New York, inizia l'era De Blasio: il sindaco alla cerimonia in metro

Ieri il giuramento nelle mani del procuratore generale dello Stato e di Bill Clinton. Poi il primo discorso da sindaco: "Chiederemo ai ricchi di pagare un po' di più"

(Foto da Twitter)

È iniziata ieri l'era Bill de Blasio a New York. Il nuovo sindaco ha giurato prima davanti la sua casa di Brooklyn, poi davanti alla City Hall (il municipio). Una mano sulla bibbia che fu di F.D. Roosevelt e alla presenza dell'ex presidente Bill Clinton, De Blasio ha pronunciato il giuramento. Poi il primo discorso alla cittadinanza.

Una cerimonia semplice, quella di insediamento. Ad applaudirlo sono accorsi tanti newyorkesi, nonostante la giornata di festa e il grande freddo. E alla quale de Blasio, 52 anni, è arrivato in metropolitana con la sua famiglia: la moglie Chirlane e i figli Chiara e Dante, la prima first family interrazziale della storia della Grande Mela. Niente auto blu o sontuose scorte, come promesso.

Nel suo breve discorso il nuovo sindaco non ha tradito le attese, promettendo di cambiare il volto della città. Un cambiamento attraverso politiche fortemente progressiste e a sostegno delle famiglie e delle aree più disagiate della Grande Mela. "Siamo chiamati a porre fine alle ineguaglianze economiche e sociali che minacciano il futuro della città che amiamo", ha detto, "E oggi ci impegniamo per una nuova agenda progressista, la stessa che spesso ha scritto la storia della nostra città«. Un’agenda fatta di più servizi sociali e più diffusi sul territorio, contro una politica che più volte in campagna elettorale de Blasio ha definito manhattancentrica, tutta concentrata sugli interessi della City finanziaria. Qualcuno parla di agenda populista, ma sono in molti quelli che vedono in quello che potrà fare il primo sindaco democratico da vent’anni a questa parte come un laboratorio. Un laboratorio per sperimentare nuove politiche realmente in grado di contrastare le contraddizioni e le storture delle grandi aree metropolitane come New York".

E ha ribadito: "Chiederemo ai più ricchi di pagare un po' più tasse. Non vogliamo aspettare, vogliamo agire ora. Ci sono quelli che pensano che ora che siamo al governo le cose continueranno come prima. Ma voglio essere chiaro: quando dicevo che la storia delle due città, una ricca e una povera, finirà, volevo dire che lo farò. E lo farò". Non poteva mancare infine un saluto all’Italia, anche perché alla cerimonia era presente una nutrita delegazione di parenti e conoscenti venuti per l’occasione da Sant’Agata dei Goti, il paese in provincia di Benevento da cui partì la famiglia del nuovo sindaco di New York. "Grazie", ha detto in italiano, "Mi avete sempre sostenuto e guidato".

Commenti
Ritratto di serjoe

serjoe

Gio, 02/01/2014 - 13:56

"Chiederemo ai ricchi di pagare un po' di più"....hmmmmm..anche loro messi maluccio...alla ricerca dell'inciuccio.

NoSantoro

Gio, 02/01/2014 - 14:10

C'è chi va in bicicletta e chi in tram. Tutto fumo di sinistra.

NoSantoro

Gio, 02/01/2014 - 14:10

C'è chi va in bicicletta e chi in tram. Tutto fumo di sinistra.

ESILIATO

Gio, 02/01/2014 - 15:35

Si....e'andato in subway usando una carrozza "riservata" e scortato da una armata di poliziotti....

fiducioso

Gio, 02/01/2014 - 15:42

Il sindaco di sinistra di New York va in tram. L'assessore dell'ultimo paesino di sinistra italiano va in autoblu con 3/4 macchine di scorta. E' tutta qui la differenza tra una sinistra "normale" e la sinistra comunista italiana.

alfa553

Gio, 02/01/2014 - 16:35

Le solite idiozie della sinistra ancorché americana o italo americana.Questo tara o la fine del pollo o quella del tacchino con i ricchi.

Ritratto di frank.

frank.

Gio, 02/01/2014 - 17:26

Nosantoro, lo sappiamo, a voi piacciono soltanto quelli che vanno in autoblu (rigorosamente tedesca come ha imposto il vostro padrone), con 10/15 uomini di scorta, l'importante è che siano di forza italia! Se invece non lo si è, puoi andare in macchina, in tram, in metropolitana o a piedi, per voi è sempre tutto fumo di sinistra!

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Gio, 02/01/2014 - 17:59

New york..il centro del mondo, bbbbbbbruciiiiaaaa si vede

vivaitaly

Gio, 02/01/2014 - 20:07

Ora comincia anche la decadenza della citta' di New York. Poveri sinistri.

fedele50

Gio, 02/01/2014 - 20:55

AVANTI UN ALTRO SINISTRATO, NE VEDREMO DELLE BELLE, PALLONE GONFIATO, STI AMERICANI NON FINISCONO MAI DI FARSI DEL MALE , PEGGIO DEGLI ITALIOTI...

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Gio, 02/01/2014 - 21:54

Un altro che pensa che togliendo ai ricchi si diminuisca il numero dei poveri. Mi sa che anche lui ha visto troppi "cini".

epc

Ven, 03/01/2014 - 07:37

Ma come? Nessun sinistrato che gridi al "populismo" di De Blasio? Visto che, si sa, la sinistra statunitense è più a destra della destra italiana.....

epc

Ven, 03/01/2014 - 07:38

Comunque, vedete la differenza? Ci venisse Pisapia una volta ogni tanto a dare un'occhiata alla metropolitana di Milano, magari alle sette e mezza del mattino quando la prendo io......sempre che riesca ad entrare nella carrozza.....

vivaitaly

Lun, 06/01/2014 - 13:46

I migliori sindaci di New York sono stati due Italiani, Fiorello la Guardia e Giuliani. E ques'altro, DE Blasio sara' l'Italiano che rovinera' tutto cio' che La Guardia e Giuliani hanno fatto per New York.