Russia, bomba su bus: forse donna kamikaze

Attentato su un bus a Volgograd. Il bilancio delle vittime parla di 6 morti e almeno 20 feriti

Torna la paura in Russia. A Volgograd una bomba è esplosa su un autobus affollato: il bilancio delle vittime è di almeno di sei morti e venti feriti, di cui 7 gravi. All'inizio qualcuno aveva ipotizzato che il veicolo potesse essere esploso a causa di alcuni apparecchi a gas difettosi, ma sul posto sono stati trovati frammenti di un ordigno esplosivo, segno inequivocabile che si tratta di un attentato. Potrebbe essere stata una donna kamikaze a compiere l’attentato: non lontano dal mezzo, infatti, sono stati trovati i documenti d’identità di una donna convertitasi all’Islam e moglie di un capo della guerriglia caucasica.

Più tardi la donna è stata identificata: si chiama Naida Afialova, 30 anni, originaria del Daghestan, repubblica del Caucaso russo minato dal terrorismo di matrice islamica. Lo riferiscono i servizi segreti daghestani, secondo cui la donna, mentre frequentava
un istituto universitario a Mosca, aveva arruolato un suo compagno di studi, Dmitri Sokolov. Quest’ultimo si era convertito all’Islam e si era trasferito insieme a Naida in Daghestan, dove si era unito ad un gruppo di guerriglieri operanti a Makhachkala. La donna si sarebbe fatta esplodere appena salita sul bus, secondo quanto riferito da un passeggero sopravvissuto.

Mappa

Commenti
Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mer, 23/10/2013 - 11:33

Ma avete notato che l'informazione sui media italiani e' passata quasi sotto silenzio? Altro crimine marcato ISLAM minimizzato! La consolazione e' che almeno nella Russia di Putin una reazione adeguata ci sara'.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 23/10/2013 - 14:46

#Feyerabend Minimizzato. Come ieri è stato occultato tra le pieghe della cronaca l'episodio della devastazione del centro d'accoglienza di Mineo da parte dei "disperati". Viviamo in un regime di censura "democratica e politicamente corretta". In omaggio alla multietnicità della nostra penisola. Putin, però, non è particolarmente sensibile ai concetti del multiculturalismo e della islamizzazione (strisciante e/o attentante). Penso stia già attuando una terapia radicale negli ambienti dell'integralismo di casa sua. E saranno caviali amarissimi.

Raoul Pontalti

Mer, 23/10/2013 - 15:30

Ma nessuno ha minimizzato alcunché o bananas, basta dare un'occhiata alla stampa sia cartacea che on-line. Va detto piuttosto che l'attentato si iscrive nel quadro delle lotte separatistiche di alcune etnie delle repubbliche caucasiche della Federazione Russa(tra cui la celeberrima Cecenia) foraggiate da USA & C. con la collaborazione, per l'indottrinamento degli estremisti islamici, della solita Arabia Saudita. E' forse l'antipasto prodromico alle diverse portate di un lunga festa che culminerà con i botti delle olimpiadi invernali di Sochi nel prossimo febbraio per le quali i prezzolati di CIA, Mossad, etc., tutti rigorosamente islamici beninteso, hanno promesso di partecipare come cuochi sopraffini. Sui disordini al Cara di Mineo: se vi si fanno stare 4-5.000 persone in luogo delle previste 2.000 e trattate peggio delle bestie la reazione è scontata e infatti lì (e non solo lì) le rivolte sono cicliche. E sicuramente piange il cuore al pensiero dei milioni di euro investiti per quel Cara, ingrassando imprese truffaldine e anche mafiose, e ai 23 euro giornalieri che i gestori incassano per ogni ospite per trattarli in pratica come bestie. Ma i bananas quando il cane morde se la prendono con il cane non con il padrone....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 23/10/2013 - 18:00

Ah già,la CIA! Ce ne eravamo completamente dimenticati. Quanto al disagio patito nei centri d'accoglienza prova Tu a parare colpi di 500 migranti al giorno(quando va bene!). Penso che non ti basterebbero 10 campi sportivi al mese. L'alternativa alla detenzione c'è ed è molto semplice: presentarsi con i documenti d'identità come, del resto, fai Tu nei Tuoi ricorrenti viaggi nella terra dei Gabibbi e di Allah. Altro che prendersela colla lentezza delle identificazioni e gli eccessi onanistici dimostrati, a Tuo dire, dal peggiore dei Tuoi incubi...nonchè dal tuo "tic" più radicato:gli uomini in divisa.