Siria, Delnevo indagato per terrorismo a Genova già dal 2009

23enne di Genova, secondo diverse fonti del Giornale sarebbe morto in Siria, combattendo con l'ala oltranzista della ribellione. Nel 2008 al conversione. Su YouTube e Facebook le tracce della sua vicinanza al terrorismo e ai gruppi ceceni

Vestiva come un sufi, con una lunga tunica bianca e un kizil a cono in testa. Giuliano Delnevo, 23enne genovese, si era convertito all'islam nel 2008. Di famiglia non musulmana, si era avvicinato alla causa probabilmente grazie alla predicazione online, in un percorso che lo aveva portato alla radicalizzazione e ad avvicinarsi a gruppi estremisti.

Su internet era noto come Ibrahim, riconosciuto per il suo canale su YouTube, Liguristan, in cui una decina di video lo mostrano leggere le sure del Corano e occuparsi di questioni come la situazione della Somalia o la pubblicazione di vignette satiriche che irridono il profeta Maometto. Nella vita reale non era particolarmente noto agli altri musulmani, tanto è vero che Salah Hussein, imam di Genova, ricorda che "non veniva a pregare" nel centro che guida, anche se lo aveva "visto a qualche nostro incontro".

La decisione di lasciare l'Italia per andare a combattere in Siria era arrivato soltanto di recente. Come racconta un servizio esclusivo di Gian Micalessin e Gian Marco Chiocci sul Giornale di oggi, sulla sua formazione estremista ha influito quasi certamente un viaggio in Turchia, alla frontiera sud, oltre cui si estende la Siria. Qui Delnevo aveva conosciuto un gruppo di ceceni a cui si era legato. Da tempo i media internazionali denunciano la presenza in Siria di islamisti provenienti dall'estero, da Occidente o da altri Paesi legati al jihad. Molti sono arrivati anche dalla Cecenia in lotta con Mosca.

Il suo progressivo avvicinarsi a posizioni estremiste aveva fatto impensierire la digos di Genova. Una segnalazione alla procura aveva portato all'apertura (nel 2009) di un fascicolo per terrorismo su di lui. A confermare al Giornale la sua presenza tra le fila dela ribellione anche Hamza Roberto Piccardo, il dirigente dell'Ucoi (Unione comunità islamiche).

Il percorso di radicalizzazione è ben visibile anche sulla pagina facebook del giovane genovese, disseminata di richiami all'islam militante. Un rapido sguardo permette di individuare una bandiera del jihad, un logo del Kavkaz Center, sito islamico ceceno che si propone di svolgere un lavoro di agenzia molto "orientato", e un ritratto di Abd Allah Yusuf al-Azzam, che gran parte degli studiosi di terrorismo ritengono l'uomo che ispirò a Bin Laden la creazione di al-Qaeda. Tra gli ascolti musicali una predilezione per i nasheed islamici.

Delnevo, che molte fonti dicono morto al fianco dei ribelli siriani di posizioni più estremiste, era probabilmente un lupo solitario. Questa descrizione emerge dalle parole di Giampiero Massolo, direttore del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis) che sottolinea come l'Italia non sia un "bacino di reclutamento", ma che il rischio di una radicalizzazione autonoma è pur sempre presente.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 18/06/2013 - 17:02

Onore e gloria a Ibrahim: che la pace di Allah sia su di lui. Altro che militari italioti ben pagati in Afganistan. Caduti per la maggior gloria del mercato, del dollaro e dell'euro. Allah-w-Akhbar!!!!

zccprb

Mer, 19/06/2013 - 01:37

UNO CHE PARTE PER AMMAZZARE ALRE PERSONE con la scus della guerra santa è solo un assassino

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Mer, 19/06/2013 - 09:33

SEMPLICEMENTE UN TERRORISTA ISLAMICO STUPIDO MORTO PER UNA CAGATA. QUESTE PERSONE SONO PERICOLOSE E L'ITALIA DEVE TROVARLI SUBITO!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 19/06/2013 - 12:39

Deve essere uno di quelli che ha messo Genova a ferro e fuoco durante quella famigerata manifestazionme, per cui una magistratura sinistrata alla fine ha punito i poliziotti. Ora, se i magistrati asini erano più severi coi facinorosi e più comprensivi coi poliziotti in legittima difesa, forse gli salvavano la vita a qualcuno tra gli spaghetti-taleban.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mer, 19/06/2013 - 18:12

Ma guarda! Se non fosse venuta fuori la storia dell' "eroe Giuliano", la Procura di Genova sarebbe stata zitta. Erano già iscritti nel registro degli indagati, questi cinque, o li hanno prontamente iscritti solo adesso? E quante altre persone hanno nel mirino? E quante altre persone sono iscritte o monitorate da tutte le Procure italiane? Nascondere, sminuire, derubricare... questo è il diktat che le nostre forze dell'ordine ricevono di continuo dai governi locali (moltissimi regalati, dal disinteresse di chi non è "rosso fino al midollo", alle sinistre con maggioranze ridicole rispetto agli aventi diritto... ma questo è un altro devastante discorso) e da Roma. Vogliamo sapere! Vogliamo i numeri! Gli ITALIANI veri, per bene, che amano la propria Nazione devono sapere! Devono sapere che il macello in cui ci ha ficcato la politica finto buonista-equa-solidale-democratica è già di proporzioni immani, è penetrato nel nostro stesso tessuto sociale e travalica i fatti di cronaca che ogni giorno riportano violenze, crimini, pretese, soprusi, imposti da esponenti dell'immigrazione selvaggia e senza limiti né regole che piace tanto e ci viene imposta dalle Kyenge, Boldrini, Bonino, da Pisapia, Vendola, Marino e compagni vari. Per alcuni miei commenti ad altri articoli su questo argomento, qualche "diversamente cieco-sordo-autolesionista" ha tentato la stessa tattica, sminuire, sbeffeggiare, infangare (naturalmente senza mai controbattere con fatti oggettivi, alla mia interpretazione della situazione reale); uno in particolare (dandomi dell'esaltato) mi ha consigliato di guardare meno film d'azione. Non rispondo quasi mai a questi inconsapevoli indottrinati, 1° perché è inutile "sono stati disegnati così" e 2° perché non perdo il mio tempo a interloquire col vuoto cosmico (il pochissimo che ho, di tento in tanto, preferisco dedicarlo a tentare di contribuire al tentativo di fare aprire gli occhi agli Italiani e a farli svegliare dall'aberrante e devastante "ipnosi rossa" che ci ha già rovinato e sta per seppellirci). Mi piacerebbe che tutto questo fosse "un film", a un certo punto arriverebbero i titoli di coda e tutto sarebbe finito... ma tutto questo, purtroppo, non è un film! E' una vera, reale, imponente e devastante epidemia che finirà prestissimo per ucciderci tutti. E nuovi "virus" sbarcano ogni giorno, rimpopolano le mille scuole coraniche, organizzazioni islamiche, comitati, commissioni, onlus, "progetti a tutela degli immigrati" tutti fatti pagare a noi e tutti a scapito delle nostre vite, della nostra società, dei nostri valori-usi-tradizioni. Ma certo Bonino, ha ragione quando dice "Non credo proprio che si sia di fronte a una possibile ondata di terroristi islamici in partenza dall’Italia"... per la magior parte essi restano qui! La maggior parte di loro è impegnata a fare proselitismo, indottrinare, istruire al terrorismo e a pianificare mappe e tempi di attentati che attendono solo il compimento di questa strategia in tutta Europa per avere l'ok per cominciare. L'Italia e l'Europa rosse o interessate solo al predominio economico-finanziario (Germania, Francia e Inghilterra) non solo hanno messo in crisi il nostro sistema produttivo, occupazionale, finanziario ed economico, ma ci hanno proditoriamente lasciati soli (noi Italiani) a combattere una vera e propria invasione fisica, culturale, religiosa e criminale. Sta piombandoci sulla testa il momento in cui i vari "geni" ed epigoni dell' "eroe" Giuliano si metteranno a piangere e a guaire come cuccioli indifesi davanti alle "preziose risorse" che si staranno prendendo anche le loro vite eque e solidali, ma è e sarà una ben magra consolazione. Noi che siamo diversi da loro dobbiamo fare qualcosa e subito! Cosa? Non ho ancora deciso di preciso, ma sto davvero pensando (giuro, non ne ho la minima voglia né il tempo) di provare a inventare qualcosa per riunire i tantissimi che la pensano come me su molte cose e creare un'alternativa all'inconsistenza del centrodestra, all'impresentabile indecenza del centrosinistra e alla puerile inutilità del M5S (comunque "rosso" nel DNA)... Vedremo.

buri

Gio, 20/06/2013 - 11:26

Quale seguito è dtato data a quel fascicolo? probabilmente nessuno quell'indoviduo ha sempre agito industurbato

angelomaria

Lun, 22/07/2013 - 15:38

sicuramente non appariranno scritte come nassarya 100 e piu' vero maiali codardi