Tre neonazisti eletti al parlamento europeo

Per la prima volta l'estrema destra tedesca elegge un deputato a Strasburgo. Grecia: due seggi ad Alba dorata. E in Ungheria...

L’Npd, il partito neonazista tedesco, per la prima volta ottiene un seggio al Parlamento europeo. Con 300mila voti e una percentuale dell’1% l’Npd si guadagna un rappresentante tra i 96 eurodeputati che spettano alla Germania a Strasburgo. Il partito di estrema destra approfitta della riforma del sistema elettorale tedesco per le europee (proporzionale e senza soglia di sbarramento). "Un orrore". Così il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier ha definito il seggio ottenuto dal partito neonazista. "La Francia - ha detto in tv - è naturalmente un brutto segno con l’ascesa del Fronte Nazionale e per me è un orrore che anche l’Npd tedesco avrà una rappresentanza nel Parlamento europeo".

Anche la Grecia elegge due deputati "neonazisti", con il 9,34% di Alba dorata. Il partito di estrema destra, che ha sei deputati in cella, non ha mai nascosto le proprie simpatie per il regime dei colonnelli (1967-74) , ha un simbolo che nella grafica ricorda la svastica nazista.

In Ungheria il Movimento per un'Ungheria migliore (Jobbik), estrema destra anti rom e antisemita, con il 14,68% porta a casa 3 seggi. Jobbik fa registrare un calo rispetto alle politiche, ma per la prima volta supera i socialisti. Questi ultimi hanno ottenuto solo il 10,9%, per loro il minimo storico.

Commenti
Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Lun, 26/05/2014 - 10:12

3 Neonazi, e quelli della lega non li contate? e quella percentuale dei forzisti? nemmeno contare sapete.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 26/05/2014 - 11:02

questi metteranno ordine con i loro metodi vi faranno ballare come topi a voi in Italia e vedrete chi è un vero nazista voi che dicevate nazista alla Merkel presto li avrete i veri nazisti alle frontiere.Incominciando dalla Francia Germania Grecia e così via.. comunisti di merda.

alberto_his

Mar, 27/05/2014 - 09:47

E' la democrazia, con la quale gli occidentali hanno un rapporto un poco ipocrita: va bene solo quando i risultati si confanno alle loro aspettative.

lino961

Mar, 27/05/2014 - 11:18

LORO sono andati al Parlamento Europeo noi gli abbiamo mandato la DIA e li abbiamo messi in gabbia,per la gioia della NEGRA,ma non si rallegri troppo prima o poi verra rispedita da dove è venuta e potra salutare nuovamente i suoi parenti sugli alberi,X franco-a-trier non dimenticare il sold-out ungherese!

Gyro

Mar, 27/05/2014 - 11:21

Alba Dorata, Le Pen, Jobbik ed i neonazisti Tdeschi dell' NPD? Bella piaga che sta prendendo l' Europa, ma poi perchè votano i partiti antisemiti? Perchè hanno "il fascino del contrario, il fascino del malefico" come aveva il chitarrista Charles Manson?

lino961

Mar, 27/05/2014 - 11:51

X Gyro> Qua il fascino non centra niente centra invece il rendersi conto della dissoluzione delle entità delle nazioni europee,e parlo di NAZIONI e non di stati,da parte delle lobby finanziarie e politiche sinistrose che si stanno nutrendo,come putridi parassiti,di quello che l'Europa ha costruito,facendosi aiutare nel loro vampiresco lavoro dai senza patria neri,islamici,rom e via dicendo con la cloaca,bisogna tornare a difendere i nostri VALORI e la nostra IDENTITA' europea ed evitare l'infezione distruttiva del PENSIERO e del SANGUE da parte di minorate minoranze!!

CONDOR

Mar, 27/05/2014 - 12:42

Ma tu pensa questo ministro degli esteri crucco e ipocrita. li fanno schifo i neonazisti che arrivano al parlamento europeo, mentre non gli facevano e non gli fanno tuttora schifo i neonazisti ucraini che han fatto il golpe a kiev, hanno fatto strage a odessa e fanno le loro porcate nell'est. Quelli vanno bene, era cosa giusta permettere che venissero armati e addestrati nei campi paramilitari in polonia, perchè in ucraina c'era bisogno di rovesciare un governo non allineato alla ue, per far entrare le aziende tedesche. Ipocrita.

millycarlino

Mer, 28/05/2014 - 17:09

Si, si lo sapevamo, sono gli amici del Signor Sigmar Gabriel. Milly Carlino