Morta donna che certificò la nascita di Obama: scatenati i complottisti

Loretta Fuddy vittima di un incidente aereo alle Hawaii. E c'è chi (come Donald Trump) punta il dito sulla Casa Bianca

Da tempo negli Stati Uniti alcuni gruppi ultraconservatori, non estranei a un certo complottismo, seguono con interesse le vicende legate alla nascita del presidente Barack Obama, sostenendo che il leader statunitense non sarebbe nato in suolo americano, che dunque non avrebbe i titoli per occupare il suo posto.

Le voci si erano chetate per qualche tempo, ma sono tornate a farsi sentire quando, mercoledì scorso, è morta in un incidente aereo la donna che certificò la nascita di Obama. Loretta Fuddy, direttrice del dipartimento di sanità delle Hawaii è scomparsa in seguito a un incidente mortale al largo dell'isola di Molokai.

Il Cessna Grand Caravan su cui viaggiava la Fuddy, insieme ad altre otto persone, si è schiantato in acqua, probabilmente per un guasto al motore. Nello schianto è morta soltanto la donna.

Patrick Killilea, reverendo che ha incontrato i sopravvissuti dell'incidente, ha detto che al momento dello schianto la donna aveva un giubbotto di salvataggio ed era con il vice direttore del dipartimento di Sanità, Keith Yamamoto. La Fuddy si sarebbe lasciata andare all'improvviso.

L'episodio ha subito fatto scatenare le dicerie. Chi sostiene la tesi che Obama non sia nato negli Stati Uniti non ci ha messo molto a bollare l'episodio come sospetto, arrivando a dire che non si sarebbe trattato di un incidente, ma che piuttosto la Casa Bianca "stava dando gli ultimi ritocchi" alla versione ufficiale dei fatti. Tra i sostenitori più in vista Donald J. Trump.

Commenti

Massimo Bocci

Sab, 14/12/2013 - 12:09

Sig. Donald J. Trump in Italia c'èra un navigato statista che ripeteva spesso,.....a persar male è un peccato, ma MOLTE VOLTE CI SI AZZECCA!!!!!

Ilgenerale

Sab, 14/12/2013 - 12:16

Non so se Obama sia nato in USA , ma una cosa e' certa , non sono nati in USA i suoi genitori: Africano!

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 14/12/2013 - 15:24

Sono da tempo convinto che Obama non abbia i requisiti di nascita per dirsi americano e quindi farsi eleggere Presidente USA. Credo cha abbia falsificato i suoi dati e come me lo credono numerosi americani. Tuttavia la morte di questa persona no credo che abbia a che fare con lui. Doveva avere una certa etò e, in un incidente di quel genere, è più facile che si salvi gente giovane che anziana. Certo che la coincidenza risulta, comunque, strana.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 14/12/2013 - 15:29

Il generale, fascistello dei miei stivali e latitante all'estero, almeno Obama i genitori li aveva. I suoi invece l'hanno evidentemente abbandonata nei rifiuti appena l'hanno vista.

mar75

Sab, 14/12/2013 - 15:40

@Ilgenerale: infatti non sono i genitori ad essere diventati presidenti.... Lui è nato negli USA e quindi è statunitense e ha tutto il diritto di esserlo se viene votato.

eras

Sab, 14/12/2013 - 16:05

Beh se ci sono etnie di tutti i tipi tanto vale fare un presidente clandestino ahahah

Ritratto di scappato

scappato

Sab, 14/12/2013 - 16:43

4 mar75: come fa lei ad esserne così sicuro? Era presente nella sala parto? Solo i fessi sono sempre certi di cose che non possono sapere.

ESILIATO

Sab, 14/12/2013 - 16:53

Obama e' la peggior cosa che possa essere accaduta a questo paese, prima lo mettiamo da parte e meglio e' per tutti....non ne azzecca una neanche per sbaglio...

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 14/12/2013 - 20:06

@ Ilgenerale - Lei é retrocesso a recluta semplice. Barack Obama aveva madre statunitense e padre keniota (http://it.wikipedia.org/wiki/Barack_Obama). Prima di scrivere sciocchezze, accertarsi e lasciare a casa il razzismo, l'estremismo, la faciloneria.

blues188

Sab, 14/12/2013 - 20:20

mar75, quando di deve leggere una stupidaggine tu sei sempre tra i primi. Ti piace farti notare o sei mancante di qualcosa di sano e pulito?

brunog

Dom, 15/12/2013 - 01:09

Ilgenerale, il padre, nero, era uno studente del Kenia negli USA, la madre era bianca, nata in Wichita, Kansas. Obama e' stato cresciuto dai nonni materni nelle Hawaii. La famiglia della madre si trasferi' nelle Hawaii dal Kansas subito dopo essere diventate parte delgli USA. Obama nacque nel 1961 in territorio americano.

Raoul Pontalti

Dom, 15/12/2013 - 11:15

ilgenerale dell'Armata Brancaconiglio (versione più scassata della sgangherata Armata Brancaleone) deve sapere che i genitori ordinariamente sono due (con gli uteri in affitto le cose cambiano...) e normalmente appunto di sesso opposto e nel caso di Obama siamo, per quanto riguarda la biologia e i sani istinti sessuali degli ascendenti, nella normalità. L'omonimo padre di Barack era di etnia Luo e di cittadinanza keniota, ossia "africano" per nascita, la madre invece era di etnia "caucasica", più precisamen te do ascendenze anglo-tedesche, e nacque a Wichita, nel Kansas, ossia negli USA. Ma per la legge statunitense ha rilevanza il luogo di nascita del candidato presidente e non dei suoi genitori e Barack Obama è nato a Honolulu, territorio USA. La signora 65enne Fuddy, tragicamente scomparsa l'altro giorno, esibì alla stampa nel 2011 la copia del certificato di nascita del presidente Obama e ne attestò l'autenticità in quanto ella lo deteneva come "director of the Hawai‘i State Department of Health" . Se lo avesse falsificato allora o fosse stata a conoscenza di un presunto falso, il servigio lo aveva già reso, non avrebbe avuto quindi alcun senso sopprimere un "testimone scomodo" magari "pentito", posto che ora non è Obama a dover dimostrare di essere nato negli USA, ma altri a fornire prove che il presidente è nato altrove. La rielezione di Obama è avvenuta e nessuno può più farci nulla: per la decadenza dovuta al mancato requisito della nascita sul suolo USA la procedura sarebbe troppo lunga.

albertzanna

Dom, 15/12/2013 - 11:31

E' strano, molto strano. Io ho il brevetto di pilota da quasi 40 anni e alcune migliaia di ore di volo. Ne ho passate, di occasioni difficili, volando ed ho rischiato i miei incidenti. Ho avuto amici morti, purtroppo, precipitando a terra, ma ammetto che uno schianto sull'acqua in cui muore una sola persona su 8, e neppure a farlo apposta si tratta dell'unica che avesse certificato la nascita hawaiiana di Obama, beh, consentitemi, mi appare una di quelle combinazioni da vincita di una lotteria a livello mondiale, dove il primo premio siano 100 miliardi di dollari...... e sia stato venduto un solo biglietto!! Conoscendo Obama, di cui non avevo alcuna stima prima della sua elezione presidenziale (perché è da sempre un comunista) e ne ho sotto zero ora, dopo un mandato e un anno del secondo, posso tranquillamente ipotizzare che, avvicinandosi il voto delle elezioni di mid term americane, nel novembre del 2014, ci si può aspettare di tutto, soprattutto dopo che sono circolate voci, alla Casa Bianca, di un possibile aggiramento del 22° emendamento della Costituzione, che vieta il terzo mandato, che Obama agognerebbe per completare la sua nefanda opera di socialistizzazione (in senso comunista) degli Stati Uniti. Ed i soliti difensori ad oltranza dell'ovvio, che leggo quì sopra, si astengano dal dirmi che io sono razzista. Ho dipendenti ed amici carissimi di colore, che sono veri americani, e non odiano il paese come fa Obama, e peggio di lui fa la sempre ingrugnita Michelle, quella sì, una vera razzista alla rovescia, che vorrebbe tornare agli autobus, vecchi e rugginosi, riservati ai soli bianchi, che lei considera razza inferiore Albertzanna

mar75

Dom, 15/12/2013 - 11:35

@scappato: non ho assistito neanche alla sua nascita, quindi devo dubitare del suo atto di nascita italiano? Non sia ridicolo. L'atto di nascita è stato dichiarato autentico e certifica che è nato su suolo USA. Inoltre la madre era americana, o vuole negare anche quello? Mettetevi il cuore in pace, è statunitense ed è stato eletto presidente per ben due volte.

mar75

Dom, 15/12/2013 - 11:39

@blues188: quello che scrive stupidaggini con frasi infarcite di razzismo e luoghi comuni è lei non io. Mi dica dov'è la stupidaggine che ho scritto altrimenti stia zitto invece di scrivere a caso. Io ho scritto che c'è un atto di nascita UFFICIALE che ne certifica la nascita in suolo americano, da madre statunitense. Se volete ancora negare l'evidenza e passare voi per stupidi o ignoranti fate pure....

albertzanna

Dom, 15/12/2013 - 16:05

Sig. Raul Pontalti - Penso che lei si stia attribuendo poteri che non ha. Qui, negli USA, la polemica circa la nascita americana, o no, di Obama, non è roba da ridere, perché c'è di mezzo la Costituzione Americana, quella Costituzione che il sig. Obama sta tentando di stracciare, perché non funzionale ai suoi progetti di dominazione. Vede, fuori dagli USA si possono raccontare tutte le barzellette che si vuole, ma qui la cosa ha una certa importanza, perché va a violare ciò che di più sacro esiste, in questa nazione: la credibilità dei Padri Fondatori e la credibilità nelle istituzioni americane. Se lei fosse una persona accurata, nei suoi commenti, saprebbe che la questione della veridicità, o meno, del certificato di nascita di Obama è questione molto delicata, e che se ancora non è stata fatta luce su una serie di interrogativi è perchè lui non ha interesse che questa luce venga accesa. E il certificato di nascita che è stato fornito, non direttamente da Obama ma da persone del suo staff, E' UNA FOTOCOPIA! Infatti sul certificato c'è scritto chiaramente "Certified copy of registration of Birth" ed è scritto a macchina oltretutto con scritta molto chiara fatta a macchina su un modulo molto vecchio, nel 1961. Ora, è sufficiente prendere un qualsiasi documento, anche scritto a macchina, vecchio di 52 anni, per vedere che la scritta appare invecchiata, mentre quella del certificato di Obama pare come scritta ieri con una vecchia macchina a nastro. E ripeto, nessuno ha mai visto l'originale. In più nessuno è mai riuscito a vedere l'originale della registrazione dell'ospedale che riporti anche il nome del dottore che ha fatto nascere il bambino, e che è morto da tempo. Inoltre sappia, sig. Pontalti, che negli USA la procedura per procedere fare decadere un presidente che si sia macchiato di gravi reati o di spergiuro è molto veloce, se le prove sono chiare anche in una settimana viene votata dalla House e dal Senato.

Raoul Pontalti

Lun, 16/12/2013 - 11:32

Al pilota di aquiloni che vede complotti in un banale incidente aereo: a) la "certified copy" se autenticata riproduce a tutti gli effetti l'originale, b) il certificato di nascita non è però l'atto di nascita (da noi custodito dal comune che lo ha formato, ossia dove è avventa la nascita) bensì il documento che, prodotto da un pubblico ufficiale sulla base della ricognizione dell'atto da lui custodito, rende pubblica la risultanza dei dati contenuti nell'atto esaminato. In internet si ritrova riprodotto il certificato (non la copia autenticata) del 1961, così come certificati successivi. Ridicola la considerazione sulla leggibilità del documento: io stesso sono in possesso di documenti di mio nonno di fine 800 e di mio padre degli anni 20 e 30 del secolo scorso perfettamente leggibili "come fossero stati scritti ieri". La signora tragicamente scomparsa non era dello staff di Obama ma funzionaria statale (non federale) in Honolulu e oltre a non aver potuto formare l'atto originale se non altro per ragioni anagrafiche (avrebbe avuto 13 anni al momento della nascita di Obama...) non avrebbe potuto nemmeno formare certificati sulla base di atti non posseduti, bensì solo autenticare copie degli stessi. Sulla procedura di decadenza dalla carica di presidente USA: in sé è relativamente rapida una volta accertata la mancanza di un requisito essenziale, ma il problema è dimostrare l'insussistenza del requisito e ciò richiederebbe, ammessane la possibilità effettuale, molto tempo dovendosi rammentare che "onus probandi incumbit ei qui dicit" (l'onere della prova incombe su colui che afferma, nel caso di specie essere false le dichiarazioni di Obama e la documentazione da lui prodotta a sostegno).

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mar, 07/01/2014 - 22:48

brunog Dom, 15/12/2013 - 01:09 Tu devi essere nato "imparato" per avere tutte quelle certezze. Hazzz !!!!!!