Pakistano uccide la moglie: aveva prepato lenticchie invece della carne di capra

A New York una donna è stata picchiata fino alla morte dal marito per avere erroneamente servito una cena vegetariana anziché il piatto a base di carne di capra che lui desiderava

Una pietanza a base di lenticchie le è costata la vita. Una donna è stata picchiata fino alla morte dal marito, un immigrato pakistano residente a Brooklyn (New York), per avere erroneamente servito una cena vegetariana anziché il piatto a base di carne di capra che lui desiderava. È quanto scrive il New York Post citando documenti depositati in tribunale. Noor Hussain, 75 anni, era così oltraggiato dalla scelta culinaria della moglie - Nazar Hussain, 66 anni - che l’ha bastonata fino a quando era "ricoperta di sangue". Il difensore del signor Hussain, Julie Clark, ha ammesso che il cliente ha usato violenza contro la coniuge ma ha sostenuto che è colpevole solo di omicidio colposo perché non intendeva ucciderla. Clark ha inoltre aggiunto che in Pakistan è normale che una moglie venga picchiata: "Viene da una cultura dove questa condotta è vista come appropriata, dove lui può esercitare violenza sulla moglie".

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 24/05/2014 - 12:53

La cosa più preoccupante è la tesi difensiva che, se accolta, autorizzerebbe di riflesso ogni pakistano (e non solo) a picchiare a sangue la moglie, purché non muoia. Sekhmet.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 25/05/2014 - 14:28

facciano quel che vogliono..a casa loro..

Ritratto di giubra63

Anonimo (non verificato)