Margaret Thatcher e i guai giudiziari del figlio Mark

Il figlio della Lady di Ferro playboy e golpista che la fece disperare

Non solo successi nella vita di Margaret Thatcher. Uno dei suoi più grandi crucci fu il figlio Sir Mark, secondo baronetto di Scotney e gemello di Carol.

Ora 59enne, è finito spesso sulle cronache per il suo stile di vita da playboy e bon vivant, sempre sul filo della legalità. Pilota di rally fallito (nel 1982 si perse per sei giorni nel desertio del Sahar in una Parigi-Dakar), nel 1998 si trasferì in Sud Africa dove venne indagato per uno scandalo di prestiti concessi a tassi di usura, il 20%, ad oltre 900 tra agenti di polizia e funzionari del governo.

Il 25 agosto del 2004 venne poi arrestato a Città del Capo con l’accusa di aver finanziato un golpe nella Guinea Equatoriale, organizzato dall’amico Simon Mann. Rischiava una condanna fino a 15 anni, ma ne patteggiò una di 4 anni con la condizionale e il pagamento di una multa di 3 milioni di Rand (circa 500.000 dollari). Riuscì a non fare un giorno di prigione, ma da allora gli Usa gli negarono il visto mentre il principato di Monaco lo dichiarò, "persona non grata".