Tra la Siria e la Turchiala tensione è alle stelle:in campo la Nato e l'Ue

Scambi di accuse sul caccia turco abbattuto venerdì. Ankara: "Era nello spazio internazionale". Per Damasco l aereo aveva sconfinato

La Turchia ha annunciato che si rivolgerà alla Nato per l’abbattimento di un suo F-4 da parte contraerea siriana, dopo aver accertato che è avvenuto "nello spazio aereo internazionale". Dal canto suo il governo di Bashar Al Assad sostiene, invece, che l'aereo aveva sconfinato e parla di scontri con uomini armati provenienti dal territorio del Paese vicino. Di questa spinosa vicenda discuteranno domani i ministri degli Esteri dell'Unione europea e martedì la Nato. La tensione sale alle stelle.

Il ministro degli Esteri di Ankara, Ahmet Davutoglu, ha spiegato che il caso sarà sottoposto agli alleati sulla base dell’articolo 4 del Trattato atlantico che prevede consultazioni nel caso di minacce all’integrità territoriale o alla sicurezza di un membro dell’Allenza. Davutoglu ha affermato in un’intervista all’emittente Trt che la decisione è stata presa dopo che un’inchiesta è arrivata alla conclusione che l’abbattimento è avvenuto "nello spazio aereo internazionale, a 13 miglia nautiche dalla Siria". In precedenza il regime siriano aveva sostenuto che il jet si trovava nel suo spazio aereo e Ankara non lo aveva escluso. Il ministro degli Esteri turco ha lanciato un duro attacco al regime siriano affermando che l’F-4 stava solo testando un radar interno turco e non era in alcun modo una minaccia per la Siria e aggiungendo di non credere alla versione di Damasco secondo cui la contraerea non aveva identificato l’aereo come turco.

La portavoce della Nato a Bruxelles, Oana Lungescu, ha confermato che la Turchia ha chiesto consultazioni in base all’articolo 4 del Trattato di Washington: "In base all’articolo 4 ciascuno degli alleati può chiedere consultazioni quando ha l’impressione che la sua integrità territoriale, la sua indipendenza politica o la sua sicurezza viene minacciata". L’argomento verrà affrontato domani dall’Unione europea, ha detto una fonte del ministero spagnolo degli esteri, a Madrid.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 24/06/2012 - 12:47

Cercano la provocazione per attaccare la Siria: E questo islamista puro sta facendo volentieri il gioco del mussulmano americano.

Ritratto di alfiokrancic

alfiokrancic

Dom, 24/06/2012 - 12:47

Morire per Damasco? Ma certo! Quando Mamma Nato chiama, picciotto risponde.

agostino.vaccara

Dom, 24/06/2012 - 13:36

Anche se il caccia della Turchia avesse sconfinato, non è una giustificazione per abbattere un aereo di una nazione "non nemica"! Il fatto è che la Siria sta realmente oltrepassando ogni limite di decenza internazionale. Spero che Russia e Cina si rendano conto che assad sta diventando del tutto indifendibile!

Raoul Pontalti

Dom, 24/06/2012 - 13:54

Sembra la favola in chiave moderna del lupo che accusa l'agnello..in questo casi di essere aggressore! Ankara afferma che l'aereo, non armato e in volo solitario per provare un radar, è stato colpito a 13 m.n. dalla costa siriana, ma le emittenti televisive turche hanno diffuso la notizia che la carcassa dell'aereo sarebbe stata localizzata alla profondità di 1.300 metri in acque siriane. Se un aereo che si trova fuori delle acque territoriali volando a bassa quota viene colpito e precipita nelle acque territoriali significa che a) era vicinissimo al limite tra acque internazionali e territoriali b) volava diretto verso la costa e ciò da parte di un aereo militare rappresenta un atto ostile. In realtà Ankara sta barando: la Siria ha inquadrato sui radar l'aereo turco in acque internazionali, lo ha seguito e come ha raggiunto il limite delle acque territoriali lo ha abbattuto senza tanti complimenti L'Iran dal canto suo ha chiesto a Siria e Turchia di non drammatizzare la vicenda.

Fracescodel

Dom, 24/06/2012 - 14:00

#3 agostino.vaccara Ogni limite di decenza l'hanno oltrepassato quelli che, come lei, ancora non hanno (o non vogliono!) capire che la Syria, come l'Iraq, l'Afghanistan e la Lybia e' solamente una vittima di giochi geopolitici delle potenze internazionali. Lei legge tutte le FREGNACCE!!! che scrivono i giornali come propaganda, per incolpare la Syria di questo o quello ma, se non e' nato ieri ed i commenti degli altri li legge oltre a dare la sua personale opinione, non puo' non aver imparato di come sia stata la CIA/Mossad ad aver CREATO, armato, organizzato le primavere arabe (per loro stessa ammissione sul NYTimes di qualche mese fa); avra' letto che gli USA gia' tramavano la conquista di 7 paesi arabi gia' nel 2001 (per ammissione del Gen. Wesley Clark); avra recepito che le tragedie per mano dei tiranni sono spesso montature per lavare il cervello alla gente come lei... Insomma, vogliono fare un colpo di stato in Syria e questa ha il diritto di difendersi...da tutti.

Fracescodel

Dom, 24/06/2012 - 14:11

@#3 agostino.vaccara oggi devo uscire per lavoro, ma avrei voglia di lasciarle un po' di commenti per darle una visione piu' ampia di come funziona il mondo. Sono stanco di vedere commenti di persone ingenue, attaccate alle verita' propagandistiche delle testate giornalistiche, cosi' remoti dal capire quello che e' accaduto nell'ultimo secolo ed a fortiori nell'ultimo decennio. Sig. Vaccara, Iraq, Afghanistan, Lybia, gli altri che hanno subito le primavere arabe, e tra' poco l'Iran sono tutte vittime di invasioni espansionistiche o controllo geopolitco da parte di USA/NATO/ Israele. Non centra niente con democrazia, liberta', rivolte spontanee, o guerre ai terroristi...queste sono le palle che le raccontano e a cui lei crede. Alla fine, era tutto programmato da piu' di un decennio; ora viene puntualmente attuato, e le scuse impartite come propaganda per la gente. Intanto qualcuno ci guadagna e tanti muoiono e soffrono. COntinuato..

Fracescodel

Dom, 24/06/2012 - 14:17

#3 agostino.vaccara Quei paesi come la Lybia e la Syria erano stabili e funzionanti prima delle invasioni/ingerenze. Se non lo sapeva, si vada a studiare piu' a fondo le situazioni economiche e sociali di quelle zone. Il peggio esiste invece in Saudi Arabia, e altri emirati filo americani...ma li non si dice niente, a proposito. La Lybia era un modello per tutta l'Africa e Gheddafi, al contrario di quanto fatto credere, e' stato un mecenate senza precedenti per un paese di quel tipo, promuovendo l'economia per favorire la popolazione...e ci era riuscito. Quello che alla NATO/USA/Israele/Potere finanziario internazionale non andava bene era che voleva agganciare la moneta all'oro, trattare il petrolio con la sua moneta, etc... cose ben distanti dalla prevista conquista economica del Medio Oriente paventata dal Gen. Clark.

Raoul Pontalti

Dom, 24/06/2012 - 14:21

per agostino.vaccara. Gli aerei spia turchi penetrano in territorio siriano (per inciso un aereo spia U2 statunitense fu abbattuto nei cieli dell'URSS nel 1960 e gli USA fecero una figura barbina sostenendo, nella convinzione che il pilota fosse morto, che il loro aereo in servizio meteo aveva sconfinato per un guasto all'erogatore di ossigeno: i Russi lasciarono raccontare questa e altre fole nei giorni successivi finché esibirono il pilota vivo che confessò candidamente cosa stava facendo: lo spione e gli USA dovettero fare pippa), i commandos USA, GB e IL e anche TR sono in azione in territorio siriano, vengono pubblicamente ceduti esplosivi ad uso terroristico agli insorti da parte dei paesi NATO e Tu dici che è Assad ad essere moralmente indifendibile? Bella morale la Tua..E non Ti chiedi se non siano stati invece i Russi a suggerire ai militari siriani di abbattere l'intruso? L'abbattimento dell'aereo è la dimostrazione che la Siria, sostenuta dalla Russia, non si fa intimidire.

a.zoin

Dom, 24/06/2012 - 14:50

Ma quando rompete le corna a quel dittatore e soci. Finche`questa gente fa guerra ,L`EUROPA si riempie di sfollati. Una volta avuta la maggioranza POVERI NOI. Tutti fanno la voce grossa,verso la dittatura,ma, a tutti prude il sedere, di fare un passo falso,e perdere la poltrona. Nel frattempo i MORTI crescono di numero. Con la Jugoslavia, erano tutti d`accordo,paese povero con poche risorse. Bombardato a tappeto,e il paese diviso in diverse NAZIONI.( ma chi sono gli Juguslavi?). La Siria ha molte risorse che fanno gola a molti PAESI ,e tutti hanno interesse,ma se ne fregano della popolazione. STIMO VIVENDO IN UN MONDO, DOVE L`EGOISMO E L`INGORDIGIA SONO DOTRINA. La politica e`una cosa SCHIFOSA.

Sapere Aude

Dom, 24/06/2012 - 15:20

Accidenti Sallusti, non faccio in tempo a finire pranzo che i corrispondenti di guerra da uno sono diventati due. A questo ritmo puoi permetterti di rimpiazzare l’intera redazione!

walter sozzi

Dom, 24/06/2012 - 15:41

MOSSA DECISA E VINCENTE DELLA SIRIA. Gli stati uniti e la otan, stanno facendo di tutto per esasperare la Siria. Pare che non ci riescano!!, e Assad, vedendo un aereo militare nemico,vicinissimo al suo territario,senza pensarci troppo lo fa abbatere lIL MESSAGGIO E'CHIARISSIMO. La Siria non e'la Libia. Cordialita'Walter

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 24/06/2012 - 15:50

Ma sì, FrancescoDel. Non può che essere il Mossad a fomentare la sedicente "primavera araba" che sostituisce dei dittori in pace con Israele (Mubarak) con i Fratelli Musulmani la cui espressione palestinese si chiama Hamas. Solo dei geni furbi come lei e con la verità ideologica possono pensare che la vittima sia la creatrice del proprio boia.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 24/06/2012 - 16:21

xa.zoin- Con o senza guerra, Questo paese accogliera tutta la feccia che ci scarica il nord africa e ´il medio oriente. Anche questo e´ il piano del mussulmano di washington. ogni paese dove cé petrolio , con integralisti mussulmani al comando e tanti beduini a cancellare le nostre culture, con l aiuto dei giannizzeri rossi.

mila

Dom, 24/06/2012 - 16:26

#9 A.Zoin -Lei dice cose giustissime. Nel mondo domina l'egoismo e tutti se ne fregano delle popolazioni. Ma mi sembra di capire che Lei auspicherebbe un intervento, con un po' di soliti bombardamenti umanitari, della NATO in Siria, proprio come si fece in Jugoslavia, cosa di cui dobbiamo ancora vergognarci. A me in fondo non interessa se dittatori come Assad o Gheddafi siano difendibili o quanti errori abbiano commesso; il fatto e' che la NATO (si legge USA e banche anglosassoni-saudite) vede la Sira come un ostacolo al suo totale (e quindi inevitabilmente totalitario) dominio mondiale. I profughi da noi arrivano di piu' a causa degli interventi occidentali che dei dittatori. I tempi cambiano, l'"Impero del male" si e' spostato a Occidente. PS. Come gia' detto, mi sembra invece che qui Israele non c'entri.

arkangel72

Dom, 24/06/2012 - 16:34

L'obiettivo principale di questa nuova crisi che si prospetta in M.O. è l'Iran. La Siria, essendo una sua alleata deve essere messa in condizioni di non nuocere, possibilmente introducendo un governo amico dell'Occidente, col benestare della Russia, che vorrebbe pure la sua parte. Nei giorni scorsi, è stato messo in funzione un nuovo oleodotto tra Dubai e Fujairah, bypassando così lo stretto di Ormuz, più volte minacciato di essere chiuso da parte del regime di Teheran. In questo modo le petroliere non dovranno più entrare nel Golfo Persico per approvvigionarsi di greggio. In Siria passa pure un importante pipeline che porta greggio dall'Iraq al Mediterraneo, per cui a Damasco occorre mettere un governo amico che ne eviti la chiusura o il sabotaggio in caso di attacco all'Iran. Dopo di che tutto sembra essere pronto per una nuova guerra, che agli USA gioverebbe per risollevare la sua economia ed evitare che il regime iraniano venda ancora petrolio in moneta diversa dal dollaro!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/06/2012 - 16:32

A questo punto Russia e Cina devono intervenire subito per fermare l' ennesima aggressione della NATO (su mandato di Israele). Perché la Siria sarebbe il primo passo verso l' Iran e la Cina non può tollerarlo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/06/2012 - 16:34

Gli USA storicamente sono sempre usciti dalle crisi economiche trascinando il mondo in guerre mondiali..

claudiocodecasa

Dom, 24/06/2012 - 16:39

marforio il tuo intervento è stupendo, non c'è bisogno di aggiungere altro

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/06/2012 - 16:36

A proposito di menzogne e propaganda....... la FAZ (Frankfurter Allgemeine) giornale del regime finanziario che domina l' Europa, "politically correct" ha dimostrato che l' ultimo eccidio di civili a Hula è stato compiuto dai ribelli pagati da sauditi, sionisti e qatarioti.... e non, come ci dicevano, da Assad......... a proposito.. io sto ancora aspettando le armi di distruzione di massa di Hussein e i 10.000 morti fatti da Gheddafi....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/06/2012 - 16:38

Gli USA sanno bene che il tempo gioca a favore della Cina e contro di loro, il loro decrepito dollaro, la loro credibilità sotto i tacchi. Ergo gli USA DEVONO precipitare ancora il mondo in una guerra su vasta scala. Non possiamo del resto aspettarci nulla di buono da chi non si è fatto scrupoli a massacrare 4 milioni di Vietnamiti, usare 2 atomiche su civili, inutilmente peraltro visto che il Giappone aveva da mesi cercato la resa . Gli scrupoli non sono di casa.

idleproc

Dom, 24/06/2012 - 16:49

Per quanto ne so io da amici italiani in loco, i turchi (popolo) non ne vogliono sapere di Ué-pereppepé. Hanno solo da rimetterci come ci rimettono e ci rimetteranno tutti i popoli soggetti al'imperio da esproprio globale multinazionale finanziario. Ci vuole entrare solo chi vuol partecipare (contento lui) alla roulette globale a base di carta straccia nelle varie forme monetarie e derivate. Una percentuale irrisoria della popolazione che però si paga la propaganda. A occhio, dico ad occhio, il dipartimento di stato US vorrebbe farsi da quelle parti un altro governo eterodiretto per il controllo dell'area. Non conoscono però come sono li Turchi. Son proprio Turchi. L'unica cosa che sicuramente fanno e faranno è continuare a destabilizzare tutta l'area mediterranea e medioorientale. Se il passato è guida al presente, lo prenderanno in prospettiva nel c. insieme a chi gli da una mano.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 24/06/2012 - 17:00

x16 ausonio-Ma il tuo pallino fisso e Israele ? In questo caso lo escludo , anche perche del il colorato americano di questi tempi Israele ne potrebbe farne a meno , Questa politica di cac.a e cominciata con Clinton, solo che il mussulmano approfitterebbe per riempire l Europa di islamisti , essendo lui uno sciacquino dell islam ,questo si che e grave, Israele si ritroverebbe isolato con pericolo di guerra mondiale. É anche chiarissimo che la Cina e affamata di petrolio , per questo evita il medio oriente e penetra piu profondamente in Africa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/06/2012 - 17:01

... tanti commenti ma manca quello più semplice: la Turchia, paese NATO, ha avuto abbattuto un suo caccia da un paesino come la Siria.... ovviamente tecnologia russa. Siccome questa tecnologia è stata consegnata da poco, è logico pensare che sia stata utilizzata da russi su territorio siriano. La deduzione è una sola: occhio !

idleproc

Dom, 24/06/2012 - 17:03

#15 arkangel72. Ho qualche dubbio sul fatto che ai russi convenga un accordo del genere.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/06/2012 - 18:59

#22 marforio Attaccare la Siria è il primo passo per attaccare l' Iran, la necessaria premessa (per non dover combattere su vari fronti). Ergo è Israele il mandante. Peraltro, ti ricordo che la politica estera USA in Medioriente è appaltata all' AIPAC ossia a Israele. E a dirlo non sono paranoici antisemiti bensì analisti, studiosi, accademici americani e persino ebrei. E' una pura e semplice constatazione.

andrea24

Dom, 24/06/2012 - 19:19

E' quello che potrebbe accadere anche ad una nave militare straniera, qualora violasse,in caso di guerra,le acque siriane grazie alle molto sofisticate postazioni di missili anti-nave P-800 Yakont,sotto coordinamento logistico dei russi,i quali non mancarono,per fortuna,di consegnarle alle forze armate siriane nello scorso mese di febbrario(senza contare,poi,tutto l'apparato radar e di coordinamento che i russi detengono presso l'ormai famoso porto di Tartous).Resta da vedere inoltre,la questione relativa alla consegna di elicotteri militari per i quali la NATO si oppone,ma non vi è alcun embargo ONU e la Russia ha deciso di rimetterli in rotta("forse" scortati).Sono infatti armamenti che non vengono utilizzati "contro i civili"(quelli della propaganda occidentale!),ma contro l'insorgenza di forze esterne,che,nella giusta logica di Mosca,si tradurrebbero in un "regime change",cosa non più tollerabile,né da parte di Mosca né da parte di Pechino.

andrea24

Dom, 24/06/2012 - 20:18

Occorre tuttavia sottolineare,come sempre affermato, il fatto che la Siria è già in guerra,sebbene non in maniera formale,ma sostanziale.Pare inoltre,che presso i ribelli ad Homs,si stiano utilizzando missili anti-carro avanzati di recente produzione israeliana.

idleproc

Dom, 24/06/2012 - 20:16

Andiamoci piano col popolo d'Israele. Sono anche loro una vittima della politica demenziale del dipartimento di stato US che comunque riflette gli interessi geopolitici ed economico-finanziari di una ristrettissima minoranza. Solo un masochista destabilizzerebbe a catena gli stati che lo circondano. Cosa è, tanti nemici, tanto onore? Moriamo tutti in un campo di grano col sole dell'alba che illumina i capelli? Il problema è l'imperialismo, chiamiamolo così, di corporation oligopoliste economico-finanziarie troppo grandi ed in grado di determinare politiche estere. Ragionano a breve, quanti soldi mi faccio con quei pozzi di petrolio? La rogna ed i costi umani e militari poi ricadono sulle comunità nazionali che nel rispetto delle differenze commercerebbero e vivrebbero tranquillamente. Col tempo anche si integrerebbero. Siamo nel 2013.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 24/06/2012 - 20:42

x28ildeproc-Credo che tu cammini con la 5a marcia.

idleproc

Dom, 24/06/2012 - 21:43

#29 marforio. Vero, anche per il 2013 ma cerchiamo almeno di non stare in autostrada in prima, si rischia di bruciare tutto.

Fracescodel

Dom, 24/06/2012 - 22:07

Se si soffocasse le ribellioni i problemi sarebbero finiti. I ribelli non centrano niente con il popolo Syriano, sono un'accozzaglia di facinorosi agitati dalla CIA/Mossad, e mercenari. #12 Mario Galaverna gia' ci siamo scontrati spesso con Israele, con il risultato che io penso che lei e' ebreo o demente...niente piu' niente meno...perche' solo queste due tipologie di persone si difendono continuamente Israele per la piu' minima cosa che si dice contro e si inalberano furiosamente. Quindi io recepisco che c'e' e rimarra zero stima tra noi due. Personalmente penso anche che gente come lei e' un danno al futuro dell'Italia e del Mondo. La falsita' ideologica nel difendere un campione delle guerre d'agressione come si e' dimostrato Israele dalla sua nascita' si misura in egual modo all'arroganza di accusare l'Iran di agressivita' (Iran che non ha mai iniziato un conflitto dalla sua nascita, ma che ha subito l'agressione di Iraq filo americano del primo Saddam).

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 24/06/2012 - 22:24

LA SIRIA è UNO STATO CANAGLIA !! La Turchia rimpiange l'impero ottomano e non vede l'ora di restaurarlo , non mi fido dei turchi sono razzisti come i tedeschi i primi hanno sterminato gli armeni , negli ultimi tempi anche i curdi , i secondi gli ebrei , ambedue popoli ricchi !! Comunque la storia ci ha insegnato che l'impero ottomano è stato un elemento di stabilità per secoli nel'area mediorientale !!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 24/06/2012 - 23:08

x32Scandalo - Da come conosco bene io i popoli mussulmani non cé da fidarsi di nessuno.Non hanno digerito ne carlo martello, ne i normanni , ne la reconquista, ne lepanto, ne l´ amselfeld.Questi sono fissati a invadere l europa , il resto del mondo e relativo, perche sanno che la cultura da distruggere e cristiana ed europea.In quanto ai turchi giaper colpa della germania ne abbiamo 6 milioni sul continente,gli unici che li desiderano come alleati sono la germania e l´america, guarda come si da da fare il padre bianco di washington per una entrata accellerata della turchia nella UE.

andrea24

Dom, 24/06/2012 - 23:34

#32 scandalo (760) Stai parlando di ottomanesimo guerresco,soltanto perché hai visto nella foto un F-4 Phantom turco,non considerando il fatto che,se al posto della Turchia ci fosse stata, lì vicino, la Francia,non avresti visto un caccia bombardiere turco,ma qualche Mirage francese. Né ci pare che i francesi,gli inglesi,gli americani,i sauditi e lo stesso israele la pensino diversamente dalla Turchia rispetto ad Assad. Riguardo alla frase la Siria è uno Stato canaglia,non so se la Tua è una di quelle frasi retoriche che a volte si utilizzano per dire il contrario,o una affermazione. Considerando la realtà dei fatti,sarei più propenso nel considerarla,la Tua,una frase retorica.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 24/06/2012 - 23:41

#33 marforio.. BISOGNA SOSTENERE IL MALE MINORE !!

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 24/06/2012 - 23:49

#34 andrea24...LA SIRIA HA SEMPRE COPERTO , FINANZIATO , AIUTATO IL TERRORISMO ISLAMICO !! Bashar Hafiz al-Asad è UN DELINQUENTE ASSASSINO DEL SUO POPOLO !!

mila

Lun, 25/06/2012 - 04:56

#31 Francesco del -Il problema non e' difendere sempre Israele. A me sembra che tutto questo caos non sia negli interessi di Israele. Del resto, perche' Netanyahu e suoi ministri hanno fatto recentemente vari viaggi a Mosca? Credo che gli israeliani abbiano capito che il mondo e' cambiato; hanno anche visto come gli Americani trattano i loro alleati appena non li ritengono piu' utili e cercano di correre ai ripari. Purtroppo per ora gli USA e i loro alleati islamici sono molto forti e noi Europei subiamo le conseguenze peggiori.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 25/06/2012 - 08:21

x35scandalo-. E chiaro che l america dopo decenni che ha sostenuto il padre , adesso gioca a fare la democratica nella regione solo per fini di lucro.I turchi sono un libro aperto, conoscendo il pensiero di erdogan, capira filoamericani e in piu integralista , la classica pappa e ciccia con il colorato fanno una bella coppia.Stai tranquillo chi vuole piazzare islamisti dappertutto sono solo gli americani, tanto aloro non gli e ne frega un tubo del mondo,in caso di guerra siamo noi quelli che ci rimettiamo, avremo solo una inondazione di profughi , con relative spese , e problemi, il mussulmano dal viso oscuro sa quello che e buono per i suoi scagnozzi islamici.

Ritratto di serjoe

serjoe

Lun, 25/06/2012 - 09:08

@scandalo, trovo la frase retorica e ricorrente :"ASSASSINO DEL SUO POPOLO !! " la piu' stupida in circolazione, come se ai "cuochi" di Wall Street - quelli che le guerre le commissionano, interessasse del "popolo" siriano o libico o di qualsiasi altro paese.Se ne infischiano pure del proprio che mandano a morire in guerre inutili come in Iraq e Afghanistan.

Bruno Burinato

Lun, 25/06/2012 - 09:35

Vale sempre la legge ... due pesi due misure ... èer i piloti turchi si muovono NATO e UE .. per i Marò italiani dono assenti NATO e UE e veramente anche l'ONU per conto della quele i nostri ,ilitari erano impegnati in un flotta NATO .. si cercano risparmi richiamiamo i nostri soldati a casa

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 09:37

scandalo, torno lunedi e vedo i tuoi commenti scandalosi. 1-i turchi non sono mai razzisti ma sono molto nazionalisti(capisci la differenza') 2-i turchi non hanno sterminato gli armeni,questo lo devono dimostrare gli storici.. 3-i turchi non hanno mai sterminato i curdi,anzi sono 2 popoli legati storicamente e fra turchi-curdi c'e' solo amore,chi vorebbe il contrario sono proprio i curdi del pkk..

adriano1

Lun, 25/06/2012 - 09:37

Il Ministro della Difesa turco ha dichiarato che l'aereo volava a 13 miglia nautiche (1 miglio =1852 mt.) dalle coste turche ; sosteneva che volava in addestramento per i fatti suoi e che l'abbattimento è un atto ostile della Siria. In genere le acque territoriali raggiungono le 12 miglia nautiche dalla linea di base della costa e dunque anche se l'aereo volava a 13 miglia – cioè ben aderente ai margini del limite territoriale - esso con ampia probabilità spiava con l'elettronica imbarcata la situazione sulla terraferma siriana: dunque, se fosse così, l'atto ostile vi é stato, ma da parte turca! Può anche darsi che l’abbattimento sia un segnale politico alla Turchia:” Attenzione non tollereremo più intrusioni, abbiamo mezzi di scoperta e armi adeguate per difenderci !” . Ma che la Turchia sia parte attiva nel sostenere la guerriglia contro Assad é ormai un segreto di pulcinella; che la Turchia punti ad una riedizione moderna del Diwan si delinea sempre più chiaramente e noi italiani siamo la prima linea di frizione con la penetrazione turca nei Balcani che si sta ormai radicando stabilmente .Quindi anche noi dovremmo valutare molto attentamente se ci conviene un cambio di regime . Inoltre facciamo i conti senza l’oste, anzi senza l’orso : la Russia ! La Russia che non vuole rinunciare alla sua influenza in Siria e alle sue basi, cosa del tutto comprensibile e logica in una politica di scacchiere. L’Italia ha già molto pagato con la Libia e sacrificato molti dei suoi interessi: deve bene valutare se un ribaltamento siriano le sia conveniente, se una ‘comprensione’ per gli interessi russi possa essere conveniente,ed infine capire quale sia la vera strategia di USA,Francia e U.K. nel Mediterraneo che ci lascia sempre fuori dal gioco ma ci usa come gregari per lavori poco puliti e dunque quale sia la nostra convenienza a breve e lungo termine. Ma se il risultato è la lurida mattanza libica o i Fratelli Mussulmani al Cairo c’è poco da stare allegri, Israele compresa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 25/06/2012 - 09:41

La Russia a questo punto deve compiere un decisivo dispiegamento di forze in Siria come fece in Ossezia per mettere in chiaro che lì non si tocca.

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 09:56

marforio, non penso che i musulmani abbiano voglia di invadere l'europa,semmai e' sempre l'occidente ad invadere militarmente i paesi musulmani.se non sei cieco dai un'occhiata e smetti di dire i musulmani ci invadono.guarda dal dopo guerra chi ha invaso e chi sta invadendo ancora. se esiste la grande germania di sempre questo e' grazie proprio ai turchi,italiani e slavi chiamati dopo la guerra per la ricostruzione.i turchi in germania sono una ricchezza fondamentale e sono dei grand lavoratori.. i turchi, ti posso garantire adorano anche gli italiani e non amano molto i tedeschi .ci sono tanti turchi che danno lavoro e soldi agli stessi tedeschi.la nazionale tedesca e' piena di turchi ed altri nativi in germania. se la germania e' grande perche ha la wolkswagen,la mercedes,la bmv e la opel,perche ha la nazionale di calcio.la germania e' grande perche SFRUTTA TUTTO AL MEGLIO.

Valeriobio64

Lun, 25/06/2012 - 09:52

Che si scornino tra loro,sciiti e sunniti...

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 10:01

ancora per marforio, rispondo ad ogni commento, l'usa non ha mai sostenuto il padre assad,anzi ha sempre voluto rovesciarlo ma come ora la russia,in quel periodo l'urrs ha sempre impedito questo. e' vero l'usa e gli alleati stanno piantando integralisti dappertutto. ma peccato che in mezzo c'e' e come anche la nostra italia ed occidente.

Valeriobio64

Lun, 25/06/2012 - 10:11

Sono in parte d'accordo con scandalo riguardo li Turchi: hanno martoriato ,ed è provato-gli Armeni e conquistato parte di Cipro ,terra non sua.Questi sono fatti... e non hanno mai pagato dazio per questi crimini...E'ora di fargliela pagare e tenerli ben lontani da noi anche se commercialmente sono una potenza.......

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 25/06/2012 - 10:22

#41 W.A.S.P.... ma chi te la detto di tornare ?? "2-i turchi non hanno sterminato gli armeni" ahaha!! ahaha!!...... "L'espressione Genocidio armeno, talvolta Olocausto degli Armeni o Massacro degli Armeni si riferisce a due eventi distinti ma legati fra loro: il primo è relativo alla campagna contro gli armeni condotta dal sultano ottomano Abdul-Hamid II negli anni 1894-1896; il secondo è collegato alla deportazione ed eliminazione di armeni negli anni 1915-1916. Il termine genocidio è associato soprattutto al secondo episodio, che viene commemorato dagli Armeni il 24 aprile. Il 24 aprile 2010 è stato commemorato il 95º Anniversario del Genocidio Armeno.Nello stesso periodo storico l'Impero Ottomano aveva condotto attacchi simili contro altre etnie (come gli assiri e i greci), e per questo alcuni studiosi credono che ci fosse un progetto di sterminio !! Sul piano internazionale, ventuno stati già ufficialmente riconosciuto un genocidio negli eventi descritti "...fonte wikipedia

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 10:27

andrea mi trovo quasi sempre d'accordo con i tuoi commenti,preciso una cosa sola.israele in questo momento e' il paese che sostiene piu assad.non penso che abbia dato una vite o un proiettile ai ribelli anzi,israele e' stato accusato ad aiutare il regime di assad. vedi in questo momento og'uno fa il suo gioco,assad non ha mai chiesti le alture del golan semmai e' stato israele a parlarne'. la fine di assad sarebbe l'inizio della fine di israle.tutti i paesi che avevano firmato un trattato con israele sono stati invasi da islamici anti israiliani. l'unico paese moderato che e' rimasto e' la siria.per la sicurezza di israele la siria e' vitale. perche assad non e'mai e non puo mai andare d'accordo con gli integralisti proprio per motivi di etnia alawita.e' una cosa proprio INCOMPATIBILE.

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 10:39

scandalo, la turchia non ha mai negato niente,e' una vicenda ancora aperta. la turchia vuole che il caso sia studiato da una commissione internazionale di storici e qualsiasi risultato per la turchia sara santo sacro.continua a leggere vikipedia..

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 10:39

scandalo, la turchia non ha mai negato niente,e' una vicenda ancora aperta. la turchia vuole che il caso sia studiato da una commissione internazionale di storici e qualsiasi risultato per la turchia sara santo sacro.continua a leggere vikipedia..

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 25/06/2012 - 10:50

A me fa pena questa gente che con tanta leggerezza, indottrinata dai nostri media di regime (eh sì signori, siamo in un regime se ancora non avete capito, un neofeudalesimo dove comanda la finanza) invoca guerre e interventi. Stando comodamente sul divano, non rischiando nulla e non avendo la minima idea di cosa significhi una guerra.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 25/06/2012 - 10:50

A me fa pena questa gente che con tanta leggerezza, indottrinata dai nostri media di regime (eh sì signori, siamo in un regime se ancora non avete capito, un neofeudalesimo dove comanda la finanza) invoca guerre e interventi. Stando comodamente sul divano, non rischiando nulla e non avendo la minima idea di cosa significhi una guerra.

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 11:04

penso che il comportamento ostile della turchia sia arrivato ad un'altra fase. la turchia dopo tanti tentativi di rovesciare assad provando tutti i metodi ostili e disonesti con questa vicenda del caccia e' arrivata alla fine. trovo una giusta provocazione nel mandare il caccia in territorio siriano(preciso che il caccia e' stato abbattuto subito dopo che e' uscito dal territorio siriano e non mentre era dentro)la siria se anche smentisce sapeva benissimo l'identita' del caccia perche i codici di riconoscimento era sbloccato e dalle registrazioni radio hanno detto(i vicini turchi) assad penso che abbia voluto dimostrare qualcosa ma spero che la turchia che sta giocando col fuoco abbia il senso della ragione e smetta di provocare la siria insieme agli usa,europa,a.saudita e katar.

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Lun, 25/06/2012 - 11:04

penso che il comportamento ostile della turchia sia arrivato ad un'altra fase. la turchia dopo tanti tentativi di rovesciare assad provando tutti i metodi ostili e disonesti con questa vicenda del caccia e' arrivata alla fine. trovo una giusta provocazione nel mandare il caccia in territorio siriano(preciso che il caccia e' stato abbattuto subito dopo che e' uscito dal territorio siriano e non mentre era dentro)la siria se anche smentisce sapeva benissimo l'identita' del caccia perche i codici di riconoscimento era sbloccato e dalle registrazioni radio hanno detto(i vicini turchi) assad penso che abbia voluto dimostrare qualcosa ma spero che la turchia che sta giocando col fuoco abbia il senso della ragione e smetta di provocare la siria insieme agli usa,europa,a.saudita e katar.

Giustotopik5

Lun, 25/06/2012 - 11:11

Innanzitutto, una precisazione : l'aereo della foto non è un F4 E, ma un RF 4E, cioè la versione da ricognizione fotografica...se il Phantom abbattuto era di questa versione...mah !!! Detto questo, concordo con #42 adriano1 e #43 Ausonio ; è anche ora di smetterla di usare 2 o 3 pesi e misure da parte di ONU, NATO ecc.: acquisito che queste organizzazioni sono fedeli esecutrici di "input"americani (solo dove e quando fa comodo), cerchiamo questa volta di non piegare le ns.Forze Armate e la ns.basi alle loro esigenze "umanitarie"e vediamo di non sottoscivere altre porcherie tipo Libia. E...a proposito : l'ONU e la NATO sul caso dei ns.marò ???? Saluti

Giustotopik5

Lun, 25/06/2012 - 11:11

Innanzitutto, una precisazione : l'aereo della foto non è un F4 E, ma un RF 4E, cioè la versione da ricognizione fotografica...se il Phantom abbattuto era di questa versione...mah !!! Detto questo, concordo con #42 adriano1 e #43 Ausonio ; è anche ora di smetterla di usare 2 o 3 pesi e misure da parte di ONU, NATO ecc.: acquisito che queste organizzazioni sono fedeli esecutrici di "input"americani (solo dove e quando fa comodo), cerchiamo questa volta di non piegare le ns.Forze Armate e la ns.basi alle loro esigenze "umanitarie"e vediamo di non sottoscivere altre porcherie tipo Libia. E...a proposito : l'ONU e la NATO sul caso dei ns.marò ???? Saluti

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 25/06/2012 - 12:57

#47 Valeriobio64 (1474) - Prima che i Turchi debbano pagare per i loro crimini, paghi chi ha massacrato 4 milioni di civili Vietnamiti... suvvia, non rendetevi ridicoli...

Raoul Pontalti

Lun, 25/06/2012 - 15:05

per scandalo. Tu sei davvero sei scandalosamente ignorante: nulla sai della nascita dei regimi militari fondati sul socialismo nazionalista in Egitto, in Siria e Iraq. Ignori in particolare che Siria e Iraq hanno avuto a lungo (e inSiria perdura tuttora anche se agonizzante) un regime come quello del partito panarabo Baath, costituito inizialmente da un alawita, un sunnita e un cristiano di ispirazione laica e non confessionale. Il regime Baath aveva reso uguali tutte le confessioni religiose davanti allo Stato e per questo gli estremisti islamici li combattevano sia in Siria che in Iraq. Il terrorismo islamico è sempre stato combattuto da questi regimi e con metodi spietati. Ma Tu somarello leggi le scemenze che trovi sulle riviste femminili e queste cose non le puoi sapere.