Terrorista ceceno: guerra santa alle Olimpiadi

Mosca Doku Umarov, il leader dei terroristi ceceni nel Caucaso russo e ricercato numero uno da Mosca, ha fatto appello ai jihadisti per lanciare attacchi contro una serie di obiettivi, tra cui le Olimpiadi invernali di Sochi, previste per febbraio 2014. «Sappiamo che sulle ossa dei nostri antenati, sulle ossa dei tanti e tanti musulmani che sono morti e sepolti sul nostro territorio lungo il Mar Nero, oggi hanno intenzione di organizzare i Gioci Olimpici», dice Umarov in un video diffuso dal sito kavkazcenter.com, ritenuto vicino alla guerriglia indipendentista caucasica, più legata al fondamentalismo islamico -. Come mujaheddin, con ogni mezzo non dobbiamo permettere che questo avvenga». Mosca è avvertita.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 04/07/2013 - 16:14

Putin ha sempre adottato nei confronti dei musulmani una condotta improntata al dialogo ed alla tolleranza. Vedere, per conferma di quanto asserito, episodio del teatro occupato dalle vedove nere. Umarov sta facendo le sue (ultime) prove per l'incontro con le rituali 72 vergini