IL REGIME SI PIEGADamasco dice sì alle ispezioni Onu Gli Usa: è tardi

Gli ispettori dell'Onu inizieranno oggi le indagini sul presunto uso di armi chimiche in Siria. Le Nazioni Unite sottolineano che il governo siriano si è impegnato a offrire «cooperazione» e a osservare il coprifuoco. Ma agli Stati Uniti questo sembra non bastare più. Il via libera del regime siriano è arrivato «troppo tardi per essere credibile»: così la Casa Bianca.
Intanto l'Iran, principale alleato regionale di Assad, usa toni minacciosi con Washington. «L'America conosce le delimitazioni della linea rossa sulla Siria, se verranno superate ci saranno serie conseguenze per la Casa Bianca», ha avvertito il vice capo di Stato maggiore delle forze armate, Massoud Jazayeri.