Turchia, più di 200 morti in un incidente in una miniera di carbone

Molti i lavoratori ancora bloccati sottoterra. Proclamati tre giorni di lutto nazionale

È di 232 vittime il bilancio di un incidente verificatosi in Turchia, in una miniera di carbone a Soma, a nord-est della città di Izmir (Smirne).

787 minatori sono rimasti intrappolati a causa di un'esplosione avvenuta nella serata di ieri, a circa duemila metri sottoterra e a quattromila dall'ingresso.

Le operazioni di soccorso sono andate avanti tutta la notte. Potrebbero essere ancora duecento i lavoratori bloccati sottoterra. Secondo l'agenzia di stampa Dogan, tra le vittime ci sarebbe anche un 15enne, Kemal Yildiz.

Col passare delle ore è sempre meno probabile che i minatori possano essere trovati in vita. Il ministro dell'Energia, Taner Yildiz, ha detto in televisione che "le speranze circa gli sforzi di salvataggio si stanno affievolendo". Il premier, Tayyp Erdogan, che si è recato sul posto, ha detto che quello di Soma potrebbe essere il "peggiore disastro mai avvenuto in una miniera in Turchia".

Un guasto a un trasformatore elettrico la probabile scintilla dell'incendio. Le vittime sono rimaste uccise per avere inalato monossido di carbonio.

La miniera, secondo il ministero del Lavoro, era stata ispezionata l'ultima volta lo scorso 17 marzo. Cresce però la protesta di chi ritiene le misure di sicurezza non fossero sufficienti.

A Istanbul molti giovani hanno manifestato stendendosi a terra nei vagoni della metropolitana, in solidarietà con i minatori intrappolati a Soma. Ad Ankara un gruppo di circa 800 studenti è stato fermato dalla polizia con lacrimogeni e cannoni ad acqua, mentre tentava di organizzare un corteo di protesta. Nel Paese sono stati proclamati tre giorni di lutto nazionale.

Mappa

Commenti

sea

Mer, 14/05/2014 - 10:49

E veramente un grande disatro. Tutta la nazione e' il lutto. Lo scorso ottobre in parlamento era stata presentata una interrogazione ( da parte della oppisizione) su questa miniera. il 29 aprile il parlamento la ha respinta (maggioranza filo-religiosa...............).

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 14/05/2014 - 14:26

Tanto per farsi un'idea, ricordo che Chernobyl ha fatto ad oggi 65 (SESSANTA CINQUE) morti. 1/3 di questa ennesima tragedia dovuta al carbone. Fukushima sempre ZERO. Poi venitemi a raccontare che è il nucleare ad essere pericoloso...

alberto_his

Mer, 14/05/2014 - 15:10

_alb_: paragone folle! Un incidente in miniera tipicamente causa subito morti, mentre nel medio-lungo termine possono passar a miglior vita solo alcuni dei feriti posti in salvo. Nel caso di incidente nucleare è l'esatto contrario: i danni permangono nel tempo e non causano solo morti dirette e indirette ma anche nascite deformi, malattie invalidanti (quando non fatali), oltre a effetti nocivi su fauna e ambiente (con ricadute sulla catena trofica). La favola dei "0 morti a Fukushima" è degna dell'esimio prof. Battaglia.

sea

Mer, 14/05/2014 - 15:35

sembra che il numero delle vittime sia di molto maggiore .

sea

Mer, 14/05/2014 - 15:39

Il dramma e' che pare vi fossero lavoratori molto giovani ( anche di 15 anni) assolutamente non professionalmente preparati, specilamente per una emergenza. Questo ha contribuito alla tragedia

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 14/05/2014 - 15:58

C'è poco da essere 'preparati' quando ti scoppia una miniera (il famoso grisù). Magari dovevano stare un po' più attenti prima, però questi drammi continuano a succedere abbastanza regolarmente dove si scava nel sottosuolo per estrarre carbone (vedi Cina: circa 5000 morti/anno solo nelle miniere). @ alberto_his, il mio paragone era correttissimo, non ci saranno altri morti per Chernobyl (e sempre zero saranno quelli dovuti a Fukushima). Le stime di future morti sono fatte in base alla teoria della Linear No Thresold, che è una farsa (addirittura un falso storico, ma non mi vorrei dilungare). La LNT sostiene in pratica che se una persona muore per aver bevuto 100 caffè, allora 1 persona su 100 morirà se ne beve UNO. Inutile aggiungere che nessuno l'ha MAI dimostrata (ma dimostrazioni contrarie ce ne sono quante ne vuoi).

berserker2

Mer, 14/05/2014 - 16:33

Questi quì, fanno lavorare minorenni poco più che bambini, in posti pericolosi ed orribili, senza tutele e regole.....e c'hanno il coraggio di voler entrare in Europa ed aderire alla UE!

BlackMen

Mer, 14/05/2014 - 16:35

_alb_: quello a cui fa riferimento non toglie che sia scientificamente provato che l'esposizione alle radiazioni generi tumori e malformazioni sul lungo periodo. Quello cheè difficile calcolare è il numero dei morti non la loro esistenza.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 14/05/2014 - 16:36

Sulla diatriba del nucleare, ci sono anche troppe discussioni inutili, i fatti dimostrano che è una delle fonti più sicure e meno costose, ma il popolo sovrano non la pensa in questo modo, anche perchè, disinformato, in ogni caso il risultato lo vediamo nelle bollette della luce e soprattutto lo vedono le nostre industrie che hanno costi energetici eccessivi, senza contare il fatte che abbiamo centrali non nostre vicinissime e che usufruiamo di energia comprata che è frutto del nucleare.

berserker2

Mer, 14/05/2014 - 16:43

Ah, tre giorni di lutto nazionale. Allora ce l'hanno pure loro il "lutto nazionale". Giustamente proclamato in questo caso. Solo noi in Italia siamo capaci di proclamare "lutto nazionale" per i cazzi degli altri!

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 14/05/2014 - 16:51

@ BlackMen errato. Zero malformazioni sulle future generazioni. Perfino tra i giap di Hiroshima a Nagasaki, ci sono studi peer-reviewed su quello. Il resto è propaganda.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 14/05/2014 - 17:10

_alb_: la centrale nucleare però la mettiamo a 50 metri da casa tua, ritengo tu non abbia nessun problema in merito, anzi, puoi cominciare a scavare, vicinato permettendo, sa, non vorrei essere tra le poche persone che ci lasciano la pelle.

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 14/05/2014 - 20:42

@ gzorzi Mi va benissimo, però pretendo il teleriscaldamento gratis (stupido buttare il calore residuo, di bassa qualità per fare elettricità, ma ancora utile per scaldare casa d'inverno). Quello che non vorrei a 50 mt, piuttosto, sarebbe una diga. O anche una centrale a carbone. Anche una pale eolica sarebbe oltremodo fastidiosa (troppo rumore e non mi va di raccattare uccelli morti in giardino).

yulbrynner

Mer, 14/05/2014 - 20:52

povera gente che per guadagnarsi da mangiare sono morti alla facciazza d ich isi guadagna da vivere tirando calci a un pallone o sparando cazzate in tv.. almeno abbiano la dignita costoro di rispettare ch ie' meno fortunato.

sea

Gio, 15/05/2014 - 08:26

secondo le ultime stime : Si parla di circa 400 vittime

Raoul Pontalti

Gio, 15/05/2014 - 14:35

Risposta esemplare o alberto_his, ma temo dopo la sublime battuta dei cento caffè mortali per cui su cento persone una deve morire per aver bevuto un caffé dovremo gettare a mare tutti i trattati di patologia generale, di anatomia patologica, delle patologie speciali, delle cliniche sia nell'ambito umano che veterinario, nonché gettare i trattati di fitopatologia, di microbiologia (per i danni da radiazione sui batteri: tra l'altro si usano le radiazioni per accopparli i batteri..) di epidemiologia, etc.. I geometri e i ragionieri di questi forum hanno mirabilmente dimostrato che non esistono danni da radiazione che si manifestino a distanza di tempo dall'esposizione e chi sostiene il contrario (alcune centinaia di migliaia tra medici, agronomi, veterinari e biologi) è pertanto comunista e filoislamico....

sea

Ven, 16/05/2014 - 09:39

yulbrynner. Concordo, povera gente che lavora duramente per un salario da fame. C'e' anche da dire che i proprietari della minirìera sono politicamente "molto vicini" al governo...............