Russia, arrestati trenta attivisti Greenpeace. Tra loro un italiano

Il gruppo, a bordo del rompighiaccio Arctic Sunrise, è accusato di "pirateria" per aver tentato di bloccare le trivellazioni nell'Artico

Arrestati in Russia trenta attivisti di Greenpeace, membri dell’equipaggio dell’Arctic Sunrise, la nave bloccata la settimana scorsa dalla guardia costiera russa dopo che avevano tentato di incatenarsi a una piattaforma petrolifera. Tra loro c'è anche un italiano, Cristian d’Alessandro. "Sono stati trasferiti in un centro di detenzione provvisoria" dopo essere stati portati a terra a Murmansk. Nei loro confronti è stato aperto un fascicolo: sono accusati di pirateria e rischiano fino a 15 anni di carcere. Gli attivisti protestavano contro le trivellazioni nell’Artico. Secondo la ricostruzione di Ivan Blokov, capo del programma Greenpeace Russia, né agli avvocati, né ai diplomatici dei rispettivi Paesi - tranne al console statunitense - è stato permesso l’accesso al Comitato investigativo nel quale i trenta sono stati trattenuti. "Tutto questo è incomprensibile e non dovrebbe accadere secondo la legge", ha aggiunto l’attivista.

Commenti

orso bruno

Mer, 25/09/2013 - 10:57

un pò di duro lavoro in siberia farà senz'altro bene a chi non ha mai lavorato in vita sua.

viento2

Mer, 25/09/2013 - 11:14

un 15 giorni al fresco in Russia così capiscono che non devono rompere i ......i russi non vanno tanto x il sottile

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/09/2013 - 11:15

Che marciscano in Siberia. Dovremmo prendere esempio dalla Russia. In men che non si dica risolveremmo il problema dei NO TUTTO. Quelli che ,poi, sono i primi a guaire se l'energia è la più cara d'Europa, le industrie delocalizzano e l'economia va a putt.... Basta con le "ecoballe".

ambrogione

Mer, 25/09/2013 - 11:31

Qualcuno sa rispondere alle mie domande ? Questi i soldi dove li prendono ? Chi li paga ? Chi li addestra ? Chi li equipaggia ? Grazie.

giovi bl

Mer, 25/09/2013 - 11:53

Ora vediamo quanti blak blok vanno a manifestare e a sfasciare le citta in Russia per la liberazione dei loro amici!avete visto quanti scontri durante il g20 a s. Pietroburgo,neanche una zanzara si muoveva,a quando un Putin italiano?

guidode.zolt

Mer, 25/09/2013 - 11:59

Facciamo in modo che di lui si interessi De Mistura e tutta la banda dei diplomatici...sappiamo come lavorano, ce l'hanno fatto ampiamente vedere coi Marò. E, se per caso venisse liberato, che se ne torni con le sue gambette.

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Mer, 25/09/2013 - 12:02

Hanno molti finanziatori e molti mezzi. Questa volta hanno commesso un atto molto stupido sfidando l'orso nei suoi territori. Fino a quando bloccavano le baleniere ero con loro, su questa azione insulsa non credo rischino più di tanto ma nessuno di loro potrà mai più andare in Russia.

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 25/09/2013 - 12:03

x Ambrogione. Sono pronto a scommettere che l'UE, ONU, e via via giù fino al comune più sperduto d'Europa direttamente o indirettamente finanzia sti delinquenti. Non equipaggi una nave rompighiacchio solo coi contributi dei simpatizzanti. In altre parole le tue tasse pagano anche sta gente.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 25/09/2013 - 12:08

Finalmente, dovrebbero arrestarli tutti. Cosa fà questa gente nella vita, di che campa??? Da chi sono stipendiati ?

Ilgenerale

Mer, 25/09/2013 - 13:01

Spero marciscano in Siberia !

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 25/09/2013 - 13:22

30 anni fa avevo paura dell'URSS e guardavo agli USA come il faro della civiltà, dell'ordine e del benessere. Ora è il contrario, cos'è successo nel mezzo? Semplice: al posto di Brezhnev c'è Putin, ed al posto di Reagan c'è Obama!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 25/09/2013 - 13:27

ambrogione: sepen: Greenpeace si finanzia grazie al contributo volontario di più di 3 milioni di sostenitori nel mondo. Come vede nulla di oscuro... http://www.greenpeace.org/italy/it/

nonnoaldo

Mer, 25/09/2013 - 13:33

Diamo in appalto ai russi la costruzione della TAV, con licenza di difendere gli impianti con loro risorse. Forse è la volta che in val di Susa tornerà un po' d'ordine.

frabelli1

Mer, 25/09/2013 - 13:42

Felice!!!

kandor

Mer, 25/09/2013 - 13:44

Si-be-ria ! Si-be-ria !

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 25/09/2013 - 14:05

Pensa un po.C´ERA una volta un cancelliere burino che vestiva Brioni :Pero questo dopo aver fatto occupazione di case, rivolte contro il trasporto degli scarti nucleari a Gorleben in germania e varie dimostrazioni a favore di brigadisti krucchi. Certo come cancelliere e come ex revoluzzer ha fatto schifo.Da capo del GASPROM russo ora manda agenti contro il Greenpeace.E proprio vero in Italia come nel resto d´europa ci si vende .E piu sei rosso piu ti vendi meglio.Red me l o passate stavolta. ?

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 25/09/2013 - 14:07

Vorrei che quando si scrivono articoli si scrivono molto chiaramente.Chi comanda il Gasprom, non e Putin ma un relitto chiamato schröder. ex , hausbesetzer, ex terrorist, ex idiot, ex bundeskanzler. Coraggio nel pubblicare la verita ?

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 25/09/2013 - 14:12

Xdreamer66-Sa chi si trova contro Greenpeace ? Un coglione chiamato Schröder. ex cancelliere , ex occupatore di case, ex casinaro stradale, ex contronucleare,ex contro aeroporto frankfurt, ex dirigente VW; capo attuale della Gasprom , quella che sta bucando l artide, capo e dirigente nucleare del gruppo EON,RWE ;etct etct.

PaK8.8

Mer, 25/09/2013 - 14:20

Nonnoaldo, sto con lei e appoggio in pieno. Un'accusa di pirateria è una brutta bestia di suo, ma se viene dai russi, penso che ai verdonzoli in questione passerà davvero la voglia di fare 'ste fesserie.

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 25/09/2013 - 14:22

BRAVO PUTIN, VENGANO MANDATI A SVOLGERE UN LAVORO DI PURA ECOLOGIA COME PIACE A LORO...SPALARE NEVE IN SIBERIA

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 25/09/2013 - 14:29

Adesso sì che abbiamo da imparare dalla Russia !

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 25/09/2013 - 14:40

x Dreamer_66. È chiaro che sul loro sito non ti vanno a scrivere che vengono pagati sottobanco da politicanti interessati di mezzo mondo...

vince50

Mer, 25/09/2013 - 14:55

Mi auguro che ci sia ancora qualche gulag in cui internarli per qualche anno,confidando nella risolutazza e determinazione dei Russi.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 25/09/2013 - 14:57

Ottimo, adesso tutti deportati nei gulag siberiani.

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 25/09/2013 - 15:11

Ma questi si credevano di fare una scampagnata in Val di Susa? Putin non tollera, giustamente, questi provocatori nullafacenti. Ovviamente anche incoerenti (come i grullini che vanno a fare le proteste No-TAV col frecciarossa): la loro nave e i loro gommoni sicuramente non vanno a remi ma a gasolio.

Baloo

Mer, 25/09/2013 - 15:17

La Russia è un paees serio.

Lu mazzica

Mer, 25/09/2013 - 15:45

40 anni fa ho fatto una settimana di vacanza in Russia ( Mosca e Leningrado ); allora si parlava di " Cortina di ferro " , oggi con Putin io direi " Cortina di acciaio : Chi la maltratta si procura un guaio " !!! Rgds., Lu mazzica

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mer, 25/09/2013 - 15:46

Se arrestano un connazionale che protesta per una giusta causa, festeggiate. Se arrestano due nostri militari perchè assassini, vi indignate......povera Italia.

Lu mazzica

Mer, 25/09/2013 - 15:46

40 anni fa ho fatto una settimana di vacanza in Russia ( Mosca e Leningrado ); allora si parlava di " Cortina di ferro " , oggi con Putin io direi " Cortina di acciaio : Chi la maltratta si procura un guaio " !!! Rgds., Lu mazzica

Ritratto di laghee100

laghee100

Mer, 25/09/2013 - 16:00

si ritengano fortunati se non sono stati affondati !!

Ritratto di Geppa

Geppa

Mer, 25/09/2013 - 16:19

Se arrestano un connazionale che protesta per una giusta causa, festeggiate. Se arrestano due nostri militari perchè assassini, vi indignate......povera Italia.

Raoul Pontalti

Mer, 25/09/2013 - 16:24

Il reato di pirateria, negli elementi essenziali delineato sin dall'antichità, è il primo contemplato dal diritto internazionale oltre che sanzionato nelle legislazioni nazionali e tutti gli Stati sono obbligati ad intervenire prescindendo dal principio di territorialità Ciò premesso va precisato che ai sensi dell’art. 15 della Convenzione di Ginevra del 1958 e dell'art. 101 della Convenzione di Montego Bay del 1982 "si definisce pirateria: 1) Ogni atto di violenza illegittimo di detenzione e ogni depredazione commessi dall’equipaggio o dai passeggeri di una nave o di un aeromobile privati, a scopo personale, e a danno: a) in alto mare, di un’altra nave, altro aeromobile, o di persone o beni a bordo di questi; b) in luoghi non sottoposti alla giurisdizione di uno Stato, d’una nave, o di un aeromobile, o di persone o beni; 2) La partecipazione volontaria all’impiego di una nave o di un aeromobile, svolta con piena conoscenza dei fatti che conferiscono a detta nave o detto aeromobile l’attributo di pirata; 3) L’istigazione a commettere gli atti definiti ai numeri 1 e 2 come anche la facilitazione intenzionale degli stessi". Come si vede rispetto alla concezione antica che richiedeva l'animus furandi, ossia l'intenzione di depredare la nave abbordata, si è aggiunto anche il nocendi e si sono anche aggiunti, su richiesta espressa italiana, anche gli aeromobili. Giusta quanto esposto è evidente che non si è nel caso in presenza di pirateria mancando una serie di elementi costitutivi del reato. Qualcuno in Russia deve ripassarsi il diritto internazionale ma soprattutto ritrovare il buon senso perduto. Aggiungo che una piattaforma fissa non è una nave (la pirateria richiede due navi o imbarcazioni: quella attaccnte e quella attaccate ed entrambe civili) e che il semplice sbarco su questa, come anche su una nave provenendo da altra nave o anche da un elicottero, non integra la fattispecie della pirateria (dov'è la violenza?). Sul movente di Greenpeace: lo condivido per ragioni oggettive (l'Artico è un ambiente delicatissimo) e soggettive (i Russi sono degli inquinatori eccezionali sia per incompetenza tecnica che per scarso senso del rispetto del creato).

paolonardi

Mer, 25/09/2013 - 16:34

Gli ecologisti, oltre ad essere scientificamente poco preparati, fanno ragionamenti schizofrenici. Non vogliono il trasporto su gomma perché inquinante, richiedono auto elettriche ignorando che per fare elettricità occorrono centrali che la producano, vogliono energie rinnovabili ma ignorano che le pale o pannelli costano, per essere costruiti, più energia di quanta ne potrebbero produrre in cinquanta anni, solo per parlare delle cose più banali. Bravo Putin! Imbelli politici e magistrati nostrani prendete esempio e riportate anche da noi il rispetto delle leggi e del prossimo. Sto notando purtroppo che anche le forze dell'ordine si stanno adagiando su posizioni lassiste spinte forse dall'essere lasciate sole, se non punite, nel contrasto ai comportamenti criminali.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 25/09/2013 - 17:19

Speriamo che li mandino in Siberia, specialmente l'italiano.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 25/09/2013 - 18:12

sepen: può essere che i Boy Scouts vengano segretamente finanziati da una rete internazionale di pedofili criminali, oppure che la Croce Rossa riceva finanziamenti occulti dai movimenti neonazisti di mezzo mondo... se fosse non lo renderebbero di pubblico dominio! Le sembrano argomentazioni logiche???

maxaureli

Mer, 25/09/2013 - 18:22

stenos... si! Speriamo che li mandino in Siberia o in Mongolia... MA A PIEDI e verso Gennaio che fa' "fresco" da quelle parti!!! LOL LOL Ale' Putin!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 25/09/2013 - 18:29

marforio: eeeeeeehhhhh... capo di Gazprom! BUM! Non sapevo che fine avesse fatto Schröder, ma grazie alla sua segnalazione ho realizzato che, subito dopo la sua uscita di scena politica, è stato nominato a capo di un consorzio per la costruzione di un gasdotto dalla Russia alla Germania (nulla a che fare con l'Artico). Da qui ad essere il capo di Gazprom ce ne passa. Comunque anche fosse, o fosse Madre Teresa di Calcutta a capo di Gazprom, non vedo assolutamente nulla di buono e rassicurante con le trivellazioni petrolifere nell'Artico. Solidarizzo con Greenpeace.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 25/09/2013 - 18:31

marforio: eeeeeeehhhhh... capo di Gazprom! BUM! Non sapevo che fine avesse fatto Schröder, ma grazie alla sua segnalazione ho realizzato che, subito dopo la sua uscita di scena politica, è stato nominato a capo di un consorzio per la costruzione di un gasdotto dalla Russia alla Germania (nulla a che fare con l'Artico). Da qui ad essere il capo di Gazprom ce ne passa. Comunque anche fosse, o fosse Madre Teresa di Calcutta a capo di Gazprom, non vedo assolutamente nulla di buono e rassicurante con le trivellazioni petrolifere nell'Artico. Solidarizzo con Greenpeace.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 25/09/2013 - 18:35

Li portassero in Siberia e li lasciassero sotto ghiaccio per alcuni anni tanto in giro farebbero solo danni.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 25/09/2013 - 23:00

xdreamer66- Anche io solidarizzo con Greenpeace.Ma volevo solo sottolineare chi e che va in artico.Appunto la GAzprom.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 25/09/2013 - 23:09

´xdreamer66- CONFERMO ALTRA VOLTA CHE IL CAPO Gazprom SI CHIAMA GERARD SCHRÖDER. Come anche le sue attivita di socio consulente e approfittatore, in societa elettriche e nucleari come EON, RWE. E mi ricordo come capo che contrastava il traporto scarti nucleari dalla francia a Gorleben era l ´ attivista dei cretini di turno .Che volevano impedire al treno trasportatore di nome Castor di portare scorie nucleari.Guarda un po cosa fa il denaro ? Attira ogni ratto rosso molto di piu di un capitalista morto di fame.

buri

Gio, 26/09/2013 - 10:37

Le attività di Greenpeace sono in generale lodevoli, pensiamo alla caccia alle baleniere giaponnesi, ma sono male informati, si può, quasi impunemente, andare a rompere le scatole a tanti paesi, ma per favore lasciate stare i Russi, non andate a stuzzicarli a casa loro, sono permalosi, con loro non si può scherzare, si arrabbiano subito e ti sbattono in galera

maxaureli

Gio, 26/09/2013 - 11:43

marforio... questa volta sei fuori di testa. IL CAPO Gazprom SI CHIAMA GERARD SCHRÖDER????? Evita di dire certe cose.

entropy

Ven, 27/09/2013 - 07:09

dio esiste. E adesso forza col gioco dell'orso.