Obama: "Nel 2014 una svolta per l'economia degli Usa"

Il presidente Usa: "Ora siamo più forti". Sul Datagate: "Mi esprimo a gennaio, ma Snowden ci ha danneggiati"

"Il 2014 può essere l'anno della svolta". Lo ha detto Barack Obama nella tradizionale conferenza di fine anno: "Il Pil degli Stati Uniti è cresciuto alla velocità maggiore degli ultimi due anni, il tasso di disoccupazione è in calo e la situazione di bilancio migliorata", ha detto il presidente Usa, "Ci avviamo al prossimo anno con un'economia più forte dell'inizio del 2013".

Resta il problema dell'occupazione, che è la vera sfida del prossimo anno: "Nel 2013 le nostre aziende hanno creato altri 2 milioni di posti di lavoro". Per Obama non è stato però il peggiore anno alla Casa Bianca, anche se "ci sono stati alti e bassi" e se si dice "frustrato" dagli scarsi progressi sulle riforma dell'immigrazione. Un accenno anche all'Obamacare, la tanto contestata riforma sanitaria di cui beneficiano "milioni di americani".

Sulla questione Datagate, Obama ha promesso un discorso a gennaio, ma ha spiegato che "solo perché siamo in grado di fare qualcosa non vuol dire che dovremmo necessariamente farlo" e che sui programmi della Nsa potrebbe essere necessario apportare dei cambiamenti. Ad esempio, la massa di metadati raccolti potrebbero essere custoditi da aziende private invece che dal governo. Di certo le rivelazioni della "talpa" Edward Snowden "hanno danneggiato gli Usa" e "hanno danneggiato il modo con cui raccogliamo intelligence". 

Sulle politiche estere, il presidente Usa ha affermato poi che entro la fine del 2014 "la guerra in Afghanistan sarà finita" e che "grazie ai nostri soldati in tutto il mondo, siamo più sicuri". C’è inoltre "una possibilità di risolvere un problema per la sicurezza Usa che stiamo affrontato da un decennio", ha aggiunto riferendosi ai negoziati con l’Iran sul programma nucleare, "Il mio scopo è impedire che Teheran ottenga l’atomica e tutte le opzioni restano sul tavolo".

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Ven, 20/12/2013 - 22:32

Dopo aver spionato tutto il mondo , si e reso conto che i cinesi con i suoi dollari hanno fabbricato carta igienica , si e messo al riparo .Adesso crede con la copertura di walls street di essere ritornato il führer del mondo.Povero illuso. MI fa pena ma piu di lui i farlocchi che lo hanno votato.

levy

Ven, 20/12/2013 - 22:47

Obama pensi a riparare i danni della sua "obamacare", a non usare l'IRS come arma política a fare chiarezza su Bengazi e non dica più bugie del tipo: "if you like your plane you can keep it. period."

ugsirio

Ven, 20/12/2013 - 23:18

Per i chiacchieroni puri l’anno che deve venire è sempre il migliore, peccato che non viene mai, proprio come il sole dell’avvenire.

ESILIATO

Sab, 21/12/2013 - 03:18

Per fortuna e' andato in vacanza cosi almeno , per tre settimane pagate da noi contribuenti , non combina guai o crea confusione.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Sab, 21/12/2013 - 08:30

Una svolta nell'economia? Con Obongo?? Ma non scherziamo va. Questo qui al massimo puo' invitare i suoi cantanti rap preferiti alla casa bianca (povera casa bianca) e fare come un bambino le ripicche a Putin mandando un'atleta attivista lesbica come portabandiera (povera bandiera). Questo qui sa fare solo questo genere di cose.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 21/12/2013 - 09:40

SPERIAMO CHE CON QUESTO DOLLARO E AZIONI ASPETTO CHE SALGA TUTTO

Ritratto di serjoe

serjoe

Dom, 22/12/2013 - 11:03

Qui e' una eterna svolta...la diritta via c'era solo una volta.