Strage di Denver, il mitra di Holmes si inceppò

Secondo la stampa Usa, il fucile semiautomatico si è inceppato e ha costretto Holmes a usare un'arma meno micidiale. Oggi il giovane dal giudice. Trovato il pc a casa sua

James Holmes, il killer di Denver, comparirà oggi davanti al giudice. Il 24enne, presunto autore della strage al cinema di Aurora mentre veniva proiettata la prima del nuovo film su Batman, sarà trasferito in tribunale alle ore 8.30 (16.30 in Italia).

Intanto continuano le indagini delle forze dell'ordine che ieri hanno smentito che vi sia stato un complice nella strage. "Numerose informazioni imprecise e non confermate circolano tra i media, evocando un secondo sospetto. Un conoscente di Holmes è stato interrogato ieri sera, ma non c’è alcuna ragione per pensare che sia implicato in questa vicenda", ha dichiarato il capo della polizia di Aurora, Daniel Oates. 

Che poi ha aggiunto: "Tutte le prove che abbiamo, ogni singolo indizio, ci dice che che Holmes ha fatto tutto da solo, che non è stato aiutato in modo particolare da nessuno, stiamo ricostruendo il caso per mostrare che si è trattato di un processo deliberato portato avanti da una uomo molto intelligente che voleva fare quello che ha fatto".

La forze dell'ordine di Aurora hanno completato l'irruzione nell'appartamento di James Holmes. Sono stati disinnescati tutti gli ordigni che il giovane aveva piazzato e ora stanno raccogliendo nuove prove. Secondo quanto riporta la stampa americana, il fucile semiautomatico usato da Holmes si è inceppato all'interno del teatro costringendolo a ripiegare su un'arma meno micidiale. Il mitragliatore aveva un caricatore ad alta capacità (da cento colpi) in grado di sparare 50-60 colpi al minuto. Nell'appartamento la polizia ha trovato anche il computer del giovane.

Il presunto autore della strage (che ha causato la morte di dodici persone e il ferimento di 58 persone) è stato descritto dai conoscenti come un ragazzo timido ma educato, molto intelligente e dotato per le materie scientifiche. Cresciuto in una famiglia agiata di San Diego, in California, il ragazzo si era laureato brillantemente in neuroscienze alla Università di Riverside.

James Holmes ha detto alla polizia, quando è stato catturato, di aver preso 100 mg del medicinale antidolorifico Vicodin. Si tratta della sostanza trovata nel corpo di Heath Ledger, l’attore (che interpretava Joker nel film Batman) morto per overdose di farmaci nel 2008. Gli effetti collaterali del Vicodin includono euforia, paranoia e in alcuni casi allucinazioni.

Barack Obama ha espresso il suo cordoglio e la sua solidarietà ai familiari delle vittime della strage di Aurora e ha trascorso oltre due ore nell’ospedale universitario di Aurora, alla periferia di Denver.  "Ho detto loro che le parole sono sempre troppo deboli... Ma che la mia missione principale era quella di rappresentare tutto il paese e dire loro che gli siamo vicini", ha detto Obama. Che poi ha fatto riferimento al dibattito sul controllo e sulla circolazione delle armi negli Stati Uniti dicendo di augurarsi che "nei prossimi giorni, nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, rifletteremo su tutto ciò che potremo fare per combattere la violenza insensata di cui soffre il nostro paese".

 

Commenti
Ritratto di isladecoco

isladecoco

Lun, 23/07/2012 - 13:16

Mi spiace, ma in questo caso auguro a Holmes un ventennio nel braccio della morte e poi l'esecuzione che si merita. Sempreche'i suoi futuri compagni di penitenziario non provvedano come dettano le leggi criminali per individui simili.

enron

Lun, 23/07/2012 - 16:02

Perché Feltri non ha fatto un bell'editoriale come l'anno passato fece per la strage di Utoya affermando che in fondo la colpa era delle vittime codarde, egoiste e incapaci di difendersi contro un solo uomo??