Ora anche la Transnistria chiede l'annessione a Mosca

La regione russofona della Moldavia preme per un ritorno a Mosca. Tensioni con l'Ucraina: cresce il timore di uno scontro armato. La Nato: "Le truppe russe sono consistenti"

Dopo la Crimea ora tocca alla Transinistria, regione della Moldavia a prevalenza russofona che nei giorni scorsi aveva chiesto l'annessione a Mosca. Un referendum si era tenuto in realtà già nel 2006: allora ben il 97% dei votanti aveva chiesto un ritorno alla Russia, ma sia il procedimento che il risultato non vennero riconosciuti dalla comunità internazionale.

Le vicende ucraine hanno ora rinfocolato le pulsioni separatiste e lungo il confine orientale dell'Ucraina si starebbero assembrando le truppe di Mosca. "Le truppe russe sono ben consistenti e in allerta", ha detto il generale Philip Breedlove, a capo del Comando alleato dell’Europa, "La forza russa sul confine orientale ucraino che corre parallelo alla Transnistria è sufficiente e inquietante. La Russia sta agendo più come un nemico che come un partner".

Il timore è quello di uno scontro armato tra Ucraina e Russia. Un rischio che "sta aumentando", a detta del ministro degli Esteri ucraino Andrii Deshchytsia in una intervista all’Abc, "Non sappiamo che cosa ha in mente Putin e quali saranno le sue decisioni. Questo perchè la situazione sta diventando sempre più esplosiva rispetto alla settimana scorsa". Situazione smentita da Mosca e dal vice ministro della difesa russo Anatoly Antonov: "Rispettiamo gli accordi"

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 23/03/2014 - 17:03

Il Kossovo è un precedente disastroso... ora si capisce perché.

Ritratto di massiga

massiga

Dom, 23/03/2014 - 17:11

Quindi, secondo Putin, la Cecenia, che vuole l'indipendenza dalla Russia, dovrebbe essere lasciata andare. E cosi' il Daghestan.

Libertà75

Dom, 23/03/2014 - 17:26

La Transinistria è una regione e come tale non ha accesso a referendum di autodeterminazione. Il caso Crimea è differente, la Crimea è una repubblica e può fare quello che vuole della sua unità. Al limite in Moldavia dovrebbero fare un referendum nazionale. Comunque il tutto è molto comprensibile, si decide semplicemente se collaborare con Bruxelles o con Mosca.

aredo

Dom, 23/03/2014 - 17:32

Meglio essere invasi da Putin e stare sotto una vera URSS ricostituita e comunista moderna aperta al capitalismo davvero.. piuttosto che continuare ad essere schiavi dei '68ini comunisti fecciosi di questa UE marcia guidata dalla stalinista Merkel dei servizi segreti comunisti Stasi Germania Est !

killkoms

Dom, 23/03/2014 - 17:36

brutta storia,se pensiamo che le NU (nazioni unite alias onu) non hanno ancora risolto,a 30 anni di distanza,la questione nata dall'invasione turca di cipro,di cui gli usa NON si indignarono!

gigi0000

Dom, 23/03/2014 - 17:40

Si stava meglio quando si stava peggio! E' così semplice ed ecco perché troverebbe giustificazione l'autonomia del Veneto, o, magari la riannessione di Triveneto e Lombardia all'Austria. Se invece si decidesse per il ritorno alle condizioni dai secoli X° al XV°, allorquando i miei antenati governavano il territorio in cui risiedo, un paio di provincie ed un pezzo di Svizzera. meglio ancora, potrei far erigere le mura, scavare fossati e costruire ponti levatoi.

mila

Dom, 23/03/2014 - 17:43

Auguro agli abitanti della Transnistria di riuscirci.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 23/03/2014 - 18:05

Forza Vladimir! Avanti tutta fino al Dnepr!

killkoms

Dom, 23/03/2014 - 18:06

quanto rimpiangeremo la cortina di ferro!

moshe

Dom, 23/03/2014 - 18:09

re giorgio non dormirà di notte tanto sarà contento dell'invasione russa! PENSIAMO ALLO SCHIFO DI INVASIONE CHE STA AVVENENDO IN CASA NOSTRA ANZICHE' ANDARE A METTERE IL NASO NEGLI AFFARI DEGLI ALTRI!!!

moshe

Dom, 23/03/2014 - 18:10

e SUBITO DOPO ANCHE IL NOSTRO NORD indipendente !!!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 23/03/2014 - 18:16

chi va con la Russia si salverà dalla tirannia del Nuovo Ordine Mondiale, voi Italiani siete felici dell'Euro ? quali benefici vi ha portato ? state meglio di 14 anni fa ? vi piace comprare un paio di scarpe 125 euro ? 250.000 lire ? riflettete bene il 50% delle tasse sono colpa dell'Unione Europea, e dei politici che sono costretti a metterle in quanto schiavi di questi Illuminati, altro che Putin

killkoms

Dom, 23/03/2014 - 18:21

@moshe,se garibaldi si fosse fatto i caxxi suoi..!anche il sud dall'unità nazionale ci ha solo rimesso,essendo prima il più antico,grande,ricco e popoloso degli stati preunitari!

Raoul Pontalti

Dom, 23/03/2014 - 18:26

Forse c'è qualcuno a occidente che tenta colpi di mano rischiando interventi russi davvero cruenti (come in Georgia nel 2008): talune agenzie danno la notizia di ammassamento di truppe russe vicino al confine con la Transnistria per "minacciarla". Se si tiene presente che i Russi hanno ca. 1500 uomini in Transnistria in significato di "peacekeeping" e che le forze "paramilitari" (in realtà militari a tutti gli effetti) della PMR assommano ad alcune migliaia di uomini (7.000?) e controllano benissimo la situazione ben si comprende come sia qualche malintenzionato al di qua del Nistro con bandiera a dodici stelle a coltivare idee perniciose per gli equilibri della regione.

m.nanni

Dom, 23/03/2014 - 18:30

hanno paura di essere contagiati dall'occidente in declino. che se non dici di amare i gay, di sposare la causa dei loro matrimoni(tra maschi), o di non chiamare genitore uno e genitore due al posto di mamma e papà ti scaraventano al ludibrio pubblico o ti denunciano per omofobia!

gzn663

Dom, 23/03/2014 - 18:32

@ mosche indipendente da chi?E come pensi di cavartela poi?L'austria e la svizzera di certo non vogliono i "terroni"nordisti italiani.Con quale moneta?La lira?No quella è Italiana,gli sghei?Saresti extra comunitario,con vincoli di movimento per persone e cose.Ma ragionare prima di dire/scrivere caxxate mai?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 23/03/2014 - 18:35

noi invasi dall' africa

XyXyXy

Dom, 23/03/2014 - 18:38

E' matura la riannessione dell'Istria nei confini italiani.

XyXyXy

Dom, 23/03/2014 - 18:38

E' matura la riannessione dell'Istria nei confini italiani.

Mario-64

Dom, 23/03/2014 - 18:38

Parafrasando quello che si diceva nel '39 , morire per Tiraspol? Direi proprio di no.

Raoul Pontalti

Dom, 23/03/2014 - 19:05

"Piccolo" problema per la Transnistria annessa alla Russia: senza sbocco al mare confina esclusivamente con la Repubblica di Moldavia a ovest e con l'Ucraina a est, ossia con due paesi che per ovvie ragioni (la Moldavia perderebbe definitivamente la sua regione secessionista e l'Ucraina ha il dente avvelenato per le note vicende di Crimea) la strangolerebbero chiudendo ermeticamente le frontiere. E' meglio pertanto che la Transnistria, fino a soluzione dei problemi con la Moldavia, resti com'è, alla stregua di Abkhazia, Ossezia del Sud, Nagorno-Karabagh e Cipro Turca, ossia entità secessionista non riconosciuta.

cgf

Dom, 23/03/2014 - 21:07

"Le truppe russe sono consistenti" certo non è la Libia o l'Iraq, già in Siria ci sono del problemi. BTW la settimana scorsa hanno massacrato [ucciso] una ventina di cristiani in Siria. CHI? le forze sostenute da USA/Francia/Germania, li hanno ammazzati solo perché cristiani.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 23/03/2014 - 23:35

X gzn663 23-3-14 18.32: Non mi interessa commentare più niente (a meno di sviluppi clamorosi) delle vicende Ukraine; le mie idee in merito e un po' di informazioni le ho postate, e poi mi sono stufato delle versioni dei fatti "ammaestrate" pro USA/EU che leggo anche qui sul Giornale. Però a lei una "cosina" vorrei dirla: forse le sfugge che sarebbero Lombardia-Veneto unite e indipendenti a scegliere con chi unirsi tra le imploranti Svizzera e Austria... Il PIL PPA (PIL valutato in base al potere d'acquisto) di Lombardia e Veneto (vessati, spolpati, paralizzati, colonizzati da eserciti di Roma e di "preziose risorse" imposte) è di 362miliardi di Euro e supera di oltre 100miliardi sia quello dell'Austria (257miliardi) che della Svizzera (260miliardi). L'estensione territoriale totale è di circa 42mila kmq (come la Svizzera e la metà dell'Austria) e gli abitanto sono 15milioni (circa il doppio sia di Svizzera che di Austria). Liberandosi dei "virus" chiamati Parlamento di Roma, Camusso, Magistratura, enti e amministrazioni locali, Pubblica Amministrazione romana, immigrazione selvaggia e senza regole né limiti, ecc... è già stato stimato da qualcuno molto più addentro alle cifre di me, che la crescita avrebbe percentuali annuali a due cifre! E alla fine, vede che i "numeri" consiglierebbero di non "mettersi" proprio con nessuno!!! Se poi, lo stato Lombardo-Veneto adottasse (temporaneamente) il Dollaro, la Sterlina o il Franco Svizzero e si "sfilasse anche dall'Europa della Merkel... beh , penso che in brevissimo tempo diventerebbe una potenza di primo piano molto più di Olanda, Belgio, Portogallo, ecc... (già ora supera diversi stati europei per PIL, estensione, popolazione...). Quindi, suggerirei a tutti i "simil-gzn663" di non sparare scemenze e di evitare sia di metterla sulla "sfida" che di tirare troppo la corda. Vediamo invece di svegliarci tutti noi Italiani e di liberarci di tutte quelle "robe" antiche che ci hanno praticamente ammazzato (sinistri, simil-democristiani e loro "strutture" e poteri vari) e di tutte quelle "robe" nuove che potrebbero solo riuscire a mettere il coperchio sulla nostra bara (M5S, NCD e Scelte Civiche varie...) altrimenti temo che lo Stato Lombardo-Veneto diverrebbe presto una realtà e verrebbe seguita da altre "secessioni" (Tosco-Emiliano? Piemontese-Aostano-Ligure?) e il resto del "Titanic-Italia" affonderebbe con tutti i suoi 60mila forestali, regioni a statuto autonomo, Senatori a vita, auto blu, enti, parastato, commissioni, ecc...

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 24/03/2014 - 01:56

@XjXjXjma perché no? Istria era sempre stata terra veneziana. e poi non si capisce perché non pareggiare il conto delle foibe. ma dov'e il Dannunzio della situazione che se è per Napolitano & Co. campa cavallo....magari Putin è d'accordo con il ritorno all' Italia di Pola e Zara e Fiume e forse gli stessi slavi croati che hanno fatto pulizia etnica dei nostri italiani nel '45 col silenzio dei comunisti di allora (vero Napolitano?) e la connivenza dei democristiani

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 24/03/2014 - 02:13

@ r. pontaltitutto in teoria e soprattutto se l' orso russo si fermerà !! sei poi così certo che Ukraina e Moldavia rimarranno a godersi lo spettacolo russo protette dagli euroamericani (meglio dai soli americani che gli altri paesi NATO si guarderebbero bene dall' appoggiare gli USA, specialmente i tedeschi ( Berlino dista a ora di volo dalla Russia!!e il tracciato del Muro è ancora visibile dall' aereo...)Putin non è uno sciocco esa che la rapidità dell' azione gioca a suo favore. Gli Amis strillerebbero un po ma non vanno a rischiare le chiappe in una guerra con la Russia per la quale sono logisticamente impreparati e semmai devono fronteggiare il Drago Cinese che magari aspetta il momento opportuno per scendere in appoggio della Russia ...A muovere le acque non si sa se nasce la tempesta...

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 24/03/2014 - 02:25

@ Ausonio perfettamente d'accordo! Anche gli USA potrebbero pagarla cara. Perdendo la leadershipp mantenuta per quasi 70 anni sull' Europa. E dubito fortissimamente che la NATO darebbe appoggio a una politica aggressiva non dico contro la Russia (impensabile!) ma nemmeno per difendere l' Ukraina dall' intervento di Mosca per ripristinare la legalità di un parlamento eletto e del presidente legittimo. Nemmeno i tedeschi ci starebbero, che sanno benissimo che i Russi sono a un' ora di volo da Belino e le tracce del MURO sono ancora visibili dall' aereo ...per non dire di italiani , francesi e&Co prontissimi a saltare sul carro del vincitore in pectore Putin. Per gli USA sarebbe una catastrofe peggio che se avessero perso la guerra del '45....ma quando si inizia non si sa dove si va a finire ....

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 24/03/2014 - 08:10

d'accordo con le supposizioni della Redazione! Ma vorrei sapere l' opinione della popolazione italiana e degli altri Paesi EU sull' ipotesi di un appoggio e per quale dei due contendenti Russia o Usa. Penso infatti - confortato da quanto i lettori scrivono sul GIORNALE- che la stragrande maggioranza degli italiani sia favorevole a Putin e alle sue mosse di contenimento dell' invadenza americana guidata dalle mire egemoniche sioniste. Il gioco è favorevole ai Russi per semplici motivi logistici e perchè gli USA credono forse troppo in un impegno NATO dei prtner europei con un "nemico" che nemico non e più se lo è mai stato, e soprattutto un "nemico" che è l'unico ad offrire canches di sviluppo e scambio di relazioni economiche e commerciali capaci di risollevare ad antico splendore e prosperità le Nazioni d' Europa. L' America di Putin ha deluso e tradito i popoli d' Eurolandia con la faccenda della BOLLA SPECULATIVA di origine anglo-americana, che è la causa principale della situazione di crollo dell'economia europea. Tutti lo sanno e per primo proprio lo zar Putin che da grande stratega qual è approfitta per pareggiare i conti con il nemico di sempre impersonato da un assai mediocre presidente "abbronzato" che non ne combina una giusta, che sia una ! Direi che la questione principale è tuttavia rappresentata dallo stallo dell' economia a stelle e strisce bloccata e scacciata dai mercati mondiali da quel Drago Cinese che gli amis non sono in grado di contrastare. Gli europei sanno che la Russia offre quello che serve loro per uscire dal tunnel in cui la Speculazione modello "trash-bonds" li ha cacciati. Figurarsi se non approfitteranno dell' occasione per dare il benservito a USA E NATO tanto più oggi, che lo spettro del comunismo è divenuto favola per bambini! Nonostante le apparenze anche la Germania si defilerà quanto prima da quegli "alleati" sempre mal digeriti che l' hanno tenuta sotto occupazione ininterrottamente dalla fine della guerra. E poi vivissimo è nei teutonici le spettro di Berlino e del Muro, che sono neanche 15 anni che è crollato ma i russi ci mettono 2 ore per arrivarci di nuovo a Berlino e ricostruirlo, quel muro!. Rimane l' ultima -ma certo non per importanza-incognita: cioè la reazione della Chiesa di Roma al nuovo assetto che si viene delineando. E anche qui il momento è favorevole dopo gli scandali architettati dai massoni e nemici della Chiesa con la questione della Pedofilia e la scomunica ONU che è un vero schiaffo in faccia a quanto i cattolici fanno nel mondo per poveri e afflitti da guerre e povertà. senza voler contare i morti cristiani ammazzati nelle guerre di religione di matrice islamica o induista, per i quali mai si è spesa da parte americana una sola parola di condanna. E poi la notizia che Putin ha costruito 30 mila nuove chiese cristiane ( per quanto ortodosse ma sempre cristiane sono!)rappresenta un viatico ben accetto anche al nuovo Papa Francesco.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 24/03/2014 - 09:39

gli USA hanno fatto il gioco della Russia, sono proprio dei polli.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 24/03/2014 - 13:27

ilsaturato 23-3-14 18.32 - Non fa una grinza. Impressionanti le cifre da lei citate; dovrebbero poter spiegare più di qualsiasi altro bla-bla-blà. Saluti.

Raoul Pontalti

Lun, 24/03/2014 - 14:47

Quanta Smirnoff tagliata con metilico ha bevuto ilsaturato? Il Lombardo-Veneto, che non è mai esistito se non come entità amministrativa dipendete dall'Austria, espressione quindi del servaggio imposto dallo straniero, sarebbe il futuro delle popolazioni delle attuali Lombardia e Veneto? Non furono mai unite come tali quelle terre e quei popoli se non sotto il Regno d'Italia (quello medievale innanzitutto) e prima con Roma ma insieme con le altre popolazioni della penisola. In tutti gli altri casi Lombardia e Veneto erano separati. Di più: la Serenissima ebbe per secoli il dominio su Brescia e Bergamo. Superpotenza europea il Lombardo-Veneto....ma se si sono sempre fatti fottere da tutti nella storia: dai Galli, dai Romani, dai Germanici, dai Francesi, dagli Spagnoli e dagli Svizzeri (Lombardia: il Canton Ticino e il Poschiavino furono persi per la bravura dei lombardi in guerra con gli svizzerotti i quali giunsero a imporre duchi fantocci in quel di Milano), di nuovo dai Francesi, dagli Austriaci e dai Piemontesi. Si sono fatti fottere a ripetizione da quei semicessi di Austriaci e da quei cessi di Piemontesi dimostrando di essere il degno contenuto della tazza del cesso. Lombardi e Veneti sono stati gli iloti dello straniero promossi dall'Italia al rango di perieci, ma non saranno mai spartiati, non ne hanno gli attributi come la storia impietosamente dimostra. Tutto 'sto casino per non pagare le tasse a Roma: meglio pagarle a Vienna o a Berna e restare comunque nella stessa merda? se non peggiore tanto è vero che a un certo punto i Milanesi provarono anche a rivoltarsi agli Austriaci (le Giornate di Milano...). Sicuramente non so leggere e tantomeno capire ciò che altri legge per me, ma mi pare di aver comunque recepito che nei sistemi tangentizi di Veneto e Lombardia i nomi dei coinvolti sono sempre tipici degli indigeni, non degli allogeni di terronia...Gli sporcaccioni con tangenti e puttane mandate al parlamento e nei consigli regionali sono tutti indigeni non terroni o romani. I saccheggiatori del territorio soprattutto Veneto (che conosco palmo a palmo) non sono romani ma locali. Attribuire ad altri le proprie colpe è comunque tipicamente italico: benrimasti in Italia fratelli padani....

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 24/03/2014 - 15:59

Di fronte al Raoul Pontalti devo ammettere i miei limiti... perché proprio non ce la faccio a confrontarmi con gli anellidi. Facesse almeno parte del primo anello di congiunzione tra i primati e l'Homo Erectus, potrei tentare (a gesti e incisioni rupestri) di comunicare, ma proprio non c'è storia. Fa parte di quella specie sub-umana dei Fini, Bocchino, Della Vedova che a causa di un irrisolvibile sdoppiamento della personalità, si proclamano (o meglio, proclamavano... perché si sono estinti) di destra ma alla prima occasione hanno appoggiato le sinistre, l'Udc, Monti, Letta, ecc... Sentendomi in colpa, devo ammettere che l'oceanico travaso di bile che traspare dai suoi vaneggiamenti mi gratifica, a conferma che i miei "numeri" (parziali... ce ne sarebbero molti altri) l'hanno veramente infilzato come un tordo. Va beh, farò penitenza! Spero che cerchi di stare bene il Pontalti, che si curi e ogni tanto esca a prendere un po' di aria fresca invece di stare tutto il giorno rintanato. Non so perché, ma mi viene il dubbio che questo "essere" abbia passato l'intera vita in politica... per sentirsi "a casa" con queli della sua specie. La cosa preoccupante è che in ogni suo strillo c'è sempre un riferimento a qualcosa di alcolico... che brutta roba l'alcolismo! Gli faccio pietosamente tanti auguri e spero che riesca a passare, almeno ogni tanto, qualche buona giornata!

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 24/03/2014 - 17:09

Avevo scritto : "... le cifre da lei citate; dovrebbero poter spiegare più di qualsiasi altro bla-bla-blà ...). Ho fatto bene ad usare il condizionale "dovrebbero"; infatti è apparso il solito bla-bla-blà.

Antares46

Lun, 24/03/2014 - 22:51

x ilSaturato - Per quanto riguarda l'Austria non ti so dire, per quanto concerne la Svizzera ti assicuro che la Svizzera non ha mai implorato nessuno e tantomeno la Lombardia ed il Veneto di annettersi alla nostra Confederazione. Ho invece l'impressione che molto spesso sono state le vostre province a richiedere l'annessione alla Svizzera, poichè forse da noi malgrado tutto non si sta poi cosi male. Prova a chiedere se non sei convinto ai tuoi compaesani della Val d'Ossola, della Valtellina, della Provincia di Como e Varese e non da ultimo l'ultima richiesta di qualche settimana fa della Sardegna. Già ma i vostri grandissimi giornalai...cioè giornalisti si sono affrettati a dire che la Svizzera voleva comprarsi la Sardegna!!!! Io invece da Svizzero ho sempre sostenuto che la Lombardia ed il Veneto se si mettono assieme possono competere con qualsiasi nazione Europea. Questa è la strada giusta che a mio modo di vedere devono intraprendere queste due regioni con eventualmente anche il Piemonte. Quindi stai tranquillo che la Svizzera va bene piccola cosi com'è e non ha mire espansionistiche ne in Europa ne nel nord Africa. Una cosa si possiamo insegnare a voi e ne siamo orgogliosi ....La Democrazia con la D maiuscola!!!! Ora sciaquati pure la bocca nei nostri confronti che in questo esercizio non vi batte nessuno!!!