Tentato suicidio nello spot per vendere auto: ritirato

Londra Sono bastate poche ore dalla sua diffusione «virale» via web e lo spot televisivo preparato dall'agenzia Innocean Europe per Hyundai UK ha generato dure reazioni da parte di associazioni di utenti e singoli cittadini che ha portato al suo ritiro. Il filmato, della durata di un minuto, doveva servire ad esaltare i grandi vantaggi offerti dalla versione alimentata a idrogeno del «crossover ix35». Lo spot descrive con assoluto realismo il tentativo di suicidio da parte di un uomo che, dopo essersi chiuso nel garage, inserisce un tubo per collegare lo scarico all'abitacolo aspettando la morte al volante del suo crossover Hyundai ix35. L'operazione non dà però il risultato desiderato dal suicida in quanto - ribadisce una scritta al termine del filmato - lo scarico della Hyundai non emette sostanze nocive ma solo vapore acqueo. A parte la falsità della comunicazione (la stessa operazione effettuata con un ix35 di attuale produzione, con motore benzina o diesel, risulterebbe assolutamente letale a causa del monossido di carbonio), lo spot Hyundai ha suscitato immediate reazioni per la strumentalizzazione di un tema così delicato come il suicidio, tanto che il sito Jalopnik.com lo ha definito «il peggiore spot nella storia dell'auto». Hyundai, nel ritirare il filmato, si è scusata e ha ribadito come questo spot «vada nella direzione opposta dei valori morali come azienda e come membri della comunità».