Rilasciato Gerry Adams: non è un assassino

Il leader del Sinn Féin è stato detenuto e interrogato per cinque giorni per un omicidio del 1972

Belfast La polizia dell'Irlanda del Nord ha rilasciato ieri sera Gerry Adams, che si trovava da cinque giorni in stato di fermo presso il commissariato di Antrim.
Qui il leader del Sìnn Fein - il partito che fu a lungo il braccio politico dei terroristi nordirlandesi dell'Ira) è stato interrogato per l'assassinio da parte dei Provisonal Ira (l'ala estrema della formazione) nel 1972 di Jean McConville, 37 anni, madre di dieci figli rapita davanti a loro, perché sospettata di essere una spia dei britannici. In realtà la donna si era limitata ad aiutare un soldato britannico rimasto ferito negli scontri. La donna venne assassinata e i suoi resti furono sepolti su una spiaggia, dove vennero scoperti solo nel 2003.
Adams - che ha sempre negato qualsiasi coinvolgimento - è stato liberato senza alcuna incriminazione, anche se il fascicolo con il contenuto dell'interrogatorio (riferisce la Bbc) sarà inviato alla procura, che deciderà se incriminarlo.
La polizia, in base alla legge britannica, era infatti costretta ad incriminarlo o a rilasciarlo entro le 20 locali e per qeusto aveva proceduto a sedute di interrogatorio continuative estenuanti, fino a 17 ore nell'arco di ogni giornata di detenzione.
L'arresto di Gerry Adams, che oggi ha 65 anni, aveva suscitato notevole clamore in Gran Bretagna e in Irlanda. Il leader politico, infatti, ha da tempo archiviato le proprie posizioni estremistiche del passato per diventare uno dei protagonisti del faticoso processo di pacificazione nell'Irlanda del Nord, insanguinata per oltre trent'anni da una folle violenza su base etnica e religiosa che ha provocato complessivamente circa tremila vittime, soprattutto civli. La stessa regina Elisabetta aveva voluto stringere simbolicamente la mano ad Adams.

Commenti

Raoul Pontalti

Lun, 05/05/2014 - 13:27

Anche nell'Irlanda del Nord la divisa rende ebeti...Cosa si aspettavano i pulotti? Che confessasse? Per finire all'ergastolo e sputtanato come feroce assassino di una donna? O si hanno prove che inchiodano o è meglio indagare discretamente e interrogare il sospetto a piede libero. Doveva essere liberato già venerdì ma la polizia ha chiesto e ottenuto dalla magistratura 24 ore di proroga, ma l'esito non è cambiato: libero senza accuse. Può darsi che però l'intento non fosse di giustizia ma...poliziesco nel senso di esecuzione di volontà politche di governo per scalfire l'immagine del più prestigioso esponente del Sinn Féin nel corso della campagna elettorale europea che vede Gerry Adams impegnato quale presidente del suo partito.