Siria, rotto il cessate il fuocoIl regime bombarda Homs:ribelli sotto il fuoco di Assad

Attaccati a colpi di artiglieria i quartieri di Homs dove si concentra la resistenza ad Assad: sono i primi bombardamenti sulla città dall’inizio del cessate il fuoco

Il regime siriano ha rotto la tregua. Questa mattina l'Osservatorio per i diritti umani ha denunciato la violazione del cessate il fuoco: nella notte sono stati, infatti, attaccati a colpi di artiglieria i quartieri di Homs dove si concentra la resistenza ad Assad. È attesa per oggi la decisione el Consiglio di sicurezza Onu sull'invio di osservatori.

Le forze fedeli al presidente Bashar al Assad hanno bombardato per quasi un'ora due quartieri di Homs, la città divenuta simbolo della rivolta contro il regime. Secondo gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti dell’uomo, negli attacchi non ci sarebbero vittime. "C'è stato un bombardamento ieri notte nella parte vecchia della città, nei quartieri di Jouret al-Shiyah e al-Qaradis - ha raccontato un residente, Karm Abu Rabea - ho sentito stamani otto bombe che sono cadute nell’ultima ora". Se confermato, si tratterebbe dei primi bombardamenti sulla città dall’inizio del cessate il fuoco.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Sab, 14/04/2012 - 14:21

Sara tempo di essere realisti, meglio lui che il rischio di un governo di fanatici mussulmani.Questi paesi non sanno che farsene della democrazia, Vivono ancora tribali,e anche se Assad e il figlio di tale padre, questo paese non cambierebbe in meglio.E poi diciamolo facendo paragoni, non e 'che in Italia nel corso della mia vita sia cambiato molto il sistema democratico, no, c'e sempre un peggio al peggio.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 14/04/2012 - 14:21

Sara tempo di essere realisti, meglio lui che il rischio di un governo di fanatici mussulmani.Questi paesi non sanno che farsene della democrazia, Vivono ancora tribali,e anche se Assad e il figlio di tale padre, questo paese non cambierebbe in meglio.E poi diciamolo facendo paragoni, non e 'che in Italia nel corso della mia vita sia cambiato molto il sistema democratico, no, c'e sempre un peggio al peggio.

Ritratto di tethans

tethans

Sab, 14/04/2012 - 14:46

Ma GLI USA fanno solo Che create PROBLEMI .. Sono peggio di un CANCRO ...

Ritratto di tethans

tethans

Sab, 14/04/2012 - 14:46

Ma GLI USA fanno solo Che create PROBLEMI .. Sono peggio di un CANCRO ...

andrea24

Sab, 14/04/2012 - 15:07

Se i ribelli non si disarmano non succederà nulla di diverso in Siria. Con buona pace degli "israelocentristi",che hanno interesse,almeno nel breve termine,o solo per orgoglio,togliere Assad e dividere la Siria(ma poi dovranno vedersela con i sunniti e l'imperialismo neo-ottomano),è lecito che la Siria e le Forze Armate siriane difendano l'integrità territoriale del Paese. Si approfondisca ciò che accade sul campo. Addirittura i cristiani siriani,indignati dalla propaganda e dalla disinformazione occidentalista,cercano e vogliono che l'Esercito regolare mantenga posizione e assolutamente non si ritiri per non far giungere i banditi nelle loro zone. Per loro l'Esercito significa sicurezza contro violenze,saccheggi,stupri. Hanno distrutto la stabilità della Siria e portato un Paese al tracollo e alla guerra civile portata anche da mercenari e guerrieri esterni. E' uno schifo.

andrea24

Sab, 14/04/2012 - 15:07

Se i ribelli non si disarmano non succederà nulla di diverso in Siria. Con buona pace degli "israelocentristi",che hanno interesse,almeno nel breve termine,o solo per orgoglio,togliere Assad e dividere la Siria(ma poi dovranno vedersela con i sunniti e l'imperialismo neo-ottomano),è lecito che la Siria e le Forze Armate siriane difendano l'integrità territoriale del Paese. Si approfondisca ciò che accade sul campo. Addirittura i cristiani siriani,indignati dalla propaganda e dalla disinformazione occidentalista,cercano e vogliono che l'Esercito regolare mantenga posizione e assolutamente non si ritiri per non far giungere i banditi nelle loro zone. Per loro l'Esercito significa sicurezza contro violenze,saccheggi,stupri. Hanno distrutto la stabilità della Siria e portato un Paese al tracollo e alla guerra civile portata anche da mercenari e guerrieri esterni. E' uno schifo.

Coriolanus

Sab, 14/04/2012 - 17:17

E dagli con il "regime" che reprime i "ribelli"! Assad ha tutto il diritto di difendere la Siria ed il suo popolo dagli attacchi delle bande terroristiche supportate ed infiltrate dall'"Occidente". Asserire il contrario significa, a mio avviso, fare propaganda per creare consenso presso la opinione pubblica alla ennesima guerra (dopo quella in Serbia, Irak, Libiya) umanitaria (da parte delle potenze imperialistiche) in danno di uno Stato (nella occasione la Siria) sovrano.

Coriolanus

Sab, 14/04/2012 - 17:17

E dagli con il "regime" che reprime i "ribelli"! Assad ha tutto il diritto di difendere la Siria ed il suo popolo dagli attacchi delle bande terroristiche supportate ed infiltrate dall'"Occidente". Asserire il contrario significa, a mio avviso, fare propaganda per creare consenso presso la opinione pubblica alla ennesima guerra (dopo quella in Serbia, Irak, Libiya) umanitaria (da parte delle potenze imperialistiche) in danno di uno Stato (nella occasione la Siria) sovrano.