Sandra Mariani è liberaEra ostaggio in Algeria

La turista 54enne venne rapita da un gruppo di militanti di al Qaida per il Maghreb Islamico il 2 febbraio 2011 in Algeria

"La cittadina italiana rapita a Djanet nel sud dell’Algeria è stata liberata". Ad annunciarlo in un flash nell’edizione on-line è la tv satellitare saudita Al Arabiya. E se nei primi momenti dopo l'annuncio non era chiaro a chi si riferisse la notizia, è arrivata poi la certezza. L'italiana liberata è Maria Sandra Mariani.

54enne, la donna era stata sequestrata il 2 febbraio 2011. Originaria di San Casciano Val di Pesa, la donna era stata rapita durante un attacco all'oasi di Djanet - dove si trovava come turista - da un manipolo di uomini armati, che in seguito si erano identificati, con un messaggio alla tv degli Emirati al Arabiya come militanti di al Quaida per il Maghrebe islamico (Aqmi), rete operante in tutta l'area che va dall'Algeria alla Mauritania, dal Miali al Niger, fino a Ciad e Sudan. Nelle mani dello stesso gruppo anche la cooperante italiana Rossella Urru.

Grande la commozione dei famigliari della Mariani, che hanno appreso la notizia dalla Farnesina. Il padre, in lacrime, ha raccontato che la figlia si recava spesso in Algeria, dove si tratteneva per un mese l'anno e commentato: "Appena la vedrò le dirò: dimenticati l'Algeria".

Commenti

c12c34c

Mar, 17/04/2012 - 18:18

Anche la FARNESINA HA CONFERMATO la liberazione di Sandra. Ben tornata Sandra tra di noi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 17/04/2012 - 18:30

Ora, almeno, sappiamo come sono impiegati i soldi delle nostre tasse.

niklaus

Mar, 17/04/2012 - 19:01

Un altro cercagrane a cui in futuro bisognerebbe mettere il collare.

Nemesi

Mar, 17/04/2012 - 19:29

Chissà se anche lei parlerà di "vacanza pagata"

williamtorino

Mar, 17/04/2012 - 19:49

Per questa persona, amante dell'algeria, sono sicuro che il Governo - come si usa fare per i rapiti in Italia - non abbia pagato alcun riscatto. Mi piacerebbe averne conferma. Sarebbe, infatti, criminale aver speo i nostri soldi per una bella persona che adesso, poverina, dovrà patire tanto nel dimenticarsi dell'algeria, come gli dirà suo padre.

aspide007

Mar, 17/04/2012 - 20:08

@- ...che le vengano almeno addebitate le spese per la sua liberazione.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 17/04/2012 - 20:42

Benissimo…evviva…..non si può che essere felici….mi piacerebbe sapere se il loquace ministro Terzi per fare bella figura e togliersi da impicci e critiche non sia a conoscenza di riscatti pagati o similari. Forti di pantalone italiano, che paga paga, tassa più o tassa meno di questi tempi magari non ci fa caso. Ma per la miseria è ora di finirla di pagare per avventurieri, amanti del brivido dell’imprevisto venga a loro addebitata fino all’ultimo centesimo tutte le spese sostenute per la loro liberazione. Non sono là a guadagnarsi da vivere, ma solo per la loro egoistica voglia di avventura

eglanthyne

Mar, 17/04/2012 - 21:01

Il COSTO di questa liberazione qualcuno lo conosce ?

Izdubar

Mer, 18/04/2012 - 08:12

Mi aspetto che la tipa ora faccia dichiarazioni deliranti del tipo: "mi hanno trattato come in un albergo a 5 stelle" e simili. Ti è andata bene, ora da' retta al tuo babbino e fatti le vacanze a Rimini. Con tutti i problemi che abbiamo in Italia, dobbiamo occuparci anche di questi irresponsabili egoisti?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 18/04/2012 - 08:51

Alla prima intervista,dirà che tutto sommato non è stata trattata male,che capisce le ragioni dei suoi rapitori,etc.etc. Poi scriverà un libro,ci guadagnerà dei soldi,e.....PANTALONE quanto ha pagato per riportarla a casa?