IL PARADOSSONew York risarcirà Occupy Wall Street per danni sgombero

La città di New York dovrà risarcire i militanti di Occupy Wall Street per 366mila dollari, intorno ai 280mila euro, per i beni privati distrutti durante lo sgombero del 15 novembre 2011 al Zuccotti Park. Lo ha stabilitò la Corte distrettuale di Manhattan che ha esaminato il ricorso degli «indignados» americani che due anni fa circa avevano fatto proprio del Zuccotti Park il loro centro di protesta. In particolare il movimento aveva denunciato la distruzione di circa 5000 libri della «Peoplès Library» la biblioteca pubblica istituita da Occupy nella piazza fatta di numerosi donazioni, per i quali il movimento ha chiesto una somma pari a 47.000 dollari. «Si è trattato di una causa intentata non per il denaro - ha spiegato l'avvocato di Occupy, Normal Siegel - ma per difendere i diritti costituzionali». Altri 75.000 dollari erano stati chiesti per la distruzione della Global Revolutions Tv, media attivo nel parco.