Proprio come Alfredino:bimba indiana muoredopo la caduta nel pozzo

La bimba di quattro anni era caduta in un pozzo, a 25 metri di profondità, mercoledì scorso. Dopo 83 ore è stata estratta. Ma era troppo tardi

Il tentativo disperato di salvare la piccola Mahi, una bambina di soli quattro anni caduta mercoledì in un pozzo profondo 25 metri, ha tenuto per giorni tutta l'India con il fiato sospeso. E a noi italiani ha ricordato la triste storia del piccolo Alfredino Rampi, morto a Vermicino nel 1981. Una storia simile, purtroppo lo stesso tragico finale. Mahi non ce l'ha fatta. E' stata tirata fuori dal pozzo, dopo 83 ore dalla sua caduta, quando ormai era troppo tardi. Distrutti i genitori, Sonia e Neeray, che fino all’ultimo avevano sperato in un miracolo, anche se dopo il pianto iniziale della piccola non erano più arrivati segnali di vita.

L'incidente si è verificato a manesar, 40 km a Sud di New Delhi. Mahi è caduta nel pozzo mercoledì mentre giocava con i suoi amichetti. Dopo varie esitazioni era stato deciso di procedere scavando un pozzo verticale parallelo di due metri più profondo rispetto a quello esistente, mentre si pompava ossigeno nel pozzo principale per garantirne l’aerazione. Ma qualcosa è andato storto: il salvataggio è stato ritardato dalla presenza di una roccia molto dura proprio nel punto in cui si doveva scavare il tunnel orizzontale per arrivare alla bimba.

Commenti

idleproc

Dom, 24/06/2012 - 12:21

Questi due bimbi, come altri, ci hanno lasciato in eredità la consapevolezza di quanto sia forte l'istinto sociale, collaborativo e l'emozione positiva negli uomini. Difendendo e salvando nei limiti umani ciascuno dei nostri figli e dei deboli vi è il senso e la giustificazione della sopravvivenza della nostra specie.

Otaner

Dom, 24/06/2012 - 13:44

Ancora due angeli nel pozzo,come avvenne per Alfredino.