La Crimea si prepara al referendum. Il 21 Kiev firma l'accordo con l'Ue

Domani la decisione sul futuro della penisola. Due morti in scontri a Kharkiv

A Sebastopoli, in Crimea, si preparano le urne per il referendum

Continua a salire la tensione in Ucraina. Il governo di Kiev ha dichiaro che è in corso "un’invasione militare russa" del proprio territorio e ha chiesto a Mosca di "ritirare immediatamente le truppe". Le truppe russe avrebbero preso il villaggio di Strilkove nella regione di Kherson, vicino alla Crimea. Le unità militari sarebbero almeno 80, più 4 elicotteri e tre blindati. Washington continua a tuonare contro l'avanzata delle truppe di Putin: "Se la Russia ha ulteriormente aggravato quanto fatto in Crimea, attraversando il confine sud dell’Ucraina, sarebbe un’escalation oltraggiosa. Ora devono rispondere delle loro azioni", ha ammonito Samantha Power, Ambasciatore Usa alle Nazioni Unite,

Intanto in Crimea si preparano i seggi che domani ospiteranno il referendum che deciderà se portare la penisola ucraina definitivamente tra le braccia di Mosca. Un voto il cui esito sembra scontato, preceduto da scontri nella parte sud-orientale del Paese, figli di una tensione che rimane altissima. A Kharkiv due persone sono morte e cinque sono rimaste ferie in una sparatoria che ha coinvolto militanti di estrema destra e filo-russi. Trenta persone coinvolte sono state arrestate dalla polizia.

Quella di domani non è l'unica data importante per il futuro dell'Ucraina. Il 21 marzo, secondo quanto ha annunciato oggi il premier ucraino, Arseni Iatseniuk, sarà firmata la parte politica del trattato di associazione all'Unione Europea, che porterà Kiev più vicina all'orbita dei Paesi membri. La parte economica sarà firmata invece più avanti.

Commenti

L'Anonimo

Sab, 15/03/2014 - 15:14

Che strana organizzazione la UE. Se rifiuti una sua proposta, è capace di organizzare una rivoluzione per disarcionare il governo legittimo e sostituirlo con un altro desideroso di immolarsi sull'altare dell'Euro. Proposte a cui non può essere opposto rifiuto, ossia proposte mafiose della cricca massonica dei burocrati europei e delle lobby angloamericane.

L'Anonimo

Sab, 15/03/2014 - 15:24

Per capire gli errori è talvolta necessario sbatterci la testa, peccato che la UE dei mercanti e dei banchieri massonici sia come l'Inferno dantesco: una volta entrati bisogna abbandonare la speranza di poterne uscire... All'inizio sembrerà loro di avere far fatto una scelta furba. USA e UE, infatti, ci impongono una tangente per pagare i conti ucraini ... poi ad un tratto il paladini del mondo unipolare a stelle e strisce e i noti mercanti e banchieri massoni inizieranno a chiedere i primi favori di ritorno... ed allora capiranno, ma sarà troppo tardi. I primi a pagare il conto saranno gli ultranazionalisti ucraini, non appena non saranno più utili idioti.

Gaeta Agostino

Sab, 15/03/2014 - 16:09

Gli americani si sa sono guerrafondai accertati, hanno fatto e provocato piu guerre loro in questi ultimi 15 anni che l'intera europa in 200 anni. Ma gli europei, cioè noi, ci definiamo democratici, accogliamo nella nostra unione cani e porci se fanno comodo agli americani (Turchia, Kossovo) o alla Merkel(Slovenia,Croazia, Ungheria, Romania, Lettonia, Lituania, Bulgaria, Polonia ed ora Ucraina)e se un popolo chiede la sovranita con regolare referendum allora va contro il diritto internazionale, ma che ipocriti questi democratici europei e americani e pensare che Obama ha avurto il premio Nobel per la pace!!!! Adesso firmiamo accordi con l'Ucraina per avere una scusa per mettere il naso in uno stato sovrano e ci dimentichiamo che gli attuali governanti uccraini hanno fatto un colpo di stato estromettendo quelli legittimamente eletti dal popolo. Ma poi gli accordi che farà la Germania con l'Ucraina chi li paga, certamente noi tutti stupidi imbecilli che ancora crediamo in questa europa di merda. Fa bene Putin a difendersi e secondo me farà bene ad usare le armi se dovesse essere necessario.

gamma

Sab, 15/03/2014 - 16:56

Come mai l'UE stava mandando in default la Grecia i cui debiti erano pari pressapoco al PIL della Puglia e sta comprandosi (perchè è esattamente ciò che sta succedendo) l'Ucraina, che costa e costerà molto di più? Lo sta facendo perchè abbiamo bisogno di nuovi schiavi. Infatti in Italia, Germania e Francia il costo orario di un operaio è di circa 20/25 Euro l'ora, in Polonia si arriva a 7/9 Euro l'ora, in Ucraina le ultime stime parlano di 2/3 Euro l'ora. Inoltre l'Ucraina ha un territorio vastissimo (circa due volte l'Italia) e fertilissimo (veniva considerato il granaio della Russia europea). Infine gli ingenti debiti dell'Ucraina li pagheremo noi cittadini europei, in tutti i sensi: in denaro e in perdita di posti di lavoro perchè molte aziende si trasferiranno in Ucraina come già è successo per la Polonia, la Serbia, ecc. E gli USA, perchè hanno tanto brigato per fare aggregare l'Ucraina all'UE? I motivi possono essere diversi, uno dei quali è strategico-militare: la Russia agli americani fa sempre paura: è un paese immenso, il più grande della terra, è ricchissimo di materie prime, è potente militarmente. Inoltre Putin ha ripetutamente umiliato Obama essendo molto più abile in politica estera rispetto all'abbronzato e quest'ultimo stava cercando di fargliela pagare sfilandogli l'Ucraina. Ma alla fine chi ci guadagnerà sarà ancora una volta Putin che si è ripreso la Crimea e il libero accesso al mediterraneo. Cosa che prima gli era permessa solo su concessione del governo ucraino. E forse riuscirà a riprendersi almeno in parte anche l'Ucraina (disordini con relative perdite umane sono già cominciati nell'Ucraina russofona).

ernestorebolledo

Sab, 15/03/2014 - 16:58

quelli che sponsorizzato il colpo di Stato in Ucrania..sono confusi

cgf

Sab, 15/03/2014 - 17:36

nemmeno gl'insorti ucraini vogliono LIBERE elezioni, sanno di essere minoranza e perderle, brutto schiaffo per Europa/USA che ben si guarda da proporre elezioni a Kiev

petra

Sab, 15/03/2014 - 17:50

Aiuto!!! Ulteriori tasse in arrivo. Fondo salva stati in movimento. Germania che vende i suoi prodotti all'Ucraina, banche che finanziano a basso tasso d'interesse. Impossibilità da parte degli ucraini di saldare i debiti. Banche tedesche esposte. Salvataggio tramite fondo salva stati. Esattamente come in Grecia. E noi paghiamo.

petra

Sab, 15/03/2014 - 17:50

Aiuto!!! Ulteriori tasse in arrivo. Fondo salva stati in movimento. Germania che vende i suoi prodotti all'Ucraina, banche che finanziano a basso tasso d'interesse. Impossibilità da parte degli ucraini di saldare i debiti. Banche tedesche esposte. Salvataggio tramite fondo salva stati. Esattamente come in Grecia. E noi paghiamo.

petra

Sab, 15/03/2014 - 17:54

E l'ucraina Mariya cosa dice? Mi sembrava che avesse detto che loro non volevano stare nè con l'Europa nè con la Russia, ma essere liberi e indipendenti. Quanto è durato?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 15/03/2014 - 18:06

che bene cosi presto vedrete qualche centinaia di migliaia di cittadini ucraini emigrare in Italia siete vermente dei "democratici".Quello che aspettavano.L'Ucraina è il secondo paese come grandezza dopo la Russia europea.Gaeta comunque la Italia è grande e potete ospitarli dar loro del lavoro.

manente

Sab, 15/03/2014 - 18:42

Sono circa due secoli che l'obiettivo strategico degli anglo-americani è quello di evitare che l'Europa e la Russia, anch'essa Europa, si ricongiungano e si integrino economicamente con enormi vantaggi per entrambi. Per oltre un secolo il comunismo sovietico e la divisione del mondo in blocchi, lo ha impedito. Ora che la Russia non è più comunista , Obama e le lobby che lo hanno eletto, cercano di impedire con tutti i mezzi, terrorismo e guerra asimmetrica compresa, ogni tipo di cooperazione economica tra la Russia e l'Europa. E' di tutta evidenza che gli interessi Usa sono del tutto opposti a quelli dell'Europa. Il solo problema è che gli eurocrati della troika non rappresentano gli interessi e la volontà degli europei.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 15/03/2014 - 19:03

poveri Ucraini, verranno schiavizzati dai massoni con le figurine illustrate della BCE come han fatto con i babbei italiani tanti anni fa, il Quarto Reich come conquistare i popoli senza sparare un colpo ma facendoli ammazzare tra di loro. Quanta stupidità indotta dai Mass-Media

alfredewinston

Sab, 15/03/2014 - 20:35

FORZA RUSSIA, SPACCAGLI IL CULO A QUEL GUERRAFONDAIO DI OBAMA ED ALL'EUROPA.

silvio per sempre

Sab, 15/03/2014 - 20:58

Dopo Auschwitz, l'armata russa (non più rossa) libera la Crimea.

Paul58

Sab, 15/03/2014 - 21:09

lavoro in Ucraina da 12 anni e parlando con amici di Kiev in questi giorni, ascolto racconti pesanti sulla situazione della popolazione. mi domando perche' la stampa non racconta che la polizia non c'e piu', che l'hinterland di Kiev e' in mano a gente che entra nelle case, ruba e se ne va indisturbata. Che manca cibo etc nelle zone piu povere, che non si esce di casa, che e' pericoloso esporsi politicamente perche ci sono persone armate che girano indisturbate....... a questi poveracci (il 95% della popolazione) nulla gli frega di Putin e della culona rompipalle ( che tra parentesi odiano follemente). siamo di fronte, se le cose non cambiano, ad un disastro umanitario, altro che strategie UE o USA.

giovanni951

Sab, 15/03/2014 - 21:26

ma perché gli Usa non si i cavoli loro? sarebbe bene che qualcuno spieghi agli ucraini che gli Usa non si muovono se poi non c'è da guadagnare, pertanto che li si metta in guardia.Quanto agli eurabici fanno la voce grossa ma sanno che hanno solo da rimetterci.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 15/03/2014 - 21:37

Beh poveretti, credo farebbero una brutta fine, ma se dovesse succedere, le colpe le avrebbero gli americani che dal famoso 11 settembre con la paura di veder crollare ancora grattacieli, hanno dato un svolta alla loro politica internazionale appoggiando qualsiasi movimento rivoluzionario senza per altro sapere da chi è formato e come finirà, vedi come sono finite le tanto care, primavere arabe, in Egitto e pure in Libbia la democrazia è di casa,in Sira se ne sta occupando "chi l'ha visto", e si chieda a Israele cosa pensano del presidente abbronzato da quando strizza l'occhio ai pacifici movimenti Palestinesi. Metti assieme le cialtronate yankee con la pochezza dell'Europa la frittata è fatta e servita, solo che, se qualche cosa che si spera non debba succedere, succederà come in tutti i casi che si sono attivati gli americani, sempre a casa degli altri, consci che dall'alto dei loro grattacieli a Manhattan si goderanno quello che succede in altr parti del mondo.

silvio per sempre

Dom, 16/03/2014 - 07:41

Dopo Auschwitz, l'armata russa (non più rossa) libera la Crimea.