LA SUPERSTIZIONE India, il villaggio dove è proibito il pianto dei bebè

Una superstizione antichissima e sorprendente. È quella che domina in un villaggio del Madyah Pradesh, nell'India centrale, dove il pianto dei neonati è «bandito», perché si ritiene che porti sfortuna. E come si risolve un problema del genere? Semplice, le donne vanno a partorire da un'altra parte: al nono mese di gravidanza vengono portate via dal villaggio e ospitate presso familiari o ospedali vicini così che nessuno senta i pianti e le voci dei bebè. Le autorità sanitarie locali stanno cercando (per ora con scarso successo) di eliminare questa superstizione, ma è troppo antica e troppo radicata: dal 1500 a Sanka Shyam ci si comporta così, nonostante i rischi per mamme e bebè che in caso di emergenza non hanno strutture sanitarie, perché i residenti non permettono di costruire sale parto o servizi di ostetricia nel villaggio.