Quando Kerry cenava con Assad

Il segretario di Stato Usa, che ha paragonato il presidente siriano a Hitler, nel 2009 cenava in un ristorante di Damasco proprio con Assad

Sono passati quattro anni, ma la foto fa scalpore: John Kerry, il segratario di Stato americano che ha paragonato il presidente siriano Bashar al Assad a Hitler per l’uso di armi chimiche sui civili, a cena proprio col rais siriano. Non una cena d’affari con delegazioni di decine di persone, ma una cena a quattro, quasi a lume di candela, con le rispettive mogli.

La foto è stata scattata nel 2009 in un ristorante di Damasco, quando Kerry era solo un senatore che si occupava di politica estera e Assad un "normale" dittatore mediorientale. Dopo essere stata rilanciata dal Daily Mail, è finita su numerosi siti di informazione americani e promette di sollevare polemiche in vista del difficile dibattito sull’intervento militare Usa in Siria al Congresso di Washington.

Non è un caso che il Washington Times, giornale di qualità conservatore della capitale e rivale del Washington Post, abbia scritto un articolo per analizzare come i principali accusatori americani di Assad di oggi - oltre a Kerry ci sono il segretario alla Difesa Chuck Hagel e il vicepresidente Joe Biden - fossero in passato i suoi migliori alleati Oltreoceano. Negli anni 2000, ricorda il quotidiano di Washington, Assad faceva cose che l’amministrazione di George Bush deprecava, come rafforzare i legami con Hamas, Hezbollah e l’Iran, lasciar transitare cellule di al Qaida sul suo territorio verso l’Iraq e partecipare all’assassinio dell’ex premier libanese Rafik Hariri.

Commenti

smithjosef

Lun, 02/09/2013 - 21:52

Il DNA è sempre quello! Di destra o di sinistra? Scegliete voi.

Ritratto di nutella59

nutella59

Lun, 02/09/2013 - 22:17

Che cosa attendersi di meglio da un ESTREMISTA DI SINISTRA palestinISTA che raccontò balle sul suo servizio in VeitNam (fu smentito dai suoi commilitoni) e DIFENDEVA I VIET-CONG?

gamma

Lun, 02/09/2013 - 22:33

Tutto sommato si può concludere che quella che si è scatenata fra americani e siriani è ...una guerra fra bande.

beale

Mar, 03/09/2013 - 00:25

L'ipocrisia della politica.Vivo Gheddafi, la figlia era alto rappresentante ONU per i diritti umani; con l'uccisione del padre la carica è stata contestualmente revocata, eppure era sempre la stessa persona.

mborrielli

Mar, 03/09/2013 - 00:52

Assad ha fatto ammazzare Hariri... E allora ?? Che hanno fatto americani a company con Gheddafi ? Ammazzato per tappargli la bocca, hai visto mai che saltava fuori qualcosa che non si doveva sapere.

simone64

Mar, 03/09/2013 - 02:25

Per questo motivo Kerry non è diventato presidente e mai lo diventerà…per fortuna!!!!

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Mar, 03/09/2013 - 03:13

Sputtanati alla grande!!! Tanto Kerry, avevamo già capito che le armi chimiche sono solo l'ennesimo falso pretesto per scatenare una guerra di interessi!

Demy

Mar, 03/09/2013 - 03:54

Questa è la politica estera degli USA.Quando vogliono fare affari tutti sono amici, quando questo non si realizza si diventa subito nemici,dittatori,criminali.Il loro prossimo intervento armato in Siria dimostra,ancora una volta,la loro volontà ad imporre la loro legge,la loro supremazia mondiale (?) e con la scusa di esportare la democrazia,il benessere e la libertà, organizzano guerre senza senso, ma che hanno una logicità tutta con il marchio USA : acquisire potere economico e commerciale, questo è il loro scopo vero.Lo hanno dimostrato con la Libia,con l'Iraq,ci provano da anni con l'Iran,finanziano dittature per mantenere lo status di amici presenti nell'area del Golfo, e quando non riescono a sconfiggere i Talebani in Afganistan, causano una maggiore produzione di droghe, quasi il 60% in più da quando hanno invaso quel Paese.In nessun Paese in cui sono intervenuti con le armi(democrazia)c'è stata libertà e benessere ma, al contrario, distruzione,morti,caos politico e sociale oltre che maggiore miseria.Il loro ultimo "schiaffo" morale alla Federazione Russa, rifiutando l'invito e incontrare la comunità gay dimostra,ove ce ne fosse bisogno, che non hanno una leadership corrispondente ad una grande Nazione, ma dimostrano al mondo intero che il loro unico e solo problema è esportare democrazia per consumare armi,essere vicini alla lobby dei gay, e poi non ha nessuna importanza dei danni disastrosi che causano nel mondo intero.La democrazia la dovrebbero applicare nel loro Paese dove, sempre in nome della libertà, hanno sterminato milioni di Indiani (pellerossa) e, quei pochi che sono sopravvisuti vivono relegati in riserve come dei prigionieri.Questa è la grande democrazia Americana, dove non c'è sicurezza nemmen nelle scuole visto che sparano come vivessero ancora l'epopea del Far West.Meglio che se ne stiano a casa a risolvere i loro problemi interni, il mondo può andare avanti anche senza di loro,.....ed anche in mdo migliore.

Ritratto di nutella59

nutella59

Mar, 03/09/2013 - 06:17

Che cosa aspettarsi di diverso da un ESTREMISTA DI SINISTRA e palestinISTA, che già difese i Viet-Cong davanti al congresso?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 03/09/2013 - 07:30

gli Stati Uniti stanno per commettere l'ennesimo tragico errore.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 03/09/2013 - 08:32

Il numero 00 dopo la nullita chiamata ubama.

franco@Trier -DE

Mar, 03/09/2013 - 09:32

un po come i Bush tutta la famiglia intera cenavano con Bin Laden.