Settimanale francese annuncia la pubblicazione di vignette su Maometto

Mentre il mondo musulmano è in rivolta per il film blasfemo su Maometto, il settimanale francese satirico Charlie Hebdo annuncia nuove vignette sul profeta

Mentre il mondo musulmano è in rivolta per il film blasfemo su Maometto, il settimanale francese satirico Charlie Hebdo ha annunciato la pubblicazione di nuove vignette sul profeta.

Nel 2006 la pubblicazione di vignette sul Profeta sul giornale danese Jillanden Posten scatenò violenze in tutto il mondo islamico.

Il settimanale ha confermato che l’edizione in uscita contiene diverse vignette con caricature di Maometto. Il direttore del giornale, che originariamente era un vignettista e si firma con il nome Charb, ha detto che i disegni "sconvolgeranno solo quelli che vorranno essere sconvolti".

Il primo ministro francese, Jean-Marc Ayrault ha invocato senso di "responsabilità" ai vertici del settimanale satirico.

Annunci Google
Commenti

chiara 2

Mar, 18/09/2012 - 20:28

Da un certo punto di vista è comprensibile questa reazione, viviamo in Occidente e non possiamo rinunciare alla nostra libertà di espressione, che è alla base della nostra stessa cultura.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 18/09/2012 - 20:31

Comunque se ai musulmani di Francia le vignette non vanno bene allora possono anche tornare ai loro paesi di origine per vivere l'islam in modo totalizzante. Credo farebbero anche una grossa cortesia ai Francesi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 18/09/2012 - 20:53

Vedo in calo le quotazioni in borsa del metrò. Almeno per i prossimi mesi.

churchill

Mar, 18/09/2012 - 20:59

Bravi!!! La liberta Di. Espressione é sacra, Che i musulmani si abbituino. Noi non cambieremo per loro!!!

Raoul Pontalti

Mar, 18/09/2012 - 21:34

La madre degli imbecilli è sempre incinta e facente la spola del letto di inseminazione alla sala parto. In tutto il mondo si vietano manifestazioni anche già autorizzate per ragioni di ordine pubblico: è forse il caso di vietare siffatta pubblicazione annunciata che più che rappresentare una manifestazione di libero pensiero (peraltro imbecille) costituisce una deliberata provocazione nei confronti dei musulmani di tutto il mondo.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Mar, 18/09/2012 - 22:15

E chi se ne frega degli islamici....Non abbiamo ancora capito che questi qui vanno presi per quello che sono? Non è neanche necessario menarli, basta ringhiare. E noi che ci facciamo pecore! Islamofobia ...... intanto i cristiani li ammazzano, li bruciano, li decapitano, li crocifiggono senza complimenti, senza che nessuno parli di cristianofobia e senza che nessuno di noi osi dire una parola. Vergogna, cristiani! Questi hanno bisogno fraterno di essere menati e noi ci tiriamo indietro dal nostro dovere morale.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 18/09/2012 - 22:29

ANCHE LI i comunisti si calano le braghe davanti all´ orda mussulmana.NON ERA francese quello che prestese il separare lo stato dalla chiesa.L ultimo un certo giscard d éstaing si oppose a Giovanni Paolo II nel non volere che sulla costituzione europea ci fosse scritto che le radici nostre sono giudaiche cristiane.Personalmente o si ritorna alla censura dei primi novecento o, ognuno e libero di esprimere il suo pensiero.Non e piu possibile che uno si masturba con un crocifisso , senza che succede niente, e per due vignette su un cammelliere si sopportano´minacce da fanatici oscurantisti beduini ,qui in questa europa laica solo da un occhio.

Publio Sestio Baculo

Mar, 18/09/2012 - 22:41

Cosa accadrebbe se tutti i giornali di tutte le nazioni non a maggioranza mussulmana pubblicassero con cadenza giornaliera per mesi delle vignette satiriche di questo genere? Dichiarerebbero guerra al mondo? Romperebbero le relazioni diplomatiche con tutte le nazioni? Ucciderebbero tutti gli ambasciatori delle diverse nazioni? Se fossero civili quanto dicono non risponderebbero alla satira con la violenza: al massimo potrebbero pubblicare vignette offensive nei confronti delle altre religioni. Il fanatismo è parte integrante del loro modo di essere.

Ausonio

Mar, 18/09/2012 - 22:42

A questo punto mi sembra evidente ci sia una regia all' interno del mondo occidentale (ed è scontato chi sia dietro...) che vuole a tutti i costi portare gli Islamici a qualche atto scellerato di rappresaglia violenta onde avere il pretesto per nuovi interventi/guerre/ingerenze.

Ausonio

Mar, 18/09/2012 - 22:43

Vedo che molti in preda a un autentico delirio astioso continuano a confondere libertà di espressione con libertà di insulto e violenza verbale. Naturalmente in modo selettivo: provate a immaginare se sfottessimo o prendessimo per i fondelli neri (pardon, negri in questo caso), ebrei o altri

Ausonio

Mar, 18/09/2012 - 22:45

E' delirante e francamente indice di idiozia che in occidente si continui con provocazioni che abbiamo visto portano a proteste e morti. E' vergognoso. E' un insulto all' intelligenza e al buon senso. Ma, ripeto, evidentemente qualcuno, i guerrafondai e soprattutto gli ebrei, vogliono lo scontro frontale tra Occidente e Islam affinché Israele abbia dietro di sé altri nella sua opera di aggressione continua dei paesi islamici

Ausonio

Mar, 18/09/2012 - 22:53

Guarda che caso... Charlie Hebdo è diretto da ebrei... !!! ... è troppo evidente chi sia dietro il tentativo di incendiare lo scontro Occidente-Islam. Qualunque lettore può farsi la ricerca da solo. Giornale di estrema sinistra, annovera tra i suoi vignettisti numerosi sionisti tra cui questo Misrahi che elogiò le opere sioniste della Fallaci. Naturalmente la libertà di espressione, come la chiamano molti lettori, era a senso unico: "nel luglio 2008, in seguito alla pubblicazione di una vignetta riguardante la presunta conversione all'ebraismo di Jean Sarkozy, figlio del presidente francese Nicolas Sarkozy, il vignettista Siné viene licenziato dalla redazione di Charlie Hebdo per anti-semitismo"

roberto.morici

Mar, 18/09/2012 - 23:02

Sembra che Vauro, dopo l'eroico bliz contro Fornero, abbia dato la sua disponibilità...Sono d'accodo con il Signor Pontalti. Non ricordo molti particolari ma sono sono sicuro che abbia espresso piena riprovazionein in aoccasione di qualcuna delle tantissime provocazioni, ad opera di eroici vignettisti italici, contro segni simpboli e personaggi del cistianesimo. In tal modo manifestando il loro "libero pensiero (peraltro imbecille)".

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 18/09/2012 - 23:43

E' così che si fa! E' la giusta maniera per combattere l'islam, ridicolizzare la loro religione. Sono inutili le guerre o, addirittura peggio, l'accettazione dell'ipocrita rispetto verso la loro fede che li fanatizza di più e finisce per rimbambire anche gli occidentali, trasformandoli in dhimmi. Come giustamente dice l'iraniano apostata Dott. Alì Sina: "Le persone devono essere rispettate, LE CREDENZE NO. Le credenze devono essere scrutate e se le troviamo sbagliate, devono essere abbandonate. ALCUNE CREDENZE SONO MALVAGIE. E' ASSURDO RISPETTARLE SOLO PERCHÉ QUALCUNO POTREBBE OFFENDERSI. SE LE PERSONE SONO OFFESE DALLA VERITÀ, ALLORA LASCIAMO CHE SI OFFENDANO. LA VERITÀ' DEVE ESSERE DETTA CHE AGLI AMANTI DELLE BUGIE PIACCIA O NO." Ciò farà bene a noi e agli stessi islamici che incominceranno a riflettere, anche se alle prime inizieranno a dare in violenze ma non si può continuare a rimanere sotto il ricatto delle violenze, accettando di rispettare cose malvagie, non fa bene a noi essere bugiardi e assoggettati alla loro visione di fanatici né a loro rimanere nella loro convinzione sbagliata, continuando a creare disastri per gli altri e per loro stessi.

Ritratto di scappato

scappato

Mer, 19/09/2012 - 00:04

Mr. Pontalti, ha mai pensato di trasferirsi in...... A: North Korea, B: Cuba? Lei e' il classico imbecille (provabilmente di sinistra) che si troverebbe bene.

polonio210

Mer, 19/09/2012 - 00:10

Caro Raoul Pontalti:se si dovessero censurare le vignette per non offendere dei musulmani,nulla vieta,un domani,di censurare altre vignette che potrebbero urtare la sensibilità di qualche politico o di qualche altra categoria sia religiosa che di potere:poi dalle vignette si passerebbe alla censura degli articoli giornalistici,dei telegiornali per poi arrivare a censurare anche la libera espressione dei cittadini.Comunque non ho visto,voi paladini della sensibilità religiosa e del politicamente corretto,lanciare alte grida di dolore quando venne rappresentata,in una opera d'arte(arte?),una rana inchiodata alla croce,oppure quando in una rappresentazione teatrale l'immagine di Cristo fu sozzata con escrementi.Nessuno che si sia scandalizzato per gli innumerevoli omicidi e stragi di cristiani perpetrata da fanatici musulmani,nessuno di voi che abbia alzato almeno un dito per digitare sul pc il suo schifo quando i fedeli di Allah stuprano,sfigurano,uccidono,delle bambine che hanno solo la tremenda colpa di volersi istruire.Dove eravate e dove siete,quando i più elementari diritti delle donne vengono calpestai e violentati da una religione che fa delle donne degli esseri inferiori prive di dignità e di libertà?Vi siete riempiti la boccuccia di femminismo,quote rosa,dignità della donna ed altre giuste e sacrosante cause,ma lo avete fatto a casa vostra,provate a protestare,qualche volta,anche davanti alle ambasciate dei paesi musulmani....sareste più credibili!!!Per ultimo:vorrei farti presente che viviamo,almeno per ora,in un paese in cui vige la libertà di stampa e di espressione,cosa che nei paesi musulmani è sconosciuta.

roberto zanella

Mer, 19/09/2012 - 00:25

Si dovrebbe fare proprio così.Un mare di giornali che pubblicano vignette in tutto il mondo.Voglio vedere come si muoveranno con il mondo contro.

lucia.rosi

Mer, 19/09/2012 - 00:32

Bene,non facciamoci intimorire da quei fanatici terroristi!Abbiamo conquistato la nostra libertà con il sangue e non facciamocela togliere per nessuna ragoione al mondo da quegli esaltati!!!Quei terroristi pensano di spaventarci,facciamo veder loro che l'occidente non li teme!D'altra parte la storia ce lo insegna,gli islamici sanno portare solo odio e morte!Che dobbiamo aspettare un novello Carlo Martello per sconfiggere l'oscurantismo e far trionfare la libertà in tutte le sue forme??Bravo giornale,bravissimo!!

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Mer, 19/09/2012 - 00:58

Raul Pontalti: ma va a ca....gare !!!! Ora, per far piacere ai mussulmani mettiamoci a 90º e facciamoci sodomizzare. Perché ? Lo dice Raul Pontalti: un nome, un marchio, una garanzia.

gibuizza

Mer, 19/09/2012 - 01:03

Mi sembra importante distinguere tra vignetta e vignetta. Non penso si possa essere contrari a vignette simpatiche e piacevoli anche se prendono in giro simboli o comportamenti religiosi, consideroinvece oltraggiose vignette pesanti ed offensive e queste sarebbero da punire. Come distinguerle? Con una formula molto complessa ma universale, in modo che valga, nel nostro ambiente (l'occidente) per tutte le religioni. Chi non l'accetta se ne stia a casa sua e non legga i nostri giornali.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mer, 19/09/2012 - 02:45

@ Raoul Pontalti: lo si è perfettamente capito che lei è un dhimmi, impaurito e pronto a sottomettersi agli islamici, ma per fortuna sembra che ci sia in giro ancora qualcuno che non la pensa come lei... a parte che poi come fa ad attribuire patenti d'imbecillità a queste vignette satiriche...le ha già viste in anteprima ? Comunque vogliamo che anche il mondo occidentale si sottometta alla legge coranica ? No, perchè decidere di vietare o anche di non parlare liberamente, nè rappresentare il profeta Maometto in alcun modo vorrebbe dire proprio questo, che anche da qui noi comandano loro.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Mer, 19/09/2012 - 03:08

Da una parte non mi sento di condividere le vignette perche sono chiaramente una provocazione.Piu delle vignette avrei fatto invece una campagna giornalistica sul vergognoso atteggiamento di questi fanatici che ammazzano vite umane in maniera pretestuosa .e sulla mancanza di condanna chiara ferma da parte degli esponenti in alto della religione islamica su questi eccessispaventosi che tutti ormai capiscono che nulla hanno a che fare con maometto .D' altra parte se non eccessivi si devono mettere in testa che avendo la liberta' di espressione che è un fondamento del diritto occidentale, di dover accettare qualche battuta scherzosa sul loro profeta ,e se proprio si sentono toccati tanto da fare queste manifestazioni incresciose in occidente , possono tornare da dove provengono come tutti gli cominciano a consigliare.Dimostrano di non avere la minima volonta' di convivere con noi e la nostra cultura,di non volere minimamente integrarsi e avere un minimo di tolleranza,non parliamo di humor,sarebbe troppo.Rispetto le idee di tutti, ma solo se non vogliono imporci le loro,cosa che noi non faremmo mai e non ci permetterebbero di farlo a casa loro.Abbiamo avuto fino ad oggi troppo rispetto delle "culture" degli altri,fino a abnegare alcune nostre abitudini per agevolarli,in nome di una multiculturalita' che evidentemente è impossibile,ma dopo questi eccessi bisogna pensare seriamente di far rispettare di piu' il nostro modo di vivere,e osservare le keggi che non sono arrivate cosi per caso, ma sono state elaborate in secoli adattandosi alle nostre societa'e guidandole, dandoci la possibilita' di farci sentire esseri umani ,a uno per uno, fino alla formazione di stati, nazioni europa ,occidente.La nostra scelta parte da lontano e si è sempre evoluta dando lo spazio a tutte le religioni,ma fermo restando che siamo laici e come tali,abbiamo valori principi irrinunciabili Infine ci sono molti fra loro che sono arrivati e fanno reati di tutti i tipi, se sono cosi osservanti,comincino a controllare chi viene da noi e è un gia delinquente, e riprenderli indietro quando abbiamo le galere piene

ANTONIO1956

Mer, 19/09/2012 - 06:58

Evidentemente gli imbecilli ci sono anche in Italia leggendo alcuni commenti (veid Raoul...) ma più che imbecilli direi "masochisti" che desiderano a tutti i costi farsi del male. Quando gli islamici comanderanno al 100% anche da noi (in parte gia lo fanno) il sig. Raoul non sarà piu libero di scrivere le banalità da buonista che scrive. Come ha pure detto il Papa Pio XVI tempo fa la libertà personale è un valore assoluto più importante di qualsiasi religione...e se o dice lui ...!!

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mer, 19/09/2012 - 07:03

CHARLIE HEBDO puo' e deve pubblicare cio' che vuole se non viola le leggi del suo paese. E' ora di smettere di prostrasi all'Islam e ai suoi stili di vita medievali. Se ad un islamico non piacciono, evita di guardarle, e se invece da loro una sbirciatina che gli strappasse un sorriso, allora significa che anche per il mondo islamico c'e' una piccola speranza.

Seawolf1

Mer, 19/09/2012 - 07:26

Il senso di responsabilità del primo ministro francese dovrebbe limitarsi a menzionare parole in favore dei cittadini come "democrazia" e "libertà di espressione" . Lbertè, egalitè, fraternitè, o no?

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 19/09/2012 - 08:04

E c'ha ragione. Con questa suscettibilità i mussulmani c'hanno rotto i c@@@@@@oglioni.

liibalaaba

Mer, 19/09/2012 - 08:21

Adesso basta! 'Sti mussulmani del c..ci hanno rotto i coglioni! La libertà di espressione è sacra! Se non gli sta bene se ne tornassero a casa loro,con le loro mogli con il burka. Ne abbiamo abbastanza delle loro intolleranze; non abbiamo richiesto la loro presenza a casa nostra,per cui affan....e non tornate più!Non vi vogliamo!Ognuno padrone a casa sua! Liibalaaba P.S. per favore pubblicatela,se no dimostrate di essere intolleranti proprio come "loro".

pinet47

Mer, 19/09/2012 - 08:33

Bravi sinistrorsi, fate bene a definire stupida l'idea di pubblicare vignette satiriche antiislam; del resto è così semplice e 'sicuro' offendere la religione cristiana con rane sui crocifissi, suore che si li fanno e papa sbeffeggiato in tutti i modi (come fate da sempre), che non riuscite a capire, come possa esserci qualcuno con tanto coraggio che si inc@@zzi con i fanatici anticristiani.

Carlett

Mer, 19/09/2012 - 08:50

caro pisistrato,al limite i mussulmani abbandonano la francia e si trasferiscono da noi. Caro Churchil, è vero, la LIBERTà di ESPRESSIONE è SACRA, noi non cambieremo per i mussulmani, i nostri politicanti si! Come è noto, a loro viene benissimo fare i gay con il nostro deretano!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mer, 19/09/2012 - 08:57

Libertà di espressione bene, ma abuso della stessa per ridicolizzare e provocare culture orientali spesso soltanto perché non ancora emancipate e addirittura rimaste nel medioevo, in un mondo civile non dovrebbe essere tollerato dai governi di rispettivi paesi. Dimostriamo almeno noi di essere civilizzati e rispettosi del prossimo, chiunque esso sia.

Willy Mz

Mer, 19/09/2012 - 09:01

ma adesso per questi islamici che mazzano i cristiani senza problemi dobbiamo star quatti quatti e zitti zitti? ma non c'è una soluzione?

Ritratto di vaipino

vaipino

Mer, 19/09/2012 - 09:05

Bisogna eliminare qualsiasi cosa che possa disturbare il civilissimo pensiero mussulmano , nei supermercati il banco della carne di maiale deve essere occultato, così come vino e alcolici. Abbiamo già fatto molto togliendo i crocefissi , regolando il menù nelle mense scolastiche, andando a prendere barconi di delinquenti mussulmani in mezzo al mare per poi sistemarli in resort e hotel quando questi si fingevano profughi. Ci sembrava di avere fatto il massimo ma evidentemente non basta, dovremo inventarci una commissione di Imam che supervisioni le pubblicazioni di tutti i giornali e nel caso di offesa alla GRANDE CIVILTA' MUSSULANA abbia il potere di bloccare la pubblicazione e lapidare l'editore per la felicità di qualche idiota nostrano che pur di farli votare farebbe dell'Italia un avamposto magrebino. Pubblicate pure ... pubblicate vignette senza problemi la nostra civiltà permette a qualsiasi capraio di offendere i nostri valori non vedo perchè non si può pubblicare una vignetta satirica su maometto quando la realtà in cui vivono, odiano e prosperano è ben peggiore. Il mare in tempesta resta il nostro unico vero alleato.

gianni.g699

Mer, 19/09/2012 - 09:14

Il mondo intero dovrebbe tutti i giorni e fino ad estinzione dell'arroganza di certi soggetti pubblicare vignette, video satirici e immagini che mostrano il medio evo in cui vivono questi soggetti e se si offendono peggio per loro si ritirino tutti a casa sua e ci si chiudano per sempre ... il mondo non ha bisogno di loro ... ora basta !!!

adriano1

Mer, 19/09/2012 - 09:15

@Raoul Pontalti- In linea generale é perfettamente vero che non bisogna mai offendere i sentimenti altrui,soprattutto religiosi e di popolo. Nel caso specifico, dove non sappiamo neppure di cosa si tratterà,la materia é significativa per inquadrare lo stato delle relazioni tra i cittadini. Se nuovi venuti a casa mia, invece di adeguarsi alle regole della casa, vogliono stravolgerle e imporre le loro, ebbene é opportuno che si addivenga ad una chiarificazione . C'é il pericolo di problemi di ordine pubblico ? Che vengano repressi ! Non sia mai che gli abitanti originali debbano farsi conculcare dagli ospiti. E che questo sia di insegnamento anche per noi : guai cedere al quieto vivere che significa un morire in silenzio o alla paura vestendo quest'ultima con gli orpelli fasulli della tolleranza e del rispetto, che non sono né tolleranza né rispetto - sentimenti nobili - ma appunto solo paura e vigliaccheria . E se sono un "imbecille", sta bene così .

chiara 2

Mer, 19/09/2012 - 09:30

Roul Pontalti...ti ho visto commentare più volte su questo blog ma mai ti sei preoccupato di difendere i diritti dei NON comunisti come te. Ora attaccherai il sermone che tu NON sei comunista, bla, bla: io ti dico che può essere che tu non lo sia ma che, senza ombra di dubbio, sei intellettualmente disonesto. Secondo te, dobbiamo calpestare un valore tanto profondo, per non provocare i musulmani..ok, quindi dobbiamo rinunciare a tutti i principi e, finalmente e come da quelli come te auspicato, cedere la nostra cultura in favore di simili fanatici? Bene, secondo me tu sei una persona ipocrita e pavida e, forse, non ti rendi neanche conto di quanto cinico e aberrante sia il tuo fanatismo.

Ritratto di otbgroup

otbgroup

Mer, 19/09/2012 - 09:35

Va bene la libertà di espressione, va bene tutto. Ma l'educazione? Qunado facciamo visita a qualcuno, gli diciamo: ma quanta polvere, che casa sporca. Ma quel mobile è rotto? No, di certo. Per educazione, per pace sociale. Ma poi possiamo offebdere la religione altrui? Non lo vedo né utile, né furbo, né educato.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 19/09/2012 - 09:40

Dovrebbe pubblicarle tutto il mondo e poi rimandare a casa propria questi intolleranti e fanatici.

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 09:42

Povero occidente, si ridicolizza da solo nel mondo... dopo aver perso in Afghanistan nonostante una guerra spietata con decine di migliaia di morti civili, non gli è rimasto che usare le vignette e la satira (in nome di una libertà di pensiero naturalmente a senso unico, chi ironizza sugli ebrei viene licenziato come nel caso proprio del giornale Charlie Hebdo, esempio che ho riportato prima). Impotenza, frustrazione di un mondo ormai decadente, che blatera di libertà ma è ormai schiavo di banche e oligarchie. PENOSO

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 09:42

Povero occidente, si ridicolizza da solo nel mondo... dopo aver perso in Afghanistan nonostante una guerra spietata con decine di migliaia di morti civili, non gli è rimasto che usare le vignette e la satira (in nome di una libertà di pensiero naturalmente a senso unico, chi ironizza sugli ebrei viene licenziato come nel caso proprio del giornale Charlie Hebdo, esempio che ho riportato prima). Impotenza, frustrazione di un mondo ormai decadente, che blatera di libertà ma è ormai schiavo di banche e oligarchie. PENOSO

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 09:45

.... ridicoli e penosi (e vigliacchi, vorrei vederli a provocare di persona e non dietro tastiere) i lettori che invocano questa delirante guerra di diffamazione, dispregio e insulto... patetici. Questo è l' occidente che vorrebbe portare civiltà nel mondo ahahahhaha

Ritratto di otbgroup

otbgroup

Mer, 19/09/2012 - 09:45

@genovasempre Mi pare che non ricordi le Crociate, a proposito di imposizioni, della "democrazia" forzata portata dall'Occidente e meglio dagli USA. Sù, dai. Lasciamo stare.

Ritratto di apasque

apasque

Mer, 19/09/2012 - 09:50

Un bel giorno questi cominciarono col condannare a morte Salman Rushdie, isalmico indiano. Poi vennero le torri gemelle, poi l'uccisione di Theo Van Gogh. Ora l'uccisione dell'ambasciatore. Ecco, pochi episodi ma, cosa vogliono questi? Chi ci rappresentano? E se domani dovesse insorgere un'altra genìa con le sue manie di persecuzione? Questi sono pazienti psichiatrici, persone da curare, popolazioni con tara psichica. Non bisogna assecondarli, ma contrastarli. No al metodo Obama, no al metodo Pisapia!

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 09:59

Ci umiliamo da soli.... rendiamoci conto... ridotti a fare la guerra con giornalini e filmetti insultanti... il tutto manovrato dai guerrafondai. Povero occidente , cosa siamo diventati

Ritratto di otbgroup

otbgroup

Mer, 19/09/2012 - 10:00

@adriano1 Piano con la repressione. In Siria il governo reprime gli insorti che vogliono sovvertire lo Stato. E il governo reprime con molta violenza. Sei d'accordo col governo siriano?

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 10:01

Nel luglio 2008, in seguito alla pubblicazione di una vignetta riguardante la presunta conversione all'ebraismo di Jean Sarkozy (fatto acclarato e comunque neutro), figlio del presidente francese Nicolas Sarkozy, il vignettista Siné viene licenziato dalla redazione di Charlie Hebdo per anti-semitismo. Libertà di espressione evidentemente non per tutto..... heeheh

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 19/09/2012 - 10:05

questo dimostra la colpa la provocazione del mondo occidentale.comunque vedremo al primo attentato magari una bomba alla stazione di Parigi come successe in Spagna tempo fa se i francesi si ravvederanno,sempre prima i morti ci devono essere per convincere certe teste di guerrafondai. Pisistrato pero le colonie si? rubare si? baccala'. Grisostomo non capisci un caxxo,sai cosa hanno fatto gli occidentali nelle carceri in Iraq Afganistan Palestina? Se non sai e non hai visto taci che fai piu' bella figura,se per esempio ammazzassero tuo padre la madre e violentassero le figlie tu non taglieresti loro la gola se potessi?Minchia parli tu che sei siciliano dove le coltellate al tuo paese volano per motivi futili.

Ritratto di otbgroup

otbgroup

Mer, 19/09/2012 - 10:10

Sono d'accordo con Ausonio

Ritratto di alfiokrancic

alfiokrancic

Mer, 19/09/2012 - 10:12

Forse a molti di voi sfugge che gli "Intoccabili" della vignetta, di cui non si "deve ridere" sono due: un imam e un rabbino. L'attacco non è solo ai musulmani.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 19/09/2012 - 10:12

un Luca e liibalaba , a me i coglioni me li ha rotti chi ha colpa di tutto questo cioe' dei vostri politici in Italia che continuano farli entrare dando loro lavoro case scuole sussidi a vostre spese, se un leone ti sbrana la colpa non e' sua lui ha fame e' di chi ha aperto la gabbia o no?

adriano1

Mer, 19/09/2012 - 10:44

@otbgroup La Siria non c'entra nulla e tirarla in ballo significa ho che non mi sono spiegato bene, o che Lei non ha capito bene oppure che usa surrettiziamente argomenti ad effetto per una deriva inutilmente polemica. La repressione significa l'uso della violenza da parte dello Stato. Esso é l'unico titolato dalla scienza politica ad esercitarla nei casi e nelle forme previste dalla legge . L'esercizio della violenza -per convenzione - é stata devoluto dal singolo allo Stato che la esercita in suo nome e in nome della collettività .Grazie al cielo , esistendo nel nostro Paese quale elemento fondante e discriminatorio il controllo del Parlamento e degli elettori, l'uso della violenza da parte dello Stato in sintonia con la legge é perfettamente legale e morale.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 19/09/2012 - 10:49

Comunque la si pensi sull'argomento bisogna prendere atto che qualcosa sta cambaiando nell'Europa del "politically correct". Quella che si è imposta, senza esserne richiesta, pesanti autocensure nella celebrazioni delle proprie ricorrenze religiose. Nelle scuole e per le strade. Non sarà ,infatti, passata inosservata la progressiva spersonalizzazione laicistica delle luminarie natalizie: via le stelle comete ed ogni altro motivo che potesse, anche lontanamente, riportare connotazione vagamente cristiane. Tutto ciò in nome della multiculturalità e del rispetto delle altrui credenze religiose. Che nel contempo si sono fatte sempre più aggressive (vista anche l'arrendevolezza dei paesi ospitanti) con la pretesa di erigere luoghi di culto in assenza di una qualsiasi reciprocità nei paesi di provenienza di questi individui. Persino nel campo giudiziario si è assistito ad una inconcepibile resa dell'occidente con il consenso ,in alcune nazioni, alla coesistenza di un doppio diritto. Tutto pare lecito e concesso a questi individui, anche il crimine, nel nome della tolleranza e dell'integrazione. Evidentemente, ora, qualcuno sta dicendo basta a questo andazzo con l'evidente intenzione di imporre un'inversione di tendenza. A costo di uno scontro frontale che,voluto o no dall'occidente progressista, sarà a questo punto inevitabile.

andrea24

Mer, 19/09/2012 - 11:01

Alcuni tra i sionisti incalliti,tanto in Francia quanto in Italia sono ex comunisti e che hanno avuto a che fare con ambienti di sinistra.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mer, 19/09/2012 - 12:01

Io non finiro' mai di stupirmi della logica dei nostri connazionali, i quali parlano come se l'Italia fosse gia' un califfato islamico. Io ho vissuto meta' della mia vita all'estero, e non mi sono mai sognato di avere comportamenti contrari alle leggi (che mi piacessero o meno) del paese che mi ospitava. Ma in Italia (o Francia)io voglio nel rispetto delle leggi vigenti fare cio' che piu' mi aggrada, anche pubblicare delle innocue vignette. Se poi a qualche islamico italiano o straniero cio' non piace, non deve fare altro che andarsene. (Con grande sollievo di tutti)

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 19/09/2012 - 13:17

Otbgroup Mer, 19/09/2012 - 09:45, lei è un altro che parla senza conoscere la storia e i fatti. Le Crociate non possono essere imputate a colpa dell’occidente senza conoscere i motivi per cui ci furono. Le ricordo che il Medio Oriente e le coste dell’Africa sul Mediterraneo d’allora era cristiane al 90% o pagane, era addirittura il cuore stesso della cristianità, furono invase e dominate dopo massacri e sottomissioni dagli islamici della penisola arabica. Lo stesso dicasi per gran parte dell’Europa, fino a giungere a saccheggiare Roma e San Pietro ben due volte ben prima delle Crociate. La prima crociata, che aveva lo scopo limitato di rendere possibile andare a pregare sui luoghi santi di Cristo, fu iniziata appena quattro anni dopo la liberazione della Sicilia dall’invasione islamica. Infine i crociati non IMPOSERO il loro credo a islamici e ebrei nei territori che occuparono, erano perfettamente liberi di professare la loro fede ma non di vietare i pellegrinaggi altrui o aggredire chi non era della loro fede. Le Crociate furono solo una vittoria limitata e temporanea ma che permise all’Europa di prendere fiato dalle invasioni barbariche e islamiche che aveva subito e di progredire nella tecnologia che ci permise alla fine di respingere definitivamente l’islam, anche se ebbe dei sussulti successivi prima di acquietarsi, finora.VIVA LE CROCIATE E I CROCIATI a cui dedico questo tributo: http://www.youtube.com/watch?v=LyYe6KjoFDA

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 13:22

Charlie Hebdo è un giornale anarchisto di estrema sinistra. Non di sinistra, ESTREMA SINISTRA. E' naturalmente in mano ad ebrei e un vignettista storico, Siné fu licenziato per aver semplicemente ironizzato sul figlio di Sarkozy che per sposare la figlia di un magnate giudeo si convertì al giudaismo. Licenziato. In nome della libertà di espressione evidentemente.... Potete ben capire quindi chi è che vuole incendiare il mondo islamico per guadagnarsi casus belli e l' appoggio dell' Europa...

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 14:22

qui ci sono pazzi furiosi come questo stock47 (stock, il whiskey che forse berrà troppo spesso) che benedicono crociate, bombe atomiche, stermini... ahahha sarebbe tragico se in fondo non fosse ridicolo: sono i leoni del forum... nella realtà sono tipicamente conigli

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 19/09/2012 - 14:58

Ausonio Mer, 19/09/2012 - 14:22, qui l'unico pazzo sei tu, che gradisci farti uccidere dagli islamici e farti dominare da loro. A questo punto di pazzia tua ancora non ci arrivo, seguo il detto dell'antica Roma, mors tua vita mea, e dato che gli islamici vogliono uccidere senza remore chiunque gli si opponga è meglio abbracciare tale detto, piuttosto che farsi massacrare. A te lascio il compito di farti accoppare come un martire dagli islamici, visto che lo gradisci tanto.

Raoul Pontalti

Mer, 19/09/2012 - 15:04

A tutti gli eroi che mi accusano di vigliaccheria: voi non avete nemmeno il coraggio di firmarvi e fate ricorso ai nicknames io mi firmo per esteso e talvolta aggiungo l'indirizzo (che qui ripeto: raoul.pontalti@brennercom.net). In ogni caso quando volete fare un'impresa anti islamica chiamatemi: io verrò, nell'arco della giornata se vi trovate nel Triveneto, in Lombardia, nella regione emiliano-romagnola, il giorno successivo negli altri casi e così io potrà misurare il vostro valore e voi il mio. Nelle more della progettazione e messa in cantiere dell'iniziativa anti islamica e per dare dimostrazione che la libertà di pensiero in Occidente è un valore assoluto, provate a scrivere qualcosa sull'Olocausto di non propriamente conforme alla vulgata corrente e inviatelo in Israele o in Germania, Austria, Francia, Svizzera, Spagna e vedrete cosa vi potrà capitare. Provate a mettere in discussione il numero delle vittime dell'Olocausto o addirittura l'esistenza delle camere a gas nei campi di concentramento. Provateci, poi ci risentiamo.

no b.

Mer, 19/09/2012 - 16:25

VIETARE LE RELIGIONI è l'unica soluzione.

no b.

Mer, 19/09/2012 - 16:28

quindi insultare i musulmani è sacrosanto diritto di parola mentre se lo fai con gli ebrei sei solo un mostro nazista e terrorista e ti trovi la Digos sotto casa? Qualcosa non mi torna...

Ausonio

Mer, 19/09/2012 - 18:07

stock47 intanto, io sono completamente contrario all' immigrazione islamica. E l' ho detto sempre. Proprio perché non credo all' integrazione. Quindi accusarmi di parteggiare per l' Islam è semplicemente ridicolo. Io distinguo gli ambiti, politica interna ed estera. Non volere un' Europa islamica non equivale a voler sterminare gli islamici. E' difficile da capire? O siamo al manicheismo biblico?

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 19/09/2012 - 19:24

no b. Mer, 19/09/2012 - 16:28, vietare le religioni indistintamente? Le religioni, quelle normali, sono nate per confortare lo spirito umano e per far accettare regole etiche e di comportamento che permettessero la nascita delle società umane. Tuttora svolgono questo compito verso chi ne sente il bisogno. Altro discorso è la cosiddetta "religione" islamica che comanda, parole di Dio, di uccidere in suo nome, di torturare in suo nome, di conquistare e schiavizzare in suo nome in cambio di un paradiso composto da 72 vergini e di fiumi di alcool che sulla Terra, stranamente, sono proibiti. Non ci sarebbe niente da obiettare sulle 72 vergini e sull'alcool ma c'è molto da obiettare su quello che devono fare sulla Terra, mentre sono vivi, per ottenerli. In quanto agli ebrei, o forse voleva dire israeliani che è tutt'altra cosa? Non risulta che vadano a farsi esplodere o a rompere le scatole a casa d'altri, nè che la loro religione comandi cose criminali condannabili. Dato che a divertirsi ad uccidere e offendere gli ebrei ci sono stati vari pazzi criminali, come Hitler e Stalin, che hanno cercato di attuare il loro genocidio, cosa che la storia ne ha fornito prove ad ufo, comprenderà che tentare di fare la replica della cosa, da parte di qualche cretino attuale, non è cosa digeribile o accettabile, perché ne va di mezzo non solo la vita degli ebrei ma anche il senso di umanità e dignità e sicurezza di tutti gli esseri umani civili. Perciò se i conti non le tornano è perché lei li ha sbagliati, su questo non c'è dubbio alcuno. Le consiglio di farsi dare una controllata alla convergenza dei suoi neuroni.