NUOVO TESTIMONE«Lady Diana fu assassinata dai servizi segreti»

Lady Diana morì perché le Sas, le forze speciali britanniche, fecero balenare un fascio di luce sul volto del suo autista: è questo il nuovo, «convincente» indizio emerso nelle ultime settimane che ha indotto Scotland Yard a rivalutare il caso, 16 anni dopo l'incidente nel tunnel parigino dell'Alma. Un ex sergente Sas, noto come Soldato N, avrebbe fatto la sorprendente dichiarazione a suo moglie, dopo aver dato lezioni di guida avanzata, nel 2008, al principe William. Scotland Yard ha deciso di riaprire il caso dopo aver interrogato la donna.

Commenti

Raoul Pontalti

Lun, 16/09/2013 - 15:38

Di nuovo non c'è il testimone, che rimane appunto il soldato N. che si sarebbe confidato con la moglie la quale avrebbe confidato il tutto alla mamma la quale lo avrebbe confidato al marito il quale lo avrebbe riferito alla polizia (e questa è la versione breve di siffatto relata refero, ma ve ne sono altre contemplanti una moltitudine di femmine che hanno raccolto la confidenza: cugine, cognate, vicine, etc), bensì il fascio di luce in luogo del laser, ma ciò forse è in dipendenza del fatto che nel passaggio dall'orecchio muliebre che ascoltava la confidenza e la bocca che la riferiva (in gran segreto naturalmente) vi sia stata una rielaborazione. Aspettiamoci rivelazioni in ordine a luci stroboscopiche, luci nere (ossia raggi infrarossi), etc. in relazione alle fantasie delle diverse femmine rielaboratrici e rivelatrici della primitiva confidenza del soldato N. Potranno anche comparire agenti P e generali Z.

mbotawy'

Lun, 16/09/2013 - 20:57

La casa reale inglese ed in particolare la regina,come potevano accettare la continuazione degli scandali da parte della "lady D"? Con preferenza a soggetti egiziani e indiani,nonche previamente con amici del principe Charles.Una forma di vendetta verso il marito indifferente,con un enorme pregiudizio verso la H.M.