Spaghetti e viagra. La vita borghese dei killer di Al Qaida

In un covo dei terroristi islamici in Africa la prova dei loro peccati di gola e non solo. E in Egitto ritrovate scorte di senape e preservativi

Ve lo immaginate Abdelmalek Droukdel, uno dei leader di Aqmi, la temutissima cellula di Al Qaida per il «maghreb libero», intento a tirar su dal piatto una forchettata di spaghetti grondanti sugo di pomodoro? In un istante verrebbe cancellata la sacralità (seppur a rovescio) di un personaggio che appartiene al mondo del terrore. Eppure l'Aqmi, almeno dai «pizzini» sequestrati nel corso dei rastrellamenti dell'esercito francese nel nord del Mali, considera la pasta italiana un'autentica prelibatezza. Esaminando il contenuto di foglietti e ricevute salta all'occhio la pasta, le scatole di pomodoro per il sugo e le cipolle, ingredienti della cucina di tradizione mediterranea. Assassini a sangue freddo, ma anche amanti di un piatto caldo. Terroristi con animo e gusti borghesi, disposti a firmare la tregua non certo con il nemico, ma attorno a una tavola imbandita.

Quello dell'Aqmi è soltanto un antipasto, nonostante la pummarola. Ansar Beit al Maqdess, la falange che sta mettendo a ferro e fuoco il Sinai, e che si professa vicina al deposto presidente Morsi, colloca assieme nella borsa della spesa pallottole, senape e preservativi. Il morale della truppa va tenuto alto in qualsiasi modo, anche con il sostegno e le prestazioni di qualche signorina devota alla causa jiadhista. Scatole (vuote) di condom e di viagra furono rinvenute lo scorso settembre ad Aleppo durante un rastrellamento dell'esercito regolare nel covo di una katiba (brigata) ribelle. In quel caso venne alla luce anche un giro di prostituzione di fanciulle arabe e maghrebine che si concedevano agli uomini dell'Esercito della Siria Libera. Lussi, capricci e comodità sembrano appartenere ai tanti figli e figliastri di Bin Laden sparsi per il globo. Persino la cellula Al Quds di Amburgo (Mohamed Atta, Said Bahaji, Ziyad Jarrah e Ramzi Al Shibh) il commando suicida che dirottò il volo American Airlines 11, riusciva a ricavarsi i suoi momenti di svago. Tutti e quattro sottoscrissero nell'estate del 1998 l'abbonamento all'Hamburger SV. Sostenevano i calciatori dagli spalti dell'Imtech Arena e al ritorno dalla partita mettevano a punto l'assalto al World Trade Center. Lo stadio non era invece il luogo più sicuro per gli uomini della Rwandan Defence Forces, tra gli autori del massacro tribale del 1994, e così i miliziani si accontentavano del calcio in scatola, il subbuteo. Confezioni di omini in miniatura, con tanto di porte e l'immancabile panno verde, furono rinvenute in una caserma perlustrata dal Rwandan Patriotic Front. Tra gli inventari più bizzarri non poteva mancare la minuziosa tabella degli oggetti rinvenuti nel covo di Bin Laden, dove gli uomini dell'Operation Neptune Spear recuperarono dvd a luci rosse di provenienza americana (ironia della sorte), ma anche video amatoriali di produzione egiziana. Un po' come i giornaletti e i fumetti porno sequestrati dai carabinieri nei vari covi delle Brigate Rosse. Altro che comunicati numerati con la stella a cinque punte o documenti e materiale di propaganda e lotta armata.

Il lusso è una tentazione irresistibile un po' per tutti, persino per chi aveva iniziato un percorso che sarebbe poi sfociato in un'esistenza in clandestinità. Alvaro Lojacono, personaggio di spicco delle Brigate Rosse, e coinvolto tra l'altro nella strage di via Fani, venne arrestato nel giugno del 2000 mentre si trovava sull'esclusiva spiaggia dell'Isola Rossa, vicino Bastia, in Corsica. Alla faccia della vita spartana, come insegna Cesare Battisti, l'ex militante dei Proletari Armati per il Comunismo. Talmente proletario da soggiornare a Brasilia all'Hotel Manhattan Plaza. Categoria cinque stelle. Prezzo di una doppia 200 euro a notte. Anche Che Guevara potrebbe rivoltarsi nella tomba.

Commenti

edo1969

Ven, 03/01/2014 - 08:49

che articolo insulso un terrorista che mangia la pasta! "Ve lo immaginate Abdelmalek Droukdel, uno dei leader di Aqmi, la temutissima cellula di Al Qaida per il «maghreb libero», intento a tirar su dal piatto una forchettata di spaghetti grondanti sugo di pomodoro? In un istante verrebbe cancellata la sacralità (seppur a rovescio) di un personaggio che appartiene al mondo del terrore." !! Ma che c**** di notizia è? che questo mangiava spaghetti al pomodoro ?? una curiosità: siete pagati per scrivere sti articoli ?

gneo58

Ven, 03/01/2014 - 09:02

al di la' della facciata o di quei (pochissimi) ultraconvinti sono tutti uguali, se non peggio, io ne vedo tutti i giorni a scolarsi birre e bottiglioni di vino e sono a qusto punto convinto che, anche se non li vedo con i miei occhi, si faranno dei sani panini col prosciutto e delle braciole di maiale da un chilo

maan

Ven, 03/01/2014 - 09:17

Bastardi come il loro dio assassino.

Sapere Aude

Ven, 03/01/2014 - 09:50

#edo1969. Da una c*** di notizia, come l'hai voluta chiamare, hai avuto l'occasione di rimediare ma l'hai sprecata. Riprovaci, con una c*** più interessante, però tutta tua.

@ollel63

Ven, 03/01/2014 - 10:16

comunisti, rivoluzionari, assassini...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 03/01/2014 - 11:01

Nulla di nuovo. Non era, forse, già stata rinvenuta una fornitissima porno-videoteca nell'ultima dimora di Osama? Il paradiso jihadista offre vergini in quantità industriale. Ma i castigatissimi e puritani figli di Allah, ossessivi custodi della virtù delle loro donne, preferiscono, in vita, affidare le proprie pulsioni sessuali a collaudate professioniste ed all'autoerotismo.

blues188

Ven, 03/01/2014 - 11:27

Articolo scritto intingendo la penna nella mentalità meridionale: pizzini, pummaròle, pastasciutte, eccetera. Che pena dover sottostare alle mode pur di farsi leggere... Mancando contenuti ci si vende alla forma!

clamajo

Ven, 03/01/2014 - 11:41

e poi mandano i fessi a farsi esplodere per avere le loro vergini in paradiso...

edo1969

Ven, 03/01/2014 - 12:38

Sapere Aude hai ragione, ecco: per me sarebbe stata una notizia se mangiavano carbonara o amatriciana

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Ven, 03/01/2014 - 12:40

Alla faccia della vita spartana, come insegna Cesare Battisti, l'ex militante dei Proletari Armati per il Comunismo. Talmente proletario da soggiornare a Brasilia all'Hotel Manhattan Plaza. Categoria cinque stelle. Prezzo di una doppia 200 euro a notte Manhattan Plaza Brasilia • Vedi mappa Ultima prenotazione: 2 ore fa Vedi disponibilità Camera Matrimoniale Standard Cancellazione GRATUITA - PAGA DOPO Colazione inclusa € 56 Camera Standard Doppia con Letti Singoli Cancellazione GRATUITA - PAGA DOPO Colazione inclusa € 56 Camera Superior Doppia con Letti Singoli Cancellazione GRATUITA - PAGA DOPO Colazione inclusa Ci rimangono solo 5 camere! € 75 Volevo avvisare il giornalista che con internet si possono verificare le notizie, e non è bello scrivere il falso...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 03/01/2014 - 13:08

la CIA paga bene

Raoul Pontalti

Ven, 03/01/2014 - 14:55

Non sono certo un estimatore di quel prodotto made in USA che è Al-Qaida con i suoi succedanei, ma francamente trovo "bufalino" il tentativo di far apparire i qaidisti perversi allo stesso modo dei loro creatori. Quella del viagra poi è una bufala ormai sputtanata (circolò già ai tempi della vicenda libica, quella volta affibbiata ai pretoriani di Gheddafi) e anche stupida: non trattandosi di soggetti in età geriatrica i combattenti sugli opposti fronti in Siria, che senso avrebbe fare uso di ciò che ancor prima di essere peccaminoso è semplicemente inutile?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 05/01/2014 - 09:35

ma cosa sono italiani?