di frane in molte parti delle province di Salisburgo e del
Tirolo. Parte della strada che dall’Austria porta verso la Svizzera è stata chiusa, così come molte strade in varie regioni dell’Austria. A Linz, nel nord del Paese, il Danubio è in piena e i vigili del fuoco hanno chiuso al traffico diverse zone della città. Nel Vorarlberg, solo nella giornata di ieri, sono caduti 132 millimetri di pioggia, secondo il centro meteo Zamg.

Commenti

mar75

Dom, 02/06/2013 - 18:50

Domani leggeremo il solito articolo di Battaglia che ci spiegherà che sono semplici eventi naturali e che non è in atto una modifica del clima come ripetuto più volte dagli scienziati (ovviamente di sinistra!!!) ? Ricordo che il riscaldamento globale non si identifica necessariamente in un evidente aumento della temperatura ma in una alterazione degli eventi climatici che passano da un estremo all'altro fino a quando non si stabilizzerà tutto. Se accendete un termosifone in una stanza, l'aria calda produrrà dei movimenti dell'aria all'interno della stanza fino a quando la temperatura non si sarà stabilizzata. Ora trasferite questo concetto ad una "stanza" un po' più grande che contiene la Terra, il riscaldamento dell'aria sarà maggiore nelle latitudini vicine all'equatore e questo produrrà dei movimenti dell'aria in tutto il globo generando brusche variazioni del clima fino a quando la temperatura non si sarà stabilizzata. Regge come teoria?

linoalo1

Lun, 03/06/2013 - 08:08

Ma allora,non solol'Italia non era preparata a simili avvenimenti atmosferici!Magistrati Italiani,perchè non mettete sotto inchiesta anche tutta l'Europa e non solo qualche personaggio Italiano,che ritenete responsabile di alcune passate alluvioni qui in Italia?Per fortuna,che,in Europa,non sono avvenuti Terremoti!Altrimenti avremmo tutta l?Europa sotto inchiesta!Si,perchè,secondo qualcuno,i terremoti vanno previsti ed anche di che intensità,così come bisogna prevedere esattamente dove,quando e,soprattutto,quanto pioverà ed anche gli eventuali danni!La cosa migliore,sarebbe quella di munire Meteorologi e Sismologi,di una valida sfera di cristallo!Lino.

franco@Trier -DE

Lun, 03/06/2013 - 08:26

strano qui da me c'è il sole

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 03/06/2013 - 09:29

Alluvione del Polesine, Arno........ e avevo ancora la stufa a legna. A scuola meno ideologia, non serve maledire il Cav. Ci sono moti di rotazione, rivoluzione (intorno al sole...), precessione degli equinozi, nutazione.... E la verde Groenlandia, come mai si sta freddini, lassù, oppure è colpa della mia panda se oggi hanno caldo il Lapponia ? Ma daiiiiiii

Noidi

Lun, 03/06/2013 - 11:33

@franco@Trier -DE: Non diciamo vaccate, in molti Länder tedeschi la sitazione è critica.

Noidi

Lun, 03/06/2013 - 11:37

@linoalo1: Ecco l'idiota di turno. Qui in Germania la sitazione è molto tesa, però non richiedono lo stato di calamità naturale come si fà in Italia dopo 4 gocce. Negli ultimi giorni sono caduti ca. 300 litri per mq, in Italia bastano 5 litri ed è già emergenza. Dimenticavo, la pioggia è colpa dei comunisti (questa sicuramente Le piace, vista il Suo intelletto da patata, senza offendere le patate).

External

Lun, 03/06/2013 - 12:26

Comunque, caro amico Noidi, nell'alluvione del 2011 in Liguria sono caduti 300 mm d'acqua in DUE giorni.

Noidi

Lun, 03/06/2013 - 14:07

@External: Infatti in Liguria ancora si leccano le ferite per una tragedia annunciata. Siamo sinceri, in Italia se non c'è un'emergenza non si fà niente. E basterebbe cosi poco (pulizia periodica dei letti dei fiumi, irrobustimento degli argini etc) per evitare tragedie che in Italia si manifestano ogni volta che cadono 4 gocce.

franco@Trier -DE

Lun, 03/06/2013 - 15:08

in molti ma non nel mio bifolco www.trier.de www.wetter.com guarda qui il tempo come è da me guardalo per 16 giorni in anticipo e relative cam.