OPRAH E IL RAZZISMOLa commessa: le ho dato una dritta per risparmiare

«Le ho solo mostrato altre modelli di borse, come faccio sempre». Adriana N., la commessa italiana del negozio di Zurigo accusata dalla conduttrice americana Oprah Winfrey di averle negato per razzismo l'acquisto di una borsa, dicendo che era «troppo cara per lei», spiega che si è trattato solo di un malinteso. «Le ho mostrato una delle borse alla Jennifer Aniston che vanno molto di moda, spiegando che ce ne sono di varie dimensioni e materiali. Mi ha chiesto di vedere una borsa di coccodrillo da 35mila franchi. Le ho detto che era la stessa che aveva in mano, ma più costosa. E che potevo mostrargliene altre». A quel punto la Winfrey «si è guardata ancora intorno ed è uscita senza dir nulla». Getta acqua sul fuoco delle polemiche anche la proprietaria della boutique che in un'intervista conferma: «Tutto un malinteso».

Commenti

nino47

Lun, 12/08/2013 - 11:49

Non si preoccupi di noi signora ( o signorina) Adriana N. Le garantisco che abbiamo altri problemi!!!!

innocentium

Lun, 12/08/2013 - 12:58

domanda: ma oprah (che razza di nome...) non si vergogna a fare simile indecoroso sfoggio del proprio benessere? sono certo che se al suo posto ci fosse stata marina saremmo ancora a sorbirci la morale da repubblica, fatto & co.