Ora Breivik vuole frequentare l'università

Il terrorista norvegese che ha ucciso 77 persone chiede di partecipare ai corsi di Scienze Politiche. Sconcerto fra i prof

Lo sconcerto del mondo intero per la strage che ha messo a segno, uccidendo 77 persone, non si è ancora esaurito che Anders Behring Breivik, autore del massacro di Oslo e Utoya, durante un campo estivo di giovani laburisti, torna a far parlare di sé. L'estremista norvegese, condannato a 21 anni di reclusione per la mattanza del luglio del 2011, ha annunciato di volersi dedicare agli studi universitari e di voler seguire alcuni corsi alla facoltà di Scienze politiche della capitale norvegese.
Il rettore dell'Istituto di Scienze politiche dell'università di Oslo, Ole Petter Ottersen, ha confermato di avere ricevuto la richiesta di iscrizione, aggiungendo però che non è ancora certo se sarà accettata. La notizia ha lasciato di stucco anche i docenti della facoltà, che ai microfoni di TV2 Nyhetskanalen non si sono solo definiti «stupiti», ma anche allarmati. Resta da capire se la richiesta verrà accettata. Il rettore ha precisato che in «certi casi ai detenuti viene data la possibilità di studiare accedendo ad alcuni corsi universitari», ma il caso specifico di Breivik «pone problemi legati alla sicurezza».
Breivik ha interrotto i suoi studi alle superiori per lanciarsi nel mondo del business. Ha la possibilità di studiare per corrispondenza certe discipline insegnate all'Istituto di Scienze politiche, ma non può seguire un corso che lo porterebbe a conseguire un diploma in quanto non ha finito il liceo.

Commenti

leo_polemico

Mar, 30/07/2013 - 17:50

I giudici che lo hanno condannato ad una pena così lieve erano, per caso, italiani? Se la pena è stata così lieve perchè giudicato "pazzo", deve continuare ad essere "pazzo" anche ora che vorrebbe "studiare". Non sarà, per caso, che gli è arrivato qualche suggerimento da qualche "nostro" terrorista? Solo a dargli importanza si fa il suo gioco.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 31/07/2013 - 00:59

Solo 21 anni per aver sterminato 77 giovani vite. In Norvegia i giudici hanno scambiato la giustizia per un videogame. UNA VERA FOLLIA. SE LA CIVILTA' OCCIDENTALE ARRIVA A QUESTA DEPRAVAZIONE ALLORA E' PROPRIO MORTA.

guidode.zolt

Mer, 31/07/2013 - 08:08

Sarà, nel caso, l'unica università con l'ingresso dotato di metal detector...

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mer, 31/07/2013 - 09:19

Guardatelo bene, con quella espressione e quel pugno chiuso ma con il braccio teso come un nazista d'altri tempi. A questo demonio incarnato gli avrei dato 21 ergastoli, altro che 21 anni! L'avvocato del diavolo è sempre all'opera in questo mondo che ritiene suo regno; e la vera Giustizia è puntualmente calpestata. 21 anni perché ritenuto pazzo e ora c'è anche un rettore universitario che sta a pensare se ammettere o no questa iena ai corsi di Scienze politiche. I calabraghe stanno proprio dappertutto, non solo in Italia.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 31/07/2013 - 09:28

leo_polemico: in realtà ha ottenuto il massimo della pena in base alle leggi norvegesi... singolare ma è così.

pitagora

Mer, 31/07/2013 - 09:42

io mi considero un attento osservatore, fino a prova contraria: com'è possibile che senza spiegazioni i media considerino breivick un nazista ma lo ritraggano sempre a pugno chiuso? Pitagora