Turchia, Gul assicura: "Sarà presto rimosso il blocco di Twitter"

Il presidente turco in contatto con il social network: "Serve soluzione veloce"

Sarà presto rimosso il blocco di Twitter imposto in Turchia che ha sollevato tante critiche all'interno del Paese e all'estero. "È una cosa spiacevole per un paese sviluppato come la Turchia, un importante attore regionale, anche perché siamo impegnati nei negoziati con l’Ue", ha spiegato Abdullah Gul.

Il presidente turco è in contatto con Twitter per trovare velocemente una soluzione "Non è legalmente possibile spegnere Internet e piattaforme", ha detto, sottolineando che il numero dei tweet è raddoppiato da quando il governo del premier Recep Tayyip Erdogan ne ha bloccato l'accesso. Il governo turco in queste ore ha giustificato il blocco sostenendo che fosse una "misura preventiva" per impedire che la rete sociale fosse usata come uno "strumento di diffamazione sistematica".

Erdogan intendeva in particolare stoppare la pubblicazione di registrazioni di telefonate intercettate e altri documenti compromettenti raccolti,probabilmente, dai magistrati anti-corruzione prima di essere rimossi. Il mese scorso Erdogan ha fra l’altro definito "manipolate" registrazioni di sue telefonate intercettate del 7 dicembre mentre esplodeva la tangentopoli del Bosforo, nelle quali parla di come fare sparir diversi milioni di euro in contanti tenuti in casa.