Obama sprona il Congresso: "Insieme siamo più forti"

Il presidente degli Stati Uniti assicura un'azione limitata: "Non sarà un altro Iraq o un altro Afghanistan"

"Come leader della più antica democrazia costituzionale al mondo, so che il nostro Paese è più forte e le nostre azioni più efficaci se agiamo insieme. È per questo che ho chiesto al Congresso di votare". Parla di decisione "solenne" Barack Obama nel suo tradizionale discorso del sabato.

"Noi siamo gli Stati Uniti e non possiamo chiudere gli occhi davanti alle immagini che abbiamo visto dall’altra parte del mondo", incita il presidente Usa sostenendo che il regime di Assad è "responsabile" del peggior attacco con armi chimiche del 21esimo secolo. Obama assicura però un’azione limitata "in termini di portata e di tempo", senza truppe di terra: "Non sarà un altro Iraq o un altro Afghanistan", ha detto.

Intanto anche la Germania ha deciso di firmare il documento prodotto ieri da 11 Paesi - tra cui l'Italia - del G20 per una reazione internazionale "forte" contro il regime di Assad.

Commenti

cgf

Sab, 07/09/2013 - 13:27

io mi preocuperei più di casa, l'anniversario dell'11/09 è molto più vicino di una minaccia siriana. Inoltre il dilettante allo sbaraglio dimentica gli americani ancora presenti in IRAQ, e sono ancora tanti, sotto il tiro incrociato di Siria ed Iran. Certo, non sarà come Iraq o Afghanistan, vale a dire un conflitto circoscritto e sicuramente non sarà breve.

smalp77

Sab, 07/09/2013 - 14:03

Da quando questo macaco abbronzato è alla Casa Bianca non ha fatto altro che schierarsi, con le più nobili motivazioni che, come noto, sono l'ultimo rifugio dei farabutti, sostanzialmente a fianco dei movimenti islamici più estremisti. Non sarà mica che lavori per il nemico? Forza Putin

CALISESI MAURO

Sab, 07/09/2013 - 14:10

Dunque senza prove, questo personaggio ritiene di dover incendiare il medio oriente e creare una infinita' di lutti. Bel premio nobel. Forse la commissione era sbronza a quel tempo o andava sotto dettaturta.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 07/09/2013 - 14:30

L'attacco USA non ci sarà. Non quando la Russia (che ha inviato navi da guerra nella zona) e la Cina sono contrarie. Infatti, anche la maggior parte dei cittadini USA sono contrari, Obama sta facendo quello che gli detta la Lobby Giudaica pro-Israele. Che la Siria risolva da sola il suo conflitto interno, fomentato dal Mossad e da Israele.

Fracescodel

Sab, 07/09/2013 - 15:06

L'unico che avrebbe veramente ragione di attaccare e' Assad...avrebbe ragione fosse potente abbastanza di attaccare quei paesi NATO che negli anni hanno prima finanziato e poi attivato, armato e sostenuto dei ribelli in una Siria sovrana. Nello stesso modo in cui gli USA hanno attaccato arbitrariamente ed a loro propria discreziene unilaterale l'Afghanistan, incolpandolo di aver dato rifugio ad AlQuaeda....allo stesso modo la Siria avrebbe lo stesso diritto di rispondere alle ingerenze criminali di chi gli ha lanciato una ribellione contro. Assad e' vittima, i paesi che hanno partecipato a promuovere e sostenere le ribellioni sono criminali invasori e colpevoli. Vergogna poi di mentirci, dire che si tratta di azioni umanitarie, quando invece si tratta di un colpo di stato per strategie geopolitiche a favore di Israele (strategie ufficiali, riportate in documenti vari disponibili su internet) e di sfruttamento economico per i paesi NATO/alleati (banche che finanziano, industrie belliche e farmaceutiche, ricostruzioni varie e contratti di sfruttamento...contratti che verranno tolti all'Italia che oggi ha molti accordi economici con la Siria).

Fracescodel

Sab, 07/09/2013 - 15:12

@Carlo_Rovelli: l'attacco ci sara'! Russia e Cina sono deterrenti formidabili, l'entrata dell'Iran nel conflitto una complicazione grave, il rischio di un conflitto di entita' gigantesche e' reale.....MA: ma Obama, Cameron, Hollande, Letta & Co. non decidono, ma sono impiegati che prendono ordini da poteri vari (Israele e le lobbies ebraiche e dal Potere Bancario-Corporativo). Non e' in dubbio che si attacchera', ma come e con che scusa...non c'e' da stupirsi se vedremo qualche strano attacco improbabile che dara' spazio a nuove ragione d'intervento...magari un'attacco su Israele, o altri attacchi chimici, o su postazioni alleate....da sapere gia' d'adesso che saranno falsamente attribuite ad Assad. Assad stava vincendo ampiamente contro i ribelli...pensare che faccia sua sponte dell'autolesionismo invitando interventi di potenze straniere contro di lui e' cosi' ridicolo ed e' triste che qualcuno anche ci creda!

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Sab, 07/09/2013 - 15:16

Ma questo è proprio un'idiota al servizio do Israele.

ESILIATO

Sab, 07/09/2013 - 15:19

Ecco lo scenario che Obama creera per giustificare l'invio di truppe americane e sacrificare altre vite umane per salvare la sua faccia: 1 - prima fase , uso di missili telecomandati per colpire depositi e dispositivi per utilizzo di materiale chimico. 2 - scoperta che durante i bombardamenti si sono perse tracce di quantitativi di gas velenosi che vanno recuperati a qualsiasi costo. 3 - arrivano le truppe americane sul territorio siriano con la giustificazione di recuperare i gas velenosi e non mettere a rischio la vita di piu persone. OBAMA.......vallo a raccontare a qualche altra persona....forse gli Americani ti danno retta, anche se non sembra dai voti di confidanza nel tuo operato, ma gli europei......ne hanno viste a sufficienza per dirti........vai a raccontare le balle e qualcun altro. Se spari il primo colpo meriti di essere differito per tradimento al mandato che ti ha dato il popolo americano.......e Putin e' pronto a lisciarti il pelo e contropelo......

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 07/09/2013 - 15:25

Povero Obama, è rimasto solo con i democraticissimi turchi e sauditi, e si ritrova col Papa e Putin difensori della pace. Chissà perché?

janry 45

Sab, 07/09/2013 - 15:32

La Germania sempre al servizio degli imperi decadenti.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 07/09/2013 - 15:34

Gli USA moralizzatori del mondo, sulle teste di civili inermi hanno sganciato 2 bombe atomiche, il Napalm, l'uranio impoverito ed il fosforo bianco. Sono stati beccati a fabbricare prove false per la guerra in Iraq, e adesso rifanno la stessa cosa con la Siria (sempre armi chimiche che poi non si trovano). Però Bush era un guerrafondaio criminale, Obama è Nobel per la Pace... Misteri della vita.

Klotz1960

Sab, 07/09/2013 - 15:56

Diversi Paesi hanno firmato il documento di condanna della Siria, ma solo 2, Usa e Francia, agiranno militarmente. Quindi scrivere che la Germania e' per l'attacco solo perche' come l'Italia ha firmato il documento, rappresenta un titolo ed una informazione FALSA, che uno si attende da Repubblica e non da Il Giornale.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Sab, 07/09/2013 - 15:59

Lettore da sempre del IL GIORNALE, inorridisco da commenti contro Obama. Si vede che la politica di sinistra nel nostro Paese ha posto fette di salame sugli occhi per non vedere la realtà.

Ritratto di gino5730

gino5730

Sab, 07/09/2013 - 16:04

Il " Nobel per la pace " che vuole fare la guerra ad ogni costo,anche a rischio di attentati e in America e in Europa,scatenare una guerra in quella zona sempre con il dito sul grilletto,mettere in pericolo i soldati dell'ONU in Libano,contro chi sparerebbe ? Contro i governativi o contro i ribelli che fucilano i soldati prigionieri?

Fracescodel

Sab, 07/09/2013 - 16:14

@EMILIO1239 ma che dice...si vada ad informare prima di inorridire. La Siria sta difendendosi da ribellioni create ed armate da NATO/Israele/alleati vari. Obama, visto che le primavere arabe non hanno funzionato in Libia e Siria, addirittura tenta di invadere direttamente. Semmai ci fosse una ragione di giustizia, sarebbe la Siria ad avere diritti di attaccare la NATO per aver organizzato un colpo di stato lanciando una guerra civile con ribelli composta da terroristi e mercenari. Poi, per tutto il mondo incluso i Siriani (eccetto Israele) e' meglio che vinca Assad, colui che ha permesso stabilita', rispetto delle minoranze e della donna, e buona economia...peggio sarebbe vedere i ribelli imporre la teocrazia e destabilizzare la regione (come testimoniato in Iraq, Libia, Egitto, etc..). Lei leggera' il Giornale da sempre, ma io che sono di destra le intimo di informarsi meglio prima di dire scemenze!

linoalo1

Sab, 07/09/2013 - 16:24

In effetti,per i corsi e ricorsi storici,è ormai ora della Terza Guerra Mondiale!Non è possibile vivere in pace!Dobbiamo sempre crearci un nemico da combattere!Anche se poi,il nemico,lo si inventa pur di fare una guerra!Lino.

galerius

Sab, 07/09/2013 - 16:47

EMILIO1239 Nessuna fetta di salame sugli occhi, creda. Solo il "difetto" di ragionare con la nostra testa.

maxaureli

Sab, 07/09/2013 - 17:01

EMILIO1239... si rivolga ad uno psichiatra.

lupodelupis

Sab, 07/09/2013 - 17:21

Obama un burattino, mi ero illuso, via il nobel a un guerrafondaio.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 07/09/2013 - 17:27

Un nobel , arcobalenato e pacifista , che si diverte a fare guerre , per mandare al potere, estremisti mussulmani, che e osannato da tutto il mondo occidentale oramai comunista sbiancato, fa ridere.Spero solo che Putin gli ne abbia Cantate 4, magari 5. Íl nostro primo minuscolo , gli e servito da letto , o scusate da Numero pro.

DonatoDS

Sab, 07/09/2013 - 17:31

Siamo fortissimi!!! Ormai è chiaro che Obama è nostro schiavo fedele e che gli USA sono al nostro servizio (segreto). La NATO la controlliamo con il telecomando senza neanche il bisogno di entrarci (di solito ci basta una velina per impartire un comando senza neanche andare alle riunioni). Per l'ONU, controlliamo (segretamente) tutte le commissioni internazionali ma abbiamo deciso di non figurare e allora non facciamo parte di nessuna di queste e per meglio dissimulare ci facciamo continuamente deliberare risoluzioni di condanna per rimescolare le carte. Quanto al Vaticano lo teniamo per le palle che se fiatano, gli aumentiamo le tasse nei luoghi santi. Per concludere stiamo facendo di tutto per abbattere Assad che è di una noia mortale e da decenni tiene quieto il confine siriano senza un solo incidente per una guerretta magari piccola. Noi amiamo gli integralisti mussulmani e soprattutto AlQuaeda che ci farebbero tante guerre e noi potremmo sbizzarrirci a guerreggiare trattando male gli arabi. E poi, gli integralisti al potere in siria potrebbero catalizzare l'estremismo mussulmano coinvolgendoci magari in una grande guerra di distruzione che potremmo anche perdere...ma vuoi mettere? E poi all'ONU potremmo comandare una risoluzione contraria e alla NATO di invaderci, tanto loro fanno solo quello che comandiamo di fare. Fracescodel hai lasciato da me le tue pillole e io per sbaglio le ho usate....

Holmert

Sab, 07/09/2013 - 17:47

Putin è uno che parla poco. E quelli che parlano poco, sono pericolosi, perché fanno i fatti. E Putin ha detto a Obama bum bum, di lasciar perdere la Siria di Assad, perché dietro c'è la Russia, la Cina, l'Iran e perché no, anche l'India. Ma basta la Russia da sola, magari a dare una lezione una volta per tutte a questi americani che non possono stare se non bombardano qualcuno. Lo ha capito il mondo intero, anche papa Francesco lo ha capito, ma Obama insiste, nonostante il parere contrario del 60% degli americani. A quanto pare, i presidenti USA, appena sentono odore di gas, partono tutti in tromba. E forse su questo i "ribelli" contrari al regime, ci marciano.

@ollel63

Sab, 07/09/2013 - 17:57

ma lascia stare! Obama, non ti par opportuno valutare tutti gli insuccessi e tutte le minchiate di tutti gli interventi armati da voi effettuati finora? Prendi una camomilla e datti una calmata.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 07/09/2013 - 17:58

Mi auguro che Russia e Cina armino a più non posso Iran e Siria. La Cina probabilmente non terrà una linea dura perché le basta poter distruggere il dollaro quando più le aggrada. E succederà. Gli USA sono finiti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 07/09/2013 - 18:12

La Cina ha solo da gestire la sua uscita dal dollaro. Lo sta facendo, zitta zitta, piano piano. Quando saprà di poterlo fare senza conseguenze troppo pesanti, farà precipitare il dollaro. Già Russia, Giappone, Cina...persino l'Australia stanno abbandonando il dollaro.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 07/09/2013 - 18:12

Lo Zar Putin è l'ultima espressione di una vera politica europea.

maxaureli

Sab, 07/09/2013 - 18:18

Ausonio... Putin ha confermato che la Russia armera' "certi" paesi del Medio Oriente in un modo che non si era mai visto in precedenza. Tutto qua'. ...Il Mediterraneo e' diventata una trappola per qualcuno.

alberto.rossattini

Sab, 07/09/2013 - 18:22

Leggendo alcuni commenti, mi sembra di assistere alla reazione di una massa di sfigati che fino a ieri erano contro gli americani ma non avevano il coraggio di dirlo ed oggi dopo che il loro comandante Putin si è espresso contro, vengono fuori con i loro commenti più o meno idioti sperando in una destituzione del DESPOTA OBAMA!!!??? Ma ignoranti non vi rendete conto che la Russia ha tutto l'interesse a stare con la Siria perchè vende loro le armi? Voi credete veramente che se l'America venisse cancellata sul nostro pianeta ci sarebbe più benessere? Andate a vedere come vive il popolo russo "normale", poi fate pure i vostri commenti!!!

maxaureli

Sab, 07/09/2013 - 18:24

Ausonio... Putin ha confermato che la Russia armera' "certi" paesi del Medio Oriente in un modo che non si era mai visto in precedenza. Tutto qua'. ...Il Mediterraneo e' diventata una trappola per qualcuno.

Roberto C

Sab, 07/09/2013 - 19:01

Cari Carlo_Rovelli e Fracescodel io non so se l'attacco ci sarà o no (spero di no e penso che moltissimo dipenderà dal voto ancora molto incerto al Congresso), ma mi chiedo: possibile che qualsiasi cosa accada nel mondo, c'è qualcuno che riesce a trovare il modo di incolpare Israele e / o gli Ebrei? Naturalmente se l'attacco non ci sarà e Assad dovesse compiere qualche grosso massacro di civili ci sarà sempre modo di dire che dietro tutto c'è Israele e le Lobby ebraiche, ma anche se i ribelli riuscissero a avere la meglio e prendessero il potere instaurando una bella dittatura islamica, qualcuno pronto a dire che la colpa è di Israele ci sarà sempre. Ora, io vorrei sapere che cosa avrebbe da guadagnare Israele se dal Mediterraneo partono missili contro la Siria e dalla Siria verso il Mediterraneo, con il suo piccolissimo stato, grosso credo quanto la Toscana, in mezzo e con: Siria, Libano, Iran e velatamente la stessa Russia che hanno già detto che la prima bomba che cade in Siria loro su chi si rifanno? Mica sulle navi americane o sulle città americane, noooo di quelle hanno una fifa nera... sulle città di Israele che, formalmente, non prenderà neppure parte al conflitto - un po' come era successo ai tempi della prima guerra del golfo, quando appena piovvero le prime bombe su Baghdad la prima (e sola) cosa che Saddam fu in grado di fare fu sparare razzi contro Gerusalemme e Tel Aviv... Ma dove sarebbe l'interesse degli Ebrei, delle lobby ebraiche e di Israele a fomentare una guerra in medio oriente in cui sarebbe presumbibilmente sola contro tutti? Ha l'atomica, mi direte. A parte il fatto che non è neppure chiarissimo se la abbia e soprattutto non si sa quante ne ha, ma anche se fosse, se pure buttasse un'atomica su Damasco o su Teheran, che cosa ci guadagnerebbe? Non sono città dall'altra parte del pianeta, sono vicinissime ai confini di Israele e ci abitano anche degli ebrei, provocherebbe un danno enorme anche al suo stesso stato... insomma, se c'è uno stato che mi pare non ha nessun interesse a che scoppi una guerra, per quanto locale e limitata, in Siria, mi pare che questo è proprio lo stato d'Israele... E poi aspettiamo di vedere cosa vota il congresso, che per ora anche lì ci sono più contrari che favorevoli, e lì sì che ce ne sono diversi di rappresentanti di origini ebraiche... Invece chi ha tutto l'interesse a che gli americani intervengano sono la Fratellanza Musulmana e Al Qaeda... ma perchè pensate che sia nel parlamento Britannico sia al Congresso, che non hanno mai avuto problemi a votare interventi militari, ora ci siano tante reticenze su questa follia? Perchè sanno tutti molto bene che sarà un bel regalo ai fondamentalisti islamici (e ogni regalo ai fondamentalisti islamici, spero che almeno su questo converrete con me, per Israele può significare soltanto una cosa: guai) - e certamente un grosso grattacapo per Israele oltre che per mezzo mondo, ecco perchè. E comincio a pensare che proprio questo sia anche esattamente il motivo per cui Obama, questo pacifista fasullo, ha una gran voglia di sparare; è lo stesso motivo per cui ha appoggiato la fratellanza e Morsi in Egitto, perchè sotto sotto mi sa tanto che sia lui ad avere una certa simpatia verso queste espressioni dell'Islam...

forbot

Sab, 07/09/2013 - 19:12

Se i gas sono stati già usati in Siria ed hanno causato tanti morti; è perfettamente inutile farne degli altri. A torto o a ragione, sicuramente ci saranno, se tutto và bene, tanti morti e lutti e pianti ancora. A che servono? Basterebbe fare intendere chiaramente che chiunque usa queste armi, o ne ordina l'uso, sarà perseguito e assicurato alla giustizia; ma solo per chi dà l'ordine e chi lo esegue. Dopo tanti secoli, che di guerre se ne sono fatte di tutti i generi e di tutti i colori, si è visto non sempre, ha vinto il buon senso o la ragione. Sicuramente c'è sempre stata morte e distruzione e solo i fabbricanti e i venditori di armi hanno vinto e fatti baccanali. A noi chi c'è l'ho fà fare? Il popolo, in genere quello che paga il più alto prezzo ed era quello che veniva più sacrificato, nell'ultimo secolo, ha fatto progressi nell'istruzione e nell'evoluzione in genere, ha più conoscenza anche di storia; allora ci sarà la crisi, ci saranno anche tanti problemi per le bollette, ma è meglio rimanere con i piedi per terra, piuttosto che sotto terra.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 07/09/2013 - 19:19

Ormai il mondo lo governa il Nuovo Ordine mondiale, solo la Russia, Israele, Cina e una manciata di nazione non si sono ancora sottomessi ad essa.

@ollel63

Sab, 07/09/2013 - 20:52

alberto.rossattini, sbagli, è l'america che vende milioni di tonnellate di armi a ribelli e compagni in medio oriente.

aredo

Sab, 07/09/2013 - 21:27

Barack Hussein Obama al servizio di Israele ? Israele vuole l'attacco ? Ma che vi fumate ?? La Siria con il suo regime non religioso fanatico è l'ultimo baluardo rimasto dell'assetto che aveva il Medio Oriente e che Barack Hussein Obama utilizzando CIA, NSA e servizi segreti militari ha scardinato per permettere ai suoi fratelli musulmani di Al Qaeda di prendere il potere in ogni singolo paese dell'area! Se cade la Siria in mano di Al Qaeda come gli altri paesi di fatto Israele sarà stata accerchiata dagli islamici.. che a quel punto attaccheranno per distruggere gli ebrei. La sinistra '68ina feccia del comunista ha messo Obama al potere degli USA per permettergli tutto questo. Perchè ora la sinistra "è innamorata" degli islamici.. dei terroristi di Al Qaeda suoi nuovi compagni partigiani... Barack Hussein Obama è una cellula di Al Qaeda. Chi ancora non lo ha capito non è molto sveglio. Eppure è così evidente con quello che sta facendo adesso.

churchill

Sab, 07/09/2013 - 22:38

E basta con questo luogo comune che gli USA sono governati dalla lobby Israeliana!!!!!!! Israele sara' il solo paese a pagare le conseguenze di un'eventuale guerra! La verita' é che Obama non capisce nulla di politica estera e gli USA hanno perso la bussola in questo campo. Obama é un'ideologo di sinistra e del buonismo (che porta alla guerra per buonismo) e quindi non capisce la realta'. Putroppo tutta l'Europa ne paghera' le conseguenze (immigrazione musulmana, terrorismo etc. etc.). Triste é anche il livello dei leaderini occidentali che non sono piu' leader politici ma solo dei piccolo affaristi preoccupati per la loro l'immagine, le prossime elezioni e i loro interessi. Nessuno sa piu' governare. Nessuno.

Fracescodel

Sab, 07/09/2013 - 22:51

@aredo e Roberto C. Israele e' inequivocabilmente colui che spinge l'Occidente ad attaccare. Poco importa cosa pensiate voi, le verita' sono manifeste: Come gia’ detto Israele passando le prove (false?) che sia stato Assad a usare armi chimiche agli americani ha dato il chiaro segnale che cerca di promuovere il conflitto. 2) I missili nel mediterraneo da parte di Israele/USA sono un chiaro segnale ostile, un’azione bellicosa, non certo per dissuadere Assad (cosa impossibile, visto che sta vincendo contro i ribelli), ma piuttosto per vedere le reazioni Russe. 3) Israele ha interesse dichiarato di colpire l’Iran (che sa di essere la prossima vittima, e quindi entrera’ i guerra a fianco della Siria), e sta tentando di usare la NATO come braccio armato per farlo. 4) Gli USA non si muovono in ambito internazionale se non in sintonia con Israele, per due ragioni: l’influenza diretta di Israele come alleato dominante; e la supremazia sovrana delle lobbies ebraiche sulle politiche americane. 5) Ci sono documenti ufficiali che scandiscono l’interesse dichiarato di Israele contro la Siria: per esempio, gia’ nel 1982, Oded Yinon, giornalista israeliano collegato al ministero esteri israeliano delineo’ strategie che premettevano la sopraffazione di Siria ed Iraq, per togliere di mezzo i governi scomodi ad Israele, per poi fare una ripartizione di queste in regioni attraverso distinzione etnica...come strategia aveva proposto di usare sia la guerra Iraq-Iran e sfruttare i contrasti etnici e religiosi per indebolire e poi avvicendare i governi Siriani e Iraqeni; poi nel 1996 si delinearono politiche ufficiali per togliere di mezzo i governi di Iraq prima, poi Siria ed Iran....questo e’ manifesto in documenti come “A Clean Break: A New Strategy for Securing the Realm.” creato per Netanyahu e per il governo da un think tank israeliano fatto da persone che poi si ritrovano come advisers in cariche strategiche nei governi americani. Gli autori includono Douglas Feith, David Wurmser, Douglas Feith, Meyrav Wurmser, Richard Perle…che se si va a controllare fa capire chiaramente la linea internazionale (in questo caso contro Siria ed Iran) di Israele e la presa pervasiva di Israele sulle politiche USA. Quindi e’ obbligatorio dire che Israele ha l’interesse dichiarato nel promuovere un conflitto contro la Siria.

Fracescodel

Sab, 07/09/2013 - 23:07

@Churchill: Israele e gli ebrei comandano le politiche in USA! Attraverso l'AIPAC, le lobbies del potere bancario corporativo ed i media di proprieta'. Israele usa gli USA e la NATO come braccio armato per completare strategie ufficiali del governo israeliano esistenti da decenni, che includono per filo e per segno quello che abbiamo testimoniato fino ad oggi, cioe' l'avvicendamento dei governi di Iraq, Siria e Iran, utilizzando guerre tra gli stessi e conflitti civili interni. Queste sono strategie ufficiali ritrovate su studi adottati da Netanyahu i cui redatori si ritrovano tutti come consulenti (cioe' quelli che dicono al governo cosa e' meglio fare) dei governi USA! Quindi ricredetevi ed accettate la verita' unica ed inequivocabile...Israele e' colui che dirige questi conflitti, USA e NATO seguono le direttive. Il primo anela direttamente a fare del Medioriente il proprio protettorato, gli altri avranno tornaconti economici (comunque sempre a favore di poteri ebraici, visto che dietro alle banche che finanziano, alle industrie di armi, alle compagnie di ricostruzione ci si ritrova in stragrande maggioranza sempre il potere ebraico). Non bisogna avere paura di denunciare Israele e quegli ebrei che sostengono tali politiche...noi popoli NATO abbiamo solo da perdere, e come italiani abbiamo da perdere piu' di tutti. Giusto denunciare i responsabili senza timori. Certo non si vorra' pensare che sia colpa di Assad che gli hanno lanciato contro ribelli terroristi, finanziati da decenni per compiere il colpo di stato; e non si vorra' credere alle falsita' di dare le colpe di armi chimiche ad Assad, vero (colui che stava vincendo contro i ribelli che usa armi proibite dando spazio a potenze straniere di colpirlo...piu' che ridicolo si tratta di idiozia pura)? Suvvia, tutti parlano male degli arabi perche' i media ci hanno fatto credere per anni che sono loro a creare problemi, e si e' sostenuto un mare di interventi illegali peraltro legittimati da false prove...ed oggi che sappiamo meglio che le grosse colpe sono di Israele e di una gran fetta di ebrei dobbiamo stare zitti?

aredo

Sab, 07/09/2013 - 23:23

@Fracescodel: compagno comunista.. il tuo odio contro gli ebrei e le balle che scrivi non cambiano la realtà. Siete voi '68ini mafiosi criminali terroristi della sinistra che avete piazzato la cellula di Al Qaeda, l'islamico Barack Hussein Obama alla Casa Bianca. E la missione di Obama è annientare Israele. E voi lo sapete molto bene. Ma come al solito la vostra tattica per distorcere la realtà è andare in giro a raccontare balle che sono il contrario della verità. Ora i vostri nuovi partigiani, i vostri fratelli islamici sono il vostro grande amore. Per voi non è più di moda appoggiare gli ebrei. Ora gli ebrei sono sporchi e cattivi, ora va di moda l'islamico terrorista. Penosi!

Fracescodel

Sab, 07/09/2013 - 23:38

@Churchill: basta lo diciamo noi! E' ora di chiedersi una volta per tutti per chi lavorano i nostri politici...per noi o per qualche gruppo di potere? E' ora di chiedersi a chi sono fedeli tutti quei politici ebrei che ricoprono cariche pubbliche strategiche nei vari paesi Occidentali...fanno gli interessi del paese in cui vivono o sono prima di tutto fedeli ad Israele? Perche' se sono fedeli ad Israele e fanno i suoi interessi, questo vuol dire che tradiscono i paesi in cui sono, la loro carica, ed i popoli di quei paesi. Quindi siamo noi che diciamo BASTA! Non vedo un'arabo che dirige le nostre politiche...vedo che ci ritroviamo il potere bancario a comandare in EU; vedo che entriamo a gamba tesa contro paesi arabi, facendo un'ottimo lavoro per Israele; vedo che da noi i giornali sono in mano agli Elkann e DeBenedetti...non Mustafah. Vedo che Financial Times ed Economist che hanno infangato Berlusconi sono in mano ai Rothschilds, agli Elkann e qualche banca e fondo di investimento. Vedo che noi Italiani, da 5ta potenza mondiale con ottima classe media e piccole medie imprese, abbiamo subito un'invasione da parte della finanza internazionale, che le ricordo e' interamente in mano agli ebrei, incluse le banche centrali, la World Bank, e l'IMF! Quindi mi sembra piu' che lecito doveroso denunciare certe situazioni...perche' in Italia gli ebrei sono circa lo 0,3/1000, e mi sembra incredibile che questa minoranza debba dettare legge, e farlo contro gli interessi della maggioranza...una specie di democrazia al contrario, che si chiama plutocrazia!

Roberto C

Sab, 07/09/2013 - 23:41

Fracescodel sicuramente non sono esperto come lei ma a me risulta che le prove che Obama continua a dire di avere sono coperte da top secret, in particolare le fonti, nessuno per ora, neppure Putin, è riuscito a vederle, figurarsi a sapere da chi le hanno avute; invece i video che mostravano i famosi attacchi (veri o montati che fossero) da quanto so io sono stati forniti dai ribelli... Quanto ai missili sparati nelle famose esercitazioni (ammesso che ci abbiano raccontato tutto, in un primo momento Israele aveva detto di non saperne niente, poi che non erano due missili ma uno solo...), è stata sicuramente una sciocchezza (una delle tante) che poteva essere evitata, comunque se dopo che tre o quattro paesi che confinano con te proclamano che in caso di attacco (un attacco che non sarai tu a fare in una guerra che non sei stato tu a incominciare e alla quale non hai intenzione di partecipare) la prima cosa che fanno bombardano te, non è che fare un'esercitazione a scopo dissuasivo dimostri tanto. Certo che Assad sta più o meno vincendo, il problema è che ha fatto sapere che se l'America gli spara lui spara su Israele, e anche l'Iran lo ha fatto sapere... Israele ha pensato (e l'America lo ha aiutato) di fargli sapere che se ci provano non saranno accolti a braccia aperte, cosa c'è di così strano? Quando la nord Corea si era messa a minacciare a destra e a sinistra e aveva detto che se attaccata avrebbe colpito il Giappone il Giappone fece pure qualche esercitazione, significa questo che era il Giappone a volere e fomentare l'eventuale attacco della Corea del Nord da parte degli Stati Uniti? Sicuramente Israele non considera la Siria di Assad un paese amico o alleato, e meno che meno l'Iran, ma da questo a dire che muore dalla voglia che il Medio Oriente scoppi ce ne passa. Comunque al di là dello specifico caso, noto che è ormai un clichet: Scoppia una guerra o succede qualche cosa da qualsiasi parte del mondo, e c'è sempre chi trova il modo di attribuirne la responsabilità a Israele e agli Ebrei. Ma che cosa vi hanno (o ci hanno) fatto? Hanno avuto la colpa di sopravvivere all'olocausto? (ah già, sicuramente ci sarà chi non ci crede e dirà che anche quella è un'invenzione delle lobbies e magari che Hitler era un angioletto - Einstein e Fermi sono scappati in America perchè in Germania e in Italia rischiavano di essere trattati troppo bene o magari tanto per alimentare il mito della Shoah)... Di difendere con le unghie e con i denti (e commettendo anche un sacco di sbagli, sia chiaro) quel lembo di terra, grosso più o meno quanto la Toscana, dopo che per quasi duemila anni mentre erano ospiti nelle nostre civili e cristiane nazioni, non avendone una loro, li abbiamo cercati in tutti i modi di massacrare? Tanto per chiarire, personalmente non ho nelle mie vene, nè io nè alcun mio familiare o conoscente, una sola goccia di sangue ebraico (almeno per quanto ne so), ma sicuramente ho diecimila volte più simpatia per Israele e per gli Ebrei, perfino ora che hanno come primo ministro uno dei peggiori che potevano scegliersi, rispetto ai Fratelli Musulmani, Al Qaeda e compagnia, che in questo caso sono loro che hanno fomentato la guerra in Siria come la avevano fomentata in Egitto, loro puntano a un'applicazione letterale e integralista della Sharia in tutto il Medio Oriente. E dopo a imporla anche al resto del mondo. Purtroppo ora sanno di avere un potentissimo alleato, e pensae che a me Obama era anche simpatico all'inizio...

DonatoDS

Dom, 08/09/2013 - 00:07

Fracescodel!!! Sei un matto visionario, citi “A Clean Break: A New Strategy for Securing the Realm.” ma EVIDENTEMENTE non sai neanche leggere. Condivido il testo del documento da te citato, parola per parola, lo condivido tutto per il suo contenuto e per le sue finalità. Se non sei in grado di leggere e capire gli argomenti trattati significa solo che sei politicamente un nano. Il tuo denunciare un documento del genere ti disonora in modo irreversibile ma tu forse preferisci un Israele vittima dell'odio arabo, pronto a farsi fagocitare per saziare il tuo odio antiebraico. Se hai un solo filo d'onore mi aspetto un tuo commento oppure magari il commento dei tuoi molti committenti.

mila

Dom, 08/09/2013 - 16:15

@ Francescodel -Personalmente sono d'accordo nel condannare duramente la recente politica americana e delle lobby finanziarie e in Siria preferirei che vincesse Assad. Pero' Lei e qualche altro commentatore secondo me legge e ascolta un po' troppo i media di Paesi che per un certo antisemitismo e altri motivi (Israele era un solido alleato degli USA durante la Guerra Fredda) erano abituati a indicare Israele come unico colpevole dei guai in Oriente. Naturalmente va benissimo non ascoltare solo la CNN, ma non bisogna perdere il senso critico. Colpevolizzare sempre gli Ebrei non mi sembra giusto, e toglie anche credibilita' a quanto si scrive. Puo' essere che le lobby bancarie (ebree e non) dominino gli USA e altri Paesi e vogliano una guerra, ma mi riesce proprio difficile vedere l'interesse di Israele ad avere un simile caos lungo i proprio confini. A meno che gli Israeliani siano stupidi.

mila

Dom, 08/09/2013 - 16:19

@ Francescodel -Personalmente sono d'accordo nel condannare duramente la recente politica americana e delle lobby finanziarie e in Siria preferirei che vincesse Assad. Pero' Lei e qualche altro commentatore secondo me legge e ascolta un po' troppo i media di Paesi che per un certo antisemitismo e altri motivi (Israele era un solido alleato degli USA durante la Guerra Fredda) erano abituati a indicare Israele come unico colpevole dei guai in Oriente. Naturalmente va benissimo non ascoltare solo la CNN, ma non bisogna perdere il senso critico. Colpevolizzare sempre gli Ebrei non mi sembra giusto, e toglie anche credibilita' a quanto si scrive. Puo' essere che le lobby bancarie (ebree e non) dominino gli USA e altri Paesi e vogliano una guerra, ma mi riesce proprio difficile vedere l'interesse di Israele ad avere un simile caos lungo i proprio confini. A meno che gli Israeliani siano stupidi.

Lu mazzica

Dom, 08/09/2013 - 20:20

Mr obama, chi sei tu ?? Who are you ?? Lo conosciamo come Presidente U.S.A. E Nobel per la pace !! Chi sei tu, che per la Tua diplomazia - democrazia vuoi coinvolgere in una guerra tanti paesi di questa terra ?? Chi sei Tu ?? Europei, ignorate questo impotente, e' un perdente!! Rgds., Lu mazica

DonatoDS

Dom, 08/09/2013 - 20:36

continuando a cestinare i miei commenti continuate a fare una figura di merda. Contenti voi...

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 09/09/2013 - 09:58

xmila-Bisogna cominciare a distinguere gli ebrei di Walls Steet dai poveri peones israeliti.Et voila si capisce come va la Cosa.

franco@Trier -DE

Lun, 09/09/2013 - 10:00

il mondo civile deve boicottare Israele paese di guerrafondai o trascinerà tutta la umanità in un baratro senza fine.Un salvatore già ci fu...aspetteremo il prossimo.

DonatoDS

Lun, 09/09/2013 - 11:26

E chi sarebbe il mondo civile? Aspetta che provo a ipotizzare, vediamo...Te (franco@trier -de), fracescodel, marforio, generale...ausonio???