«Pensarci mille volte ad agire senza l'Onu»

Prima di assumere qualsiasi iniziativa «bisogna pensarci mille volte». Un intervento militare in Siria senza la copertura del Consiglio di sicurezza dell'Onu non è praticabile. Lo ha ribadito ieri il ministro degli Esteri Emma Bonino a Radio Radicale, invitando a considerare quale potrebbe essere la reazione di Russia e Iran, i principali alleati del regime di Damasco. «Dovremmo evitare di rendere mondiale un dramma che è internazionale - ha aggiunto -. E anche l'opzione di un intervento “limitato” rischia di diventare illimitato». Gli stessi Paesi che premono per una soluzione militare in Siria si rendono conto delle difficoltà di tale opzione, ha puntualizzato Bonino, ricordando ad esempio che lo stesso collega francese Laurent Fabius ha parlato di «problemi non irrilevanti in caso di intervento senza mandato Onu».
Nel tardo pomeriggio Emma Bonino ha partecipato a una riunione con il presidente del Consiglio Enrico Letta e i colleghi della Difesa, Mario Mauro, e dell'Interno, il vicepremier Angelino Alfano, sul tema Siria. Il comunicato finale rileva che «è stato oltrepassato il punto di non ritorno», esprime «condanna totale dell'atteggiamento del regime» e auspica «una soluzione in ambito multilaterale».

Commenti
Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 27/08/2013 - 13:24

Per semplificare questo dibattito (dei mass-media), secondo me gli scenari possibili dovrebbero essere solamente 2 (per evitare le molte sfumature, che spesso sono sono surrogati del realismo): -1) Ogni Continente od ogni Confederazione di Stati con ideologie simili costruisce una muraglia (tipo Muraglia Cinese) ed all'interno quei territori seguono leggi, abitudini scelte politiche che non possono esserte giudicate dall'esterno di quei territori. -2) Ogni Continente od ogni Confederazione di Stati è consapevole che le leggi, le abitudini e/o le scelte politiche che vengono seguite all'interno di quei territori vengono giudicate dall'esterno di quei territori (ed il diritto di espressione, ad esempio l' Art.21 della Costituzione Italiana può essere imposto a territori che non lo comprendono nelle loro Leggi fondamentali).