Morto Suleiman, capo delle spie di MubarakL'ex uomo forte dell'Egitto

Durante gli ultimi anni dell'era di Hosni Mubarak, in molti avevano creduto che il successore del rais egiziano sarebbe stato lui. Omar Suleiman, enigmatico capo dei servizi segreti egiziani, è stato un pilastro del potere del presidente destituito da una rivoluzione di piazza a febbraio 2011. É morto ieri, all'età di 77 anni, mentre si stava sottoponendo a test clinici negli Stati Uniti. Per alcuni giorni, mentre il regime collassava sotto il colpi della piazza, Suleiman è stato il numero due del rais. E pochi mesi fa, prima di essere disqualificato da una Commissione elettorale, è stato uno dei candidati alla presidenza, poi conquistata da un membro di quei Fratelli musulmani che per anni aveva lavorato a reprimere.