Marò, l'India assicura: "Il processo sarà breve, no alla pena di morte"

Il premier indiano a Monti: "La decisione di rispettare gli impegni facilita una soluzione positiva della vicenda"

I marò italiani Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

Il processo a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sarà rapido e i due non rischieranno la pena di morte. Lo ha assicurato il premier indiano Manmohan Singh a Mario Monti.

I due si sono sentiti a lungo al telegono e il premier indiano ha apprezzato la decisione di rispettare l'impegno e rimandare i due militari in india. "Tale responsabile decisione da parte italiana contribuirà a rendere più sollecita una positiva soluzione del caso", ha assicurato Singh ribadendo che "il caso non rientra fra quelli che possono comportare la pena di morte".

Commenti

Ilgenerale

Mar, 09/04/2013 - 20:25

....ma ci mancherebbe pure la pena di morte, ma stiamo scherzando! Monti vai a lavorare al circo , quello è il tuo posto!

viento2

Mar, 09/04/2013 - 20:58

ci hanno fatto la grazia che la finiscano con questa farsa li condannino e che tornino subito in Patria dalle loro famiglie

mares57

Mar, 09/04/2013 - 21:00

Positiva?

billyjane

Mer, 10/04/2013 - 00:49

Siamo sollevati! Però c e da chiedersi se, nel dubbio, fosse stato il caso di rispedirli. Valà monti, (terzi è già andato) de mistura...e mo?

franco@Trier -DE

Mer, 10/04/2013 - 10:57

per omicidio là c'è la pena di morte, si vede ilgenerale che sei in Italia e abituato alle leggi italiane.

killkoms

Mer, 10/04/2013 - 14:31

@francotrier,pensa ai tuoi connazionali acquisiti,che solo di ebrei ne hanno 6 milioni sulla coscienza!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 10/04/2013 - 16:14

No alla pena di morte. Tutt'al più l'ergastolo. In omaggio alla ritrovata e possente autorevolezza dell'Italia in campo internazionale.