Spagna, a Madrid indignados ancora in piazza: due feriti, 12 arresti

Le proteste contro le misure di austerity varate dal governo Rajoy continuano a scuotere Madrid. Ancora scontri tra polizia e manifestanti

Per la terza volta in una settimana gli indignados spagnoli tornano a manifestare. Nella piazza del Parlamento madrileno, piazza del Nettuno, verso la mezzanotte la tensione è tornata a farsi sentire e ci sono stati alcuni scontri tra polizia e contestatori.

Se per tutta la serata il corteo si era mantenuto pacifico, alcune centinaia di persone hanno scatenato verso la fine della manifestazione scontri con la polizia, che tentava di sgomberare la piazza. La manifestazione, convocata dal 25S, movimento che prende il nome dalla data delle prime proteste, il 25 settembre, non aveva infatti un'autorizzazione.

Lanci di bottiglie sugli agenti, che hanno risposto manganelli alla mano. Poi la situazione è tornata a calmarsi. Gli scontri si sono conclusi con due feriti e dodici arresti. La manifestazione di martedì si era conclusa con un bilancio più pesante: 64 feriti e 35 persone in arresto.

Gli indignados spagnoli manifestano contro le misure di austerity messe in campo dal governo Rajoy, che pesano su un Paese già duramente provato. Tra i dati più preoccupanti quello sulla disoccupazione. Uno spagnolo su quattro non ha un lavoro. Il debito pubblico del Paese toccherà l'anno prossimo il 90% del Prodotto interno lordo e il rapporto tra deficit e Pil è al 7,4%.

Commenti

vince50

Dom, 30/09/2012 - 11:36

In spagna sono indignados,in grecia sono indignados,in italia sono COGLIONES.

angeli1951

Dom, 30/09/2012 - 16:24

X vince50: hai ragione!

Ritratto di albireo6

albireo6

Dom, 30/09/2012 - 18:20

No,nooo!In Italia sono quasi tutti indignados; stanno nascosti in casa paurosi di espors,(per mancanza di pelotas)ed aspettano i girotondini che finiscano il letargo...

antares4646

Dom, 30/09/2012 - 18:47

Per quale motivo questo giornale non informa i lettori sugli attuali disordini gravissimi in Grecia e sulle proteste del popolo a Lisbona? Teme il contagio anche qui, informando a dovere? Nel raccontare tante palle sulla tragedia libica e quella siriana , invece, eravate sempre presenti. Esattamente come tutta la stampa cosiddetta "ufficiale" che ci ha riempito di menzogne e continua a farlo.

federico61

Dom, 30/09/2012 - 20:24

Uscire dall'euro e separazione nord sud, la sola ricetta!

billyjane

Lun, 01/10/2012 - 00:53

per VINCE50: Mi ha tolto le parole di bocca.