Gaza, pioggia di missili su Israele. Ban Ki Moon: "Stop violenze"

Tensioni a Gaza: in mattinata altri quattro missili sono stati lanciati verso obiettivi civili. Al momento nessun ferito

Non accenna a fermarsi l'escalation di violenza che da quasi tre giorni interessa sulla Striscia di Gaza. Secondo alcune fonti, dopo le decine di razzi lanciati ieri dal movimento della Jihad islamica e da Hamas sul Sud dello Stato ebraico in risposta all'uccisione di tre suoi elementi in un raid israeliano avvenuto due giorni fa, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha minacciato ieri di dare "una riposta forte" ai gruppi terroristici che stanno disseminando terrore. "Se non ci sarà quiete nel Sud, ci sarà presto molto rumore anche a Gaza, per usare un eufemismo", ha dichiarato.

"Proseguiremo a colpire chi ci aggredisce e la nostra risposta sarà molto dura", ha dichiarato il premier. Ieri sera, gli aerei da combattimento israeliani hanno bombardato "29 siti terroristici nella Striscia di Gaza", in risposta al lancio di razzi eseguito da militanti contro il sud dello Stato ebraico, che fortunatamente non ha provocato danni ingenti. Il governo ha fatto sapere che tutti i siti colpiti dai razzi facevano da base alla Jihad Islamica e al gruppo di Hamas. Dei circa 70 razzi lanciati su Israele invece, tre sono stati abbattuti dal sistema di difesa "Iron Dome", due sono caduti vicino a una pompa di benzina e ad una biblioteca - senza però causare gravi danni -, mentre la maggior parte degli altri sono piovuti su zone disabitate. Otto di essi sono arrivati a bersaglio.

Stando a Israele, si tratta del maggior numero di razzi sparati contro lo stato ebraico dal 2012, quando Tel Aviv avviò una campagna di otto giorni mirata a fermare questo tipo di attacchi. "Questa rappresaglia è stata precisa e rapida. Abbiamo colpito infrastrutture usate dai terroristi per addestrarsi e per pianificare e implementare i loro odiosi attacchi. Non sarà concesso loro di cospirare nella sicurezza dei loro templi terroristici", ha detto il tenente colonnello israeliano Peter Lerner, portavoce delle forze armate dello Stato ebraico. Israele non piega la testa: non cederà di un passo contro gli estremisti della Jihad, anzi, risponderà con maggiore aggressività qualora gli attacchi non dovessero cessare. E potrebbe non finire lì. Il ministro degli Esteri israeliano, Avigdor Lieberman, ha difatti affermato che lo Stato ebraico dovrebbe "rioccupare interamente" la Striscia di Gaza, ormai da anni sotto l'influenza dell'organizzazione estremista palestinese di Hamas. Secondo il ministro, questo sarebbe l'unico modo per disperdere definitavamente i gruppi terroristici che occupano il paese, radicati da troppo tempo nel loro fondamentalismo. Scatenando una potenziale guerra che destabilizzerebbe tutto il Medioriente, e non solo.

Nel frattempo, dall'Onu arrivano segnali molto chiari. Il segretario generale Ban Ki-Moon ha duramente condannato l'attacco, spingendo per un'immediata cessazione degli attacchi da parte del gruppo palestinese, a discapito di possibili condanne da parte dell'organizzazione. "Il segretario generale - dice il portavoce - condanna fermamente gli attacchi di razzi su Israele provenienti da Gaza, assalti rivendicati dalla Jihad islamica".

Dall'altra parte, il presidente palestinese Abu Mazen ha richiesto "la cessazione dell'escalation militare" di cui la Mezzaluna Fertile è teatro in questi giorni, nonostante le aspre critiche mossegli dal mondo occidentale. "È l’occupazione sionista della nostra terra a giustificare il lancio dei razzi", ha affermato.

Commenti
Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 13/03/2014 - 12:52

Benjamin Netanyahu ha minacciato ieri di dare "una riposta forte". Ma dagliela una volta per tutte un risposta forte a quei fanatici fancazzisti e terroristi Palestinesi! Ma deve essere talmente forte da toglierceli dai coglioni per sempre, non solo per qualche giorno!!!

ben39

Gio, 13/03/2014 - 13:22

Il punto della questione è che gli islamici credono nella profezia del Corano dove viene prevista la venuta nel Mahdi (il Messia condottiero) il quale dovrà costituire il grande Califfato con Gerusalemme a capitale. Invece, secono alcune interpretazioni della Bibbia, il Mahdi sarebbe l'Anticristo che sorgerà nei sette anni della grande tribolazione prima dell'ultima guerra di Armagheddon ( terza guerra mondiale). Oggi l'umanità, sempre secondo questi studi delle profezie, si troverebbe nel periodo tra la restaurazione di Israele e l'inizio della grande tribolazione.

habanero63

Gio, 13/03/2014 - 13:27

ma possibile che questo giornale deve continuare ad indottrinare il suoi elettori quasi fosse un giornale ebraico ? possibile che non vi sia un giornalista onesto ma solo prezzolati che racconti la verità dei fatti ?...ad es. che gli ebrei hanno ammazzato nei giorni scorsi tre Palestinesi ed un Magistrato giordano e i missili costituiscono una reazione ai crimini commessi dall'entità ebraica ?! ma chi vi paga ?

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 13/03/2014 - 14:16

Per il momento silenzio da parte di sinistrati ,quando Israele reagira sara un coro di proteste da una capitale all' altra.Posso solo consigliare agli Israeliani di cominciare con i bombardamenti, e dacci giu di brutto.

andrea24

Gio, 13/03/2014 - 14:38

Non ce ne deve fregare nulla di quello che dicono gli occidentali che rimangono pur sempre sionisti.Sono gli stessi che inneggiano alle rivoluzioni colorate in Iran.Appartengono pur sempre all'ambito atlantista,non all'opposto ingranaggio geopolitico.

andrea24

Gio, 13/03/2014 - 14:42

Syriza in Grecia ha espulso un candidato per aver pronunciato il termine "sionista".Ed esiste anche la "Sinistra per Israele".

Fracescodel

Gio, 13/03/2014 - 15:02

Ma IlGiornale e' in mano agli ebrei? Delle azioni militari Israeliane continue non se ne parla? Si dipinge sempre e solamente uno scenario dove sembra siano i palestinesi ad iniziare...mentre invece le schermaglie sono continue. Solo che ai pochi petardi che fanno pochi danni da parte dei palestinesi, come sempre troviamo un Israele che contrasta con forti incursioni militari, molti morti tra cui donne e bambini. Quando Israele entra in Siria, in Iran compromettendo illegalmente gli spazi aerei sovrani di altre nazioni, per fare scorribande "PREVENTIVE" (termine immondo che qualche figlio di puttana vorrebbe che legittimasse delle azioni spontanee non provocate belliche e criminali!)! E poi, e' cosa sicura che Israele e' attivo per far fallire qualunque accordo con i palestinesi...come denunciato esplicitamente addirittura dall'ACLU (organizzazione americana che protegge i diritti e le liberta' civili). Smettetela di dire che quelli di sinistra sono pro-palestinesi e contro Israele; anche quelli di destra lo sono, e lo sono tutte le persone informatesi liberamente, che non si fanno prendere in giro dalle continue propagande in un mondo mediatico internazionale in mano al 100% agli ebrei.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 13/03/2014 - 15:07

ban ki moon, la brutta copia coreana di Stan Laurel ha parlato.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 13/03/2014 - 15:10

La cretinata israeliana è stata quando a suo tempo regalarono a questi pazzi la striscia di Gaza che le apparteneva. Si sono messi da soli il nemico in casa. Certamente a tutto ciò ha influito l'assurda campagna internazionale a favore dei terroristi islamici, su un coisiddetto inesistente e mai esistito "popolo palestinese". Adesso si ritrovano continuamente e periodicamente in croce con costoro. Sarebbe meglio che la facessero finita una volta per tutte, cacciando via tutti gli islamici da Gaza. Il guaio attuale d'Israele è che si ritrovano a far fronte ad una specie d'alleato che è più un nemico che un amico, vale a dire gli USA di Obama l'islamico. Di conseguenza ci toccherà assistere a questo continuo e periodico carosello, fin tanto chi i Democratici e Obama sarannno al potere.

Fracescodel

Gio, 13/03/2014 - 15:26

Ma delle incursioni molto piu' dure e profondamente lesive che Israele ha compiuto prima che i palestinesi rispondessero con missili? Su questo giornale non se ne parla? Cos'e', anche questo e' un giornale in mano agli ebrei...sono tutti proprio tutti i media sotto totale controllo ebreo? E poi sono antisemiti coloro che criticano spiegando queste cose?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 13/03/2014 - 15:58

Bestie islamiche colpiscono innocenti a tradimento possiate bruciate all'inferno con il vostro falso Dio Satana, sporchi terroristi altro che religione !

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 13/03/2014 - 16:16

Grande andrea24. Ma allora è proprio un conflitto di civiltà. Perchè mena il torrone coi "poveri" palestinesi?. Giù bombe e che vinca il più forte. Cioè noi e gli israeliani.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 13/03/2014 - 16:20

Bravo Francescodel. Sti poveri palestinesi che lanciano PETARDINI per FESTEGGIARE gli israeliani e in cambio ricevono la giusta mercede dai cattivoni sionisti che non capiscono l'onore che ricevono.

geo1968

Gio, 13/03/2014 - 16:32

Io non ne so molto del problema Israele e Palestina, chi ha ragione e chi ha torto. Posso solo affermare che un popolo che non ha riconosciuto Cristo come Messia e Signore non può perdonare il proprio fratello. E' 2000 anni che si vendicano l'uno contro l'altro

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 13/03/2014 - 17:18

Ban Ki-Moon condanna il lancio di petardi dei palestinesi e tace dei bombardamenti con aerei e missili teleguidati di Israele. La notizia fa il pari con quell'altra dell' altolà alla Russia che vuole aggredire la Crimea....ma il popolo Bue se le beve tutte davvero? ah vabbè...sono "missioni di pace"....capito tutto!!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 13/03/2014 - 17:31

fracescodel ebbene sì anche qui non si possono toccare i circoncisi. E la vera pecca del Giornale. che fa scrivere minchiate tremende alla Nierenstein come fosse oro colato . questo la dice lunga su chi comanda (o vorrebbe farlo) nel mondo. Mai una condanna della Massoneria Sionista , mai un trafiletto fuori dal coro! Come in RAI del resto!Mai un' autocritica, ogni anniversario è un lamento lungo un mese sulla Shoa come se noi italiani non avessimo le nostre di date tragiche da ricordare...nulla silenzio totale...epperbacco basta con la retorica della Razza Eletta avete rotto!! Eppoi ce ne fosse uno di ebrei poveri. neanche a cercarlo tutti ricchi e potenti dappertutto ,specie negli USA, guarda caso!

paspas

Gio, 13/03/2014 - 18:02

Avanti Israele, non temere. Finche' esiste uno di questi terroristi non ci sara' pace da voi e nel mondo. Ammazzano Cristiani innocenti ed il mondo tace..........

Dany

Gio, 13/03/2014 - 18:14

Al Signor Habanera. Lei parla di onestà intellettuale ma evita di chiamare la Nazione Israele e come un fanatico la definisce : entità sionista. Vada a leggersi l' Unità che è molto più affine alle sue ideolgie nazicomuniste.

andrea24

Gio, 13/03/2014 - 19:07

Gli ebrei di naturei karta hanno recentemente difeso il partito ungherese Jobbik,mentre i giornali e la stampa mainstream hanno manipolato,disinformato ed attaccato.

Ritratto di stock47

Anonimo (non verificato)

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 14/03/2014 - 06:04

@paspas ma sei sicuro di voler eliminarli tutti gli islamici? guarda che ce ne sono un miliardo e mezzo!!