Settanta ufficiali disertano Assad E l'Egitto chiude

Sei generali e 22 colonnelli siriani hanno disertato e sono passati in Turchia. In tutto circa 70 ufficiali siriani hanno abbandonato l'esercito e il loro ruolo e sono entrati nel paese vicino dando luogo alla maggior diserzione tra le forze leali al regime di Bashar al-Assad da diversi mesi a questa parte. L'ondata di defezioni avviene pochi giorni dopo la decisione di Obama di fornire aiuto militare ai ribelli, in forma ancora da precisare. Decine di ufficiali superiori dell'esercito si sono rifugiati in Turchia dall'inizio della rivolta, nel marzo del 2011, e molti sono rientrati in Siria nei ranghi del Libero Esercito Siriano, principale organizzazione armata dell'opposizione. Intanto ieri gli Usa hanno ribadito, per bocca del segretario di Stato John Kerry, che l'uso di armi chimiche e il maggior coinvolgimento di Hezbollah «minacciano di rendere impossibile il raggiungimento di una soluzione politica del conflitto». E in serata il presidente egiziano Mohammed Morsi ha deciso di rompere definitivamente tutti i rapporti con la Siria, di chiudere l'ambasciata siriana al Cairo e di ritirare il suo rappresentante diplomatico da Damasco.

Commenti
Ritratto di laisa1942

laisa1942

Dom, 16/06/2013 - 17:15

sono fondamentalisti i cosidetti 'ribelli', e ovviamente Barak HISSEIN Obama e' con loro....In altri 4 anni al otere riuscira' nel suo imtento di ISLAMIZZARE il mondo