Sulla tv inglese la preghiera per il Ramadan: è rivolta

LondraIl Ramadan chiama e Channel 4 risponde. Sfidando com'è sua abitudine il tradizionalismo britannico, l'emittente tv ha infatti annunciato ieri di voler trasmettere il richiamo mattutino alla preghiera ogni giorno per tutta la durata del mese sacro all'islam. A partire da martedì prossimo, tre minuti della cantilena di Hassen Rasool, il muezzin che invita alla preghiera i fedeli, verranno diffusi nell'etere ogni mattina alle tre in punto. Martedì, i primi venti secondi verranno ripetuti anche per altri tre momenti della giornata. E non è finita. Nel palinsesto di luglio sono previsti anche approfondimenti sulla religione infilati tra le serie tv più amate. L'iniziativa, che ha già provocato furibonde reazioni, si propone, a detta del direttore Ralph Lee, di risvegliare la coscienza degli inglesi, subito pronti a trattare tutti i musulmani come terroristi e poco attenti al fenomeno in costante crescita dell'islam moderato. Che ha surclassato, con i suoi 2,8 milioni di fedeli, perfino i festeggiamenti del Giubileo dello scorso anno. «Quasi il 5% del Paese sarà attivamente coinvolto nel Ramadan - ha spiegato Lee - possiamo dire lo stesso degli eventi nazionali che hanno avuto una copertura televisiva totale come ad esempio l'anniversario dell'incoronazione della Regina? In questo modo vogliamo indurre la gente a pensare all'islam senza associarlo direttamente al terrorismo».
La causa dichiarata sembra buona. Quelli di Channel 4 però non sono nuovi a queste pensate (nel 2011 per l'anniversario dell'attacco alle Torri gemelle mandarono in onda il film satirico I quattro Leoni, storia di un gruppo di kamikaze pasticcioni) e c'è chi ritiene sia l'ennesimo trucco per farsi pubblicità. Il partito indipendentista Ukip l'ha definita «una cinica bravata da pubbliche relazioni che rischia di infiammare la tensione tra le diverse comunità soprattutto quando mancano meno di due settimane al funerale del soldato Lee Rigby ucciso da un estremista a Woolwich». Channel 4 ha fatto notare che, proprio a causa del terribile omicidio del 22 maggio scorso, «mai come ora c'è la pressante necessità di dar voce alla maggioranza moderata islamica». Caustico il deputato conservatore Conor Burns. «Trovo straordinaria la linea politicamente corretta intrapresa da Channel 4. Mi chiedo cosa accadrebbe se facessero la stessa cosa per una celebrazione cristiana, tipo la Quaresima». Per ora nessuna risposta da Channel 4.

Commenti

nino47

Mer, 03/07/2013 - 09:12

"...pronti a trattare tutti i musulmani come terroristi e poco attenti al fenomeno in costante crescita dell'islam moderato"...Islam "moderato"? cos'è, sig.ra Orsini? Un dolce???

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 03/07/2013 - 10:49

In un paese dell'entroterra ligure le campane tacciono. Malgrado le proteste del parroco, per così dire "imbavagliato". E diffidato dai carabinieri che non ritengono prudenti i rintocchi delle campane dopo le proteste dei figli di Allah residenti in quel comune. Fulgido esempio della dabbenaggine istituzionale e della tolleranza religiosa dell'Islam moderato. Addavenì "Alba Dorata."

churchill

Mer, 03/07/2013 - 20:51

L'Inghilterra é finita.